La logica della mente

Un'immagine nell'occhio della mente

Si dice che la psicologia sia uno dei corsi di laurea più popolari e in più rapida crescita nelle università britanniche negli ultimi tempi. Quando mi chiedo perché, sembra ovvio che i giovani hanno fame di conoscere se stessi e gli altri. Come lavoriamo? Cosa ci fa ticchettare? Qual è la logica della mente? O l'anima?

Che opportunità di illuminare giovani menti entusiaste! Ma molti educatori soffiano fin dall'inizio. Lo fanno escludendo dalla riflessione seria l'ingrediente più essenziale: l'esperienza soggettiva.

Posso capire come una disciplina nascente possa aver avuto bisogno di un tempo per trainare la secolare linea scientifica per affermarsi come degna ricerca accademica. Accetto, fino ad un certo punto, la validità di condurre indagini su larga scala sulle popolazioni riguardanti le loro esperienze soggettive e di raccogliere statisticamente le risposte. Ma rimpiango di aver trascurato lo strumento scientifico più finemente sintonizzato di tutti: la mente dell'investigatore.

Dal primo giorno, gli studenti faranno bene a iniziare a conoscere e utilizzare al meglio, ciò che è non solo il loro strumento investigativo e analitico più prezioso, ma anche l'oggetto di studio e di sperimentazione più immediatamente accessibile. Pertanto, dovrebbe essere data alta priorità all'insegnamento della meditazione.

Classe di meditazione

Le persone che meditano regolarmente tendono a sviluppare una gamma di abilità utili. Li considero capacità spirituali; e questi includono il miglioramento degli attributi di concentrazione, determinazione, empatia, intuizione, immaginazione creativa, distacco, onestà e umiltà. I cervelli destro e sinistro entrano in una migliore armonia, favorendo un equilibrio creativo tra logica razionale e poetica. L'inclinazione dei meditatori esperti è quella di pensare, parlare e agire non solo per se stessi ma anche per il beneficio di tutti gli altri: i loro parenti, le loro comunità e il resto del mondo. È importante sottolineare che sanno quando non parlare e quando astenersi dall'azione.

Quando le emozioni sono alte e i pensieri corrono, i meditatori sono meglio equipaggiati per fermarsi, riflettere e riflettere. È come innestare la frizione. Il motore è ancora in funzione, ma l'energia non viene più trasmessa alle ruote e tutto inizia a rallentare. Si tratta di riprendere il controllo dal pilota automatico anticonformista che esegue ognuno di noi la maggior parte del tempo.

Questa esperienza vitale, di avere il controllo, calma una persona e ci aiuta a sentirci bene … Quindi, chi non vorrebbe che i giovani psicologi fossero addestrati in questo modo? Piuttosto che lezioni disumane nelle statistiche e nel comportamento degli animali da laboratorio, è, in ogni caso, ciò che vogliono chiaramente. Non sono maturi per questo? Cercano la saggezza sacra oltre alla conoscenza secolare e riconoscono in se stessi e reciprocamente un bisogno profondo di guida e leadership in termini di come essere e comportarsi.

Coloro che meditano sanno che insegnanti e modelli di ruolo sono importanti, ma anche che questo tipo di guida viene essenzialmente dall'interno. È qui che si trova la vera logica della mente. Questa è la scoperta chiave fatta dal consapevole spiritualmente, da coloro le cui menti sono, almeno occasionalmente, deliberatamente sintonizzate con l'anima.

Copyright Larry Culliford

Solutions Collecting From Web of "La logica della mente"