La migliore medicina per l'ADHD non è necessariamente la medicina

Steve e Michelle erano disperati: il loro figlio di 6 anni, Sam, fu diagnosticato con ADHD subito dopo essere entrato in prima elementare. Il comportamento di Sam sembrava assolutamente provocatorio – aveva "ignorato" il fatto di essere chiamato e si muoveva costantemente, spesso da una stanza all'altra anche quando veniva direttamente interpellato. Sam emise urla raccapriccianti quando fu costretto a smettere di giocare su iPad. L'insegnante di Sam aveva lottato con alcuni comportamenti simili in classe e il suo consulente di orientamento disse che Sam doveva essere in cura. Steve e Michelle non ne erano così sicuri, ma cominciarono a chiedersi se fossero stati negligenti non mettendolo sul Ritalin o qualcosa di simile.

add-assets
Non scrivere ancora la ricetta
Fonte: add-assets

Nonostante la pubblicità inarrestabile delle riviste e dei siti web per genitori e la coercizione occasionale da parte di alcuni membri del personale scolastico, ci sono buone possibilità che il tuo giovane bambino con ADHD non abbia bisogno di assumere farmaci. O almeno non ancora. Il controllo Centers For Disease ha appena pubblicato i risultati del loro primo studio nazionale per esaminare terapia, farmaci e integratori alimentari per il trattamento di bambini con ADHD di età compresa tra 4 e 17 anni. La principale investigatrice, Ileana Arias, dichiarò:

" Poiché la terapia comportamentale è il trattamento ADHD più sicuro per i bambini al di sotto dei 6 anni, dovrebbe essere usato prima, prima dei farmaci per l'ADHD per quei bambini".

Lo studio CDC ha rivelato che dei bambini con diagnosi di ADHD, 4 su 10 sono stati trattati con farmaci da solo, solo 1 su 10 ha ricevuto terapia comportamentale da solo. Questo studio riflette il modo in cui il "modello medico" pervade il modo in cui pensiamo oggi sulla maggior parte dei problemi di sviluppo e di salute mentale; i problemi psicologici e comportamentali sono malattie con cause biologiche di base all'interno di una persona e richiedono una soluzione medica, più spesso la medicina. Il modello medico è attraente perché è logico e sembra incarnare al meglio il metodo scientifico di osservazione oggettiva e misurabile. Riflette anche la nostra teoria implicita degli esseri umani – le azioni di una persona sono una funzione della sua personalità, cioè l'attività cerebrale e lo stato attuale della salute mentale. Sebbene sia di enorme aiuto in molti casi, può essere tristemente inadeguato con problemi complessi come l'ADHD, perché molti dei sintomi dell'ADHD sono problematici solo in determinati contesti e hanno il potenziale per gravi conseguenze sociali e accademiche.

boredbug.com
Fonte: boredbug.com

L'ADHD fornisce una sfida inflessibile al presupposto che i genitori dovrebbero essere in grado di controllare il comportamento del loro bambino e che i buoni genitori possono farlo in modo coerente. Anche se agli individui viene diagnosticata l'ADHD, dopo 30 anni di lavoro clinico, credo che sia più costruttivo pensare alla famiglia come "avere" l'ADHD, con la maggior parte concentrata in una sola persona. Concentrare tutti gli sforzi sul tentativo di aiutare o "aggiustare" il bambino di solito non è all'altezza. Ma capire che l'ADHD è principalmente un problema biologico che richiede una soluzione medica è un'abitudine difficile da rompere, anche per gli operatori sanitari.

La maggior parte delle famiglie assediate si sforzano instancabilmente di risolvere problemi inesorabili, e spesso rimangono "bloccate", cioè i tentativi di risolvere il problema diventano un problema. Mentre tutti i membri della famiglia odiavano i crolli di Sam, i suoi ululati erano particolarmente fastidiosi per la nonna materna di Sam, Gail. Gail spesso ricordava a Michelle quanto "brava" lei e suo fratello fossero all'età di Sam. Sua madre ha instancabilmente sottolineato come non abbia mai permesso a sua figlia di impegnarsi nei comportamenti che formavano il repertorio predefinito di Sam. Alcuni genitori fortunati, come Gail, hanno il compito di crescere un bambino che è venuto nel mondo con un "temperamento facile". Questi bambini rispondono alle transizioni senza problemi, si concentrano in modo efficiente e cooperano facilmente. I loro genitori spesso attribuiscono le invidiabili risorse dei loro figli alla loro eccellente genitorialità, parafrasando dal baseball, che il loro "bambino è nato alla terza base e questi fortunati genitori pensano di aver raggiunto una tripla".

