La lealtà è sopravvalutata

Google, CC 4.0
Fonte: Google, CC 4.0

Molti di noi considerano la lealtà un tratto desiderabile. Se sei il beneficiario della lealtà, è confortante sapere che anche un errore grave o due non ti faranno licenziare o che la tua relazione finirà. Se sei il sostenitore della lealtà, è bello poter contare su qualcuno e non pensare a rimpiazzarlo.

Ma la lealtà è sopravvalutata.

1. La lealtà incoraggia l'autocompiacimento. È vero, alcune persone si comportano bene anche se non ci sono responsabilità. Ma tutti noi conosciamo persone che, avendo la sicurezza del posto di lavoro, non lavorano diligentemente. Allo stesso modo, il nodo matrimoniale essendo difficile da sciogliere può portare a compiacimento, come evidenziato, per esempio, da questo: Tutte le coppie sposate, prima di un officiante, famiglia, amici e forse Dio, giurarono di essere fedeli per tutta la vita. Eppure molti hanno affari e metà divorziano, spesso reclamando "Quella non è la persona che ho sposato" e spesso si dividono a vicenda su un armadio.

2. La lealtà è inferiore al whistleblowing. Molti politici e altri leader affermano con orgoglio che cercano la lealtà nei loro consulenti. Troppo spesso ciò significa consulenti che non li ratificheranno. Come il vicepresidente di Lyndon Johnson, Hubert Humphrey, ha dichiarato: "Lei è (la scelta del presidente) in un matrimonio politico e si aspetta la tua assoluta lealtà." Non stiamo meglio con un vice presidente che è fedele solo finché è nel paese? miglior interesse?

3. Le persone cambiano. Un partner monogamo potrebbe decidere che è ora di giocare. Un dipendente potrebbe decidere: "Sono stanco di essere responsabile. Voglio perdere tempo. "In tali circostanze, la lealtà dovrebbe sempre essere data la priorità?

4. Cambiamenti di situazione: un senso di lealtà spesso impedisce ai datori di lavoro di sostituire una persona che, tutto sommato, dovrebbe essere sostituita. Ad esempio, un mio cliente medico aveva un direttore d'ufficio che era con lui da 15 anni. È gentile, affidabile e leale, non vorrebbe mai andarsene per un altro datore di lavoro. Ma la gestione di una pratica medica è cambiata radicalