La lezione che ho imparato a vivere da qualcuno che muore

Non voglio morire

Per quanto ne so, per fortuna, non sto morendo.

Ma se siamo onesti gli uni con gli altri, non sono tanto comodo pensare alla mia morte. Imminente o meno.

Ma il fatto è che sia improvviso o prolungato, stiamo tutti ballando il nostro percorso verso la cascata. Alla fine moriremo tutti.

Amo la mia vita. Adoro quello che era. Amo quello che è diventato. Adoro quello che è.

Mi piace anche pensare a ciò che verrà.

Qual è il prossimo oceano da attraversare? Qual è la prossima prosa da leggere? Qual è la prossima sfumatura da scoprire? Qual è la prossima ombra da superare? Qual è il prossimo concetto da imparare?

Ci sono molte domande che mi piacciono, come queste.

Disimpegnare domani è quello che faccio.

È quello che ho sempre fatto.

Io amo oggi Adoro ogni giorno

Ma sono anche cablato per pensare al giorno dopo oggi. Domani non è solo un altro giorno. È il giorno delle infinite possibilità. Di positivismo perpetuo. Ciò che è sbagliato può essere corretto. Ciò che è problematico può essere risolto. Ciò che manca può essere trovato. Ciò che viene imparato può essere disimparato.

In definitiva, oggi sta pensando foraggio per domani. E io amo domani.

Ma se so che i miei domani sono limitati nel tempo, come dovrei agire? Interagire? Reagire? Se so che la mia morte è imminente a causa di una diagnosi relativa alla salute, come dovrei essere?

David Bastedo, by permission
Gord Downie di The Tragically Hip
Fonte: David Bastedo, per autorizzazione

Qual è il piano, amico?

Lui? Qui? Adesso?

No.

Questo è quello che mi hai insegnato Gord Downie, poeta e cantante dei Tragically Hip, una rock band canadese.

È la lezione del grande rimbalzo.

Quando Downie ha annunciato il 24 maggio che gli era stato diagnosticato il glioblastoma multiforme (GBM), un tipo di cancro terminale del cervello, l'intero paese del Canada ha ansimato collettivamente.

"Gord Downie? Come potrebbe essere? "

Ma attraverso la sua perseveranza, Downie mi ha insegnato (e migliaia di altri) una lezione importante.

Non dobbiamo aver paura della morte. Se ci viene spinto, dovremmo usare lo scenario in evoluzione come l'opportunità di aiutare a definire domani per qualcun altro. Forse per molti. L'orologio della Grande Mela non deve precipitarsi senza troppe cerimonie verso terra e frantumarsi a pezzi.

Mentre il nostro domani potrebbe cessare fisicamente un giorno a causa di una morte in corso per motivi di salute, continuerà per gli altri. Io ho tre bambini. Meglio la metà Famiglia. Amici. Lettori fedeli. Forse ce ne sono altri.

Come mi ritengo oggi, nonostante l'inevitabilità della fine di domani, sarà come mi ricorderò. Agire in un modo inferiore sarebbe egoistico. Francamente potrebbe anche essere sbagliato.

Ho guardato, ascoltato e abbracciato Downie e Tragicamente Hip da lontano per un quarto di secolo. Com'è arrivato così tardi? Ma il modo in cui ha gestito un tour di 30 giorni completato di recente in tutto il Canada non ha nulla in quel periodo. Sette mesi fa a Downie è stato detto che aveva un cancro terminale. Quattro mesi fa ha avuto una craniotomia. Un mese fa è andato in tournée, esibendosi in un concerto di due ore e mezza ogni due notti, quindici diverse volte.

Alcuni dicono che è il coraggio. Certo che è coraggioso.

Ma è più che coraggio.

Durante quei concerti (dove ho partecipato a diversi, incluso l'ultimo a Kingston, nell'Ontario) ho capito che Downie stava definendo il suo domani, oggi.

Questo è quello che ho imparato.

Sia per la sua famiglia, i compagni di band, gli amici o i fan, Downie è davvero diventato "coinvolto in una vita che passa alla comprensione", implorando ciascuno di noi di ricordare che "i nostri affari più importanti sono la nostra vita quotidiana." Grazie a John Cage per la sua ispirazione parole.

Il domani di Downie è diventato il suo oggi. È il suo più alto affare.

E se il buio mi squilla prematuramente la porta per un giorno con un preavviso sulla salute personalizzato, farò tutto il possibile per abbracciarlo domani, oggi.

Come Gord Downie.

Esatto, vediamo cosa porterà il domani . È un re di grano.

Oggi.

Se lui è morto, ora non è mai.

Lui? Qui? Adesso?

No.

Mai.

Grazie, Gord Downie. Per insegnarci a vivere oggi.

Solutions Collecting From Web of "La lezione che ho imparato a vivere da qualcuno che muore"