La psicologia del suprematismo: se bianca, maschile o umana

Il supremazismo bianco, il supremacismo maschile e il suprematismo umano hanno radici comuni.

Qual è il supremacismo in generale? Si tratta di un fragile senso di superiorità (che copre un senso di insicurezza) che deve essere attivamente promosso per essere mantenuto. Riflette un sistema inflessibile, rigido e socialmente autistico (relazioni sociali imbarazzanti). Questi sono segni di un cervello mal sviluppato, di trauma della prima età irrisolto. I maschi sono più suscettibili alle prime esperienze perché il loro corretto sviluppo del cervello è più affidato al caregiving rispetto alle donne il cui cervello ha un'integrazione più integrata per cominciare (vedi ricerca sugli effetti della negligenza).

Ricordo che da bambina le donne intorno a me si avvertivano regolarmente di non insultare l'ego di un maschio vicino. C'era una deferenza nel lasciare che l'uomo pensasse di essere superiore. Non lasciare che pensi che tu sappia meglio. Sebbene sembri un sistema slave, in esso c'era un certo valore di autoprotezione. Se l'ego dell'uomo fosse minacciato, potrebbe diventare violento e malvagio, o perdere la fiducia e non fare il suo lavoro. Ciò avrebbe sconvolto il sistema di equilibrio all'interno della famiglia o della comunità. Non ha senso indebolirlo. Era preferibile andare in punta di piedi intorno alla sua fragilità.

Sfortunatamente, l'andatura in punta di piedi permise al mito della supremazia maschile di continuare, finché il movimento femminista cominciò a sottolineare con coraggio che l'imperatore (maschio) non aveva vestiti.

Allo stesso modo, la supremazia bianca, sfortunatamente ancora pervasiva, viene messa in discussione da movimenti come "Black Lives Matter", che sottolineano i molti svantaggi (come essere sparati) di essere percepiti come neri quando si tratta della propria vita quotidiana.

Se hai sfondato i paraocchi della supremazia maschile e della supremazia bianca, potrebbe essere il momento di sfidare le tue idee sulla supremazia umana.

Derrick Jensen ha strappato il coperchio alla supremazia umana. Nel suo libro di prossima uscita, The Myth of Human Supremacy (aprile 2016), egli traccia in modo poetico e commovente tutte le nozioni errate sulla superiorità umana. Descrive animali, piante, ecosistemi che sono molto più intelligenti e cooperativi di quanto si pretenda di essere umani. Gli esseri umani "intelligenti" che dominano oggi sono nel mezzo della distruzione di ogni ecosistema del pianeta.

Come fa una persona a sviluppare miti di supremazia? Tortura nella prima infanzia – essere lasciato solo o essere lasciato a piangere in pericolo per lunghi periodi. Punizione nell'infanzia. Questi spingono l'individuo ad essere auto-protettivo: il mondo, i genitori, i miei stessi impulsi non devono essere considerati attendibili. Quali sono i meccanismi?

Uno degli sviluppi di base nella prima infanzia con buona cura è imparare a fidarsi dei segnali del corpo, come le proprie emozioni e bisogni (ad esempio, la fame). Questi sono adattamenti che hanno aiutato i nostri antenati a sopravvivere. Imparare a capire questi segnali è parte dell'autoregolazione e fa affidamento sui caregiver. I caregivers che prestano attenzione ai segnali in anticipo aiutano il bambino a imparare a rispondere rapidamente a loro e alla fine a regolarli. Sistemi multipli stanno imparando a autoregolarsi e auto-organizzarsi nella prima età, attraverso la plasticità epigenetica e maturativa, con periodi sensibili multipli che si fondono l'un l'altro (ad esempio, risposta allo stress, sistema endocrino, nervo vago). Quando manca una buona cura, le lacune nell'autoregolazione vengono incorporate nell'individuo.