Altri genitori sono arruolati a crescere un bambino con ADHD, come Steve e Michelle. Questa esperienza è più simile a un gioco di baseball scrapposo che finisce in molti inning extra. Come gli infielders combattuti, questi genitori possono avere la sensazione di giocare fuori dal loro campionato. A differenza di quelli "nati sulla terza base", questi genitori spesso si sentono ansiosi e stressati. E se c'è un parente stretto che li incolpa delle loro difficoltà, questi genitori sono fatti sentire incompetenti. Come fa un nonno ad avere così tanto potere?

Inizia presto.

Quando Steve ha cercato di sostenere Michelle sostenendo Gail, sottolineando che Sam è un bambino diverso da quelli che ha cresciuto, Michelle si è immediatamente sentita in dovere di difendere sua madre. Queste persone erano bloccate.

La terapia familiare è una terapia comportamentale basata sulla comprensione scientifica dei "sistemi familiari". Il modello dei "sistemi", come spesso viene definito, non mette in discussione la validità delle condizioni mediche, ma guarda più da vicino ai legami umani e al potenziale che essi tengono causare e mantenere problemi o essere imbrigliato per migliorare le cose, anche disturbi mentali e malattie. I terapeuti familiari cercano "fotogrammi" – modi nuovi di guardare alla situazione che evocano nuovi comportamenti per aiutare a sbloccare le cose.

La maggior parte dei nuovi genitori è facilitata in quella che sarà la corsa della loro vita. Gli anni dell'infanzia sono strazianti, ma deliziosi. In cambio di sopportare una grande quantità di ansia e una quantità adeguata di sonno, i neofiti dei genitori sono ricompensati con l'incantesimo su base giornaliera. Questo è un momento chiave per i genitori principianti per sviluppare le loro abilità, sicuramente, ma anche per l'aumento del sentimento di competenza: " Possiamo farlo". E l'aiuto di un esperto è generalmente vicino. Nonostante la percezione di una "diaspora americana", la distanza mediana degli americani adulti dalla mamma è di 18 miglia. Nel caso di Michelle e Steve, la nonna era a un isolato di distanza.

La fase iniziale può anche essere tutt'altro che facile. Sam è venuto al mondo una manciata, preziosamente etichettata come una "bambina esigente" dagli specialisti dello sviluppo. I bambini schizzinosi sono bambini che dormono e mangiano problemi o piangono eccessivamente. Mentre è una fase transitoria per la maggior parte dei bambini o reattiva ai ritocchi gastrointestinali, ci sono alcuni bambini che rimangono inconsolabili. Un bambino che piange per sei o più ore al giorno che non riesce a rispondere ad eroici sforzi calmanti ha come risultato che i badanti si sentono del tutto incompetenti. Michelle era preoccupata e disperata. Anche se Gail non ha allevato una "bambina esigente", ha mantenuto un senso di calma e sicurezza che ha stupito Michelle, che era grata che sua madre fosse vicina e si affidava a lei in quei primi mesi.

I bambini piccoli non sempre crescono per avere l'ADHD, ma succede e lo ha fatto con Sam. Mentre cresceva da bambino ad età scolare, il suo comportamento impulsivo e la sua reattività emotiva diventavano più problematici. Come spesso accade con un comportamento così frustrante, i genitori perdono la pazienza, urlano, minacciano e puniscono con pochi risultati positivi. Questo è abbastanza difficile per i genitori, ma in questa famiglia la situazione è stata aggravata dalla critica di Gail che Steve stava "spaventando" Sam, mentre si abbandonava a suo nipote quando era sotto il suo orologio. Michelle è stata strappata – sua madre l'ha aiutata a sopravvivere al "periodo pignolo", e Gail sembrava ancora calma e sicura come allora.

Ogni famiglia è complessa, ci sono così tante parti mobili. Il passaggio di una coppia alla genitorialità spesso implica una certa tensione con uno o entrambi i genitori. Inizialmente emergono come poche dichiarazioni di indipendenza, dell'essere "in carica" ​​dei nuovi genitori. Ad esempio: "Abbiamo deciso di non far guardare a Luka nulla con uno schermo fino al liceo o mangiare qualcosa con farina bianca in esso … ed è "Luke-A" non "Luke". Anche se non è facile, la maggior parte dei genitori e dei nonni alla fine superano questo periodo ei nonni imparano a rispettare l'autorità dei loro figli.

"Regolazione emotiva" è il gergo corrente che significa tutto ciò che facciamo per tenere insieme il nostro atto quando è così, così allettante perderlo. Nell'ADHD-land, la parola d'ordine di solito si riferisce a qualcosa che manca a un individuo: l'incapacità di un bambino di inibire la sua intensa reattività ad alcune frustrazioni che si traducono in inflessibilità e scoppi d'ira. I genitori sono inclini alla reattività emotiva e questo può impedire il raggiungimento dei propri obiettivi.

wikipedia
Fonte: wikipedia

Il triangolo della vita

C'è una vecchia canzone che dice "uno" è il numero più solo; e "due" può essere cattivo come uno. "Ma" tre "possono davvero rovinare tutto. Un terapeuta familiare spesso pensa in "tre" come un modo per capire "due", quando aiuta con un problema testardo all'interno di una famiglia. Questi triangoli prosperano come fasce di energia che innescano l'emozione e che assumono una vita propria. La situazione di Michelle, Steve & Company è un esempio di un tale processo, giustamente chiamato "triangolazione". E quella vecchia canzone a cui mi riferivo? È di Three Dog Night. Coincidenza? Beh, sì, probabilmente.

Ma i triangoli non sono uno scherzo. Le troiche fastidiose in questa situazione erano "Michelle-Gail-Steve", "Michelle-Sam-Gail", "Michelle-Sam-Steve", ma il trio Michelle-Gail-Steve era il più fuori tono. I sentimenti confusi impedivano a Michelle e Steve di affidarsi l'un l'altro in momenti stressanti con Sam. Michelle aveva l'orribile sensazione di "tradire" sua madre se non avesse espresso la preoccupazione di sua madre che Steve stesse spaventando Sam. Se difendeva Steve, Michelle temeva anche che potesse perdere l'appoggio di sua madre, qualcosa di cui Michelle credeva di avere ancora un bisogno critico. Michelle voleva un partner completo, ma difendere Steve si sentiva troppo rischioso. Questa situazione migliorò lentamente quando Steve riuscì a comprendere quanto difficile fosse il posto in cui si trovava sua moglie. Nel fervore della battaglia, Michelle fu sollevata da uno sguardo o un tocco di Steve che trasmetteva "Ho capito. Sono dalla tua parte. Non devi prenderti cura di me in questo secondo. "Michelle aiutò Steve a navigare in questo esprimendo gratitudine per i modi in cui gestiva abilmente Sam con un umorismo sciocco che non poteva. Quando Gail è intervenuto per "proteggere" Sam dalla tremenda voce di suo padre, non molto sollevata, Steve ha deliberatamente frenato la voglia di difendersi – ricordando a se stesso che non era tanto un atto di sottomissione a sua suocera quanto un po ' regalo a sua moglie.

Di solito ci vuole un certo numero di modifiche comportamentali per cambiare la carica negativa di un triangolo in positivo. Queste modifiche sono le numerose piccole (ma non facili) modifiche che si accumulano, come una batteria che immagazzina elettricità che alla fine può alimentare un cambiamento più consequenziale e duraturo. Il pregiudizio verso la risoluzione e la crescita nelle famiglie è forte una volta rimossi gli ostacoli più significativi, ma non è mai perfetto. I triangoli non cedono dolcemente; l'emozione negativa può sollevare la testa in un lampo. E un bambino con ADHD innescherà il genitore più Zen nel viaggio di superare la giornata. Ci sono alcune professioni molto antiche, ma la genitorialità non è una di queste: è sempre stato uno sport amatoriale. Degli sport reali, il baseball si avvicina di più. Essere genitori, come il baseball, ha una stagione molto lunga; ed entrambi possono sopportare molti fallimenti e alla fine riuscire. Un slugger potrebbe avere una carriera piuttosto notevole, forse persino farlo entrare nella Hall of Fame con una media battuta 3333. Ciò significa che la Hall of Famer ha battuto i due terzi del tempo in cui erano al piatto.

wikipedia
Fonte: wikipedia

Anche i membri della famiglia possono apportare notevoli cambiamenti, anche se ricevono solo le piccole cose difficili, anche solo un terzo del tempo. Mentre i farmaci per i sintomi dell'ADHD possono eventualmente essere necessari, avere strategie comportamentali efficaci in atto può ritardare quanto presto un bambino potrebbe aver bisogno di iniziare a prenderle e contribuire a mantenere le dosi il più basse possibile. Non c'è orologio nel baseball, il gioco impiegherà tutto il tempo necessario, grazie. Allo stesso modo, tutto richiede più tempo con ADHD. La pazienza è una virtù, la persistenza non ha prezzo. E c'è sempre il tuo prossimo a-pip per potenzialmente innescare una manifestazione.

Solutions Collecting From Web of "La migliore medicina per l'ADHD non è necessariamente la medicina"