A causa del sottoterra e del trauma dei bambini, l'autoregolamentazione umanamente normale sta diventando più rara nelle nazioni civili come gli Stati Uniti. Invece, gli individui sono facilmente stressati, l'omeostasi del sistema viene eliminata e ci sono capacità limitate per ripristinarlo. Con un'adeguata cura precoce, si sviluppa un attaccamento sicuro – un segno di buona funzione neurobiologica – e quando si verifica lo stress si può pensare a figure di attaccamento per calmare il sé. Con scarsa esperienza precoce (comune ora), l'attaccamento sicuro non si sviluppa e i meccanismi interni per l'autocontrollo sono difettosi. Uno quindi deve guardare al di fuori del sé per autoregolamentazione.

Ricorda il suprematista maschile della mia infanzia. Si sente sicuro solo quando si sente superiore. Che cosa usa per sentirsi di nuovo al sicuro? Ecco alcune cose:

  • Le relazioni sociali binarie : one-up (prepotente, non devi immaginare le altre persone quando sei "in cima") o un-down (sottomettere, lasciare che le figure autoritarie si occupino delle cose perché è troppo importante capire le altre persone difficile)
  • Pensiero in bianco e nero (categorizzando persone, cose, esperienze in modo che, di nuovo, non devi capire come essere ricettivo e in sintonia con qualsiasi cosa)
  • Rigida ideologia o dogmatismo (certezza su un insieme di credenze inesperte, ancora una volta, sei fuori dai guai per capire le cose nel momento sociale)

La mancanza di fiducia è quindi incorporata nell'individuo e colora tutta l'esperienza. L'individuo cerca luoghi in cui possa sentirsi al sicuro. Questi vengono poi forniti dalle autorità che stabiliscono il loro potere e lo mantengono attraverso i miti che perpetuano. La supremazia maschile, la supremazia bianca sono forme di ideologia rigida che ti mostrano come occuparti di cose al di fuori di te per sentirti al sicuro (e ignorare tutta la rabbia e il dolore che hai imbottigliato dai maltrattamenti).

Come la supremazia maschile e bianca, la supremazia umana è anche un'ideologia rigida. È più evidente nelle tradizioni del Medio Oriente e dell'Europa occidentale che sostengono che gli umani sono l'apice della creazione o dell'evoluzione; gli umani sono i geni tecnologici della terra, ecc.

Dal momento che le società del mondo sono passate al patriarcato (controllo maschile più anziano di ciò che è apprezzato), le società "civilizzate" hanno adottato ideologie e pratiche che minano lo sviluppo del bambino nei modi descritti. Tali pratiche costruiscono persone controllabili. Quando una società non segue il piano evolutivo per lo sviluppo ottimale (che il mio laboratorio studia, vedi nota a piè di pagina). Questo mal concepisce cervelli / corpi in modo tale da rendere le persone più asservite alle loro tendenze aggressive (perché i controlli non si sono sviluppati correttamente) e ai suggerimenti delle autorità.

La nozione di superiorità umana è stata presa in giro per il mondo da esploratori europei, coloni, missionari che hanno invaso e preso il potere. La nozione di superiorità umana è una strana idea tra le popolazioni indigene di tutto il mondo che spesso capiscono che gli umani sono i "fratelli più piccoli" di piante e altri animali (che sono stati sulla terra molto più a lungo). Si sono lamentati per secoli degli strani uomini bianchi che si sono presentati sul loro paesaggio, incapaci di vedere la vita intorno a loro, privi di un'apertura al cuore, concentrati solo sul soddisfacimento dei suoi appetiti immediati a spese delle generazioni future e degli altri.

Questi sono segni di un'umanità male sviluppata.

Cosa facciamo adesso? Dobbiamo tornare a sollevare la natura umana per prosperare, il prosperare di Tutti. Unisciti a noi per discutere i prossimi passi della conferenza (o guarda i video), Sustainable Wisdom: Integrating Indigenous Knowhow for Global Flourishing, 11-15 settembre 2016.

Per ulteriori informazioni su queste idee, vedere il libro, Neurobiologia e lo sviluppo della morale umana: evoluzione, cultura e saggezza. E un'intervista su di me sul libro.

Esempi di referenze

Deloria, Vine (2006). Il mondo in cui vivevamo . Golden, Co: Fulcrum Publishing. Guarda il video.

Jensen, Derrick (aprile 2016) Il mito della supremazia umana. Seven Stories Press (12 aprile 2016),

Margulis, L. (1998). Pianeta simbiotico: un nuovo sguardo all'evoluzione. Amherst, MA: Sciencewriters.

Trevarthen, C. (1993). Il sé nato nell'intersoggettività: la psicologia di un bambino che comunica. In U. Neisser (a cura di), Il sé percepito: fonti ecologiche e interpersonali di auto-conoscenza. Simposio di Emory in cognizione, 5 (pp.121-173). New York, NY: Cambridge University Press.

NOTA sulle ASSUNZIONI DI BASE:

Quando scrivo sulla natura umana, uso il 99% della storia del genere umano come riferimento. Questo è il contesto dei piccoli cacciatori-raccoglitori. Queste sono società "di ritorno immediato" con pochi possedimenti che migrano e si foraggiano. Non hanno gerarchia o coercizione e valgono generosità e condivisione. Esibiscono sia l'alta autonomia che l'alto impegno nel gruppo. Hanno un alto benessere sociale. Vedi il confronto tra la cultura occidentale dominante e questo patrimonio evoluto nel mio articolo (puoi scaricare dal mio sito web):

Narvaez, D. (2013). Il 99 per cento: sviluppo e socializzazione all'interno di un contesto evolutivo: crescere fino a diventare "un essere umano buono e utile". In D. Fry (a cura di), Guerra, pace e natura umana: la convergenza delle visioni evolutive e culturali (pp 643-672). New York: Oxford University Press.

Quando scrivo riguardo al parto, presumo l'importanza della nicchia evolutiva evolutiva (EDN) per l'educazione dei bambini umani (che inizialmente si è sviluppata oltre 30 milioni di anni fa con l'emergere dei mammiferi sociali ed è stata leggermente alterata tra i gruppi umani sulla base di ricerche antropologiche ).

L'EDN è la linea di base che utilizzo per determinare ciò che promuove la salute umana ottimale, il benessere e la morale compassionevole. La nicchia include almeno quanto segue: allattamento al seno iniziato da bambino per diversi anni, tocco quasi costante precoce, reattività al bisogno di evitare angosciare un bambino, compagnia giocosa con compagni di vita multietnica, assistenti sanitari multipli, sostegno sociale positivo e esperienze perinatali rilassanti .

Tutte le caratteristiche dell'EDN sono legate alla salute negli studi sui mammiferi e sull'uomo (per le recensioni, vedi Narvaez, Panksepp, Schore & Gleason, 2013; Narvaez, Valentino, Fuentes, McKenna e Gray, 2014; Narvaez, 2014). Quindi, si allontana dall'EDN i dati di riferimento sono rischiosi e devono essere supportati da dati longitudinali che esaminino molteplici aspetti del benessere psicosociale e neurobiologico nei bambini e negli adulti. I miei commenti e post derivano da questi presupposti di base.

Il mio laboratorio di ricerca ha documentato l'importanza dell'EDN per il benessere del bambino e lo sviluppo morale con più documenti in lavorazione (vedi il mio sito Web per scaricare i documenti):

Narvaez, D., Gleason, T., Wang, L., Brooks, J., Lefever, J., Cheng, A., e Centri per la prevenzione della negligenza infantile (2013). La nicchia evoluta dello sviluppo: effetti longitudinali delle pratiche di caregiving sullo sviluppo psicosociale della prima infanzia. Ricerca sulla prima infanzia trimestrale, 28 (4), 759-773. Doi: 10.1016 / j.ecresq.2013.07.003

Narvaez, D., Wang, L., Gleason, T., Cheng, A., Lefever, J., e Deng, L. (2013). La nicchia evolutiva evolutiva e gli esiti sociomorali nei bambini di tre anni cinesi. European Journal of Developmental Psychology, 10 (2), 106-127.

Vedi anche questi libri per le recensioni selezionate:

Evoluzione, esperienza precoce e sviluppo umano (Oxford University Press)

Paesaggi ancestrali nell'evoluzione umana (Oxford University Press)

Neurobiologia e sviluppo della moralità umana (WW Norton)

Solutions Collecting From Web of "La psicologia del suprematismo: se bianca, maschile o umana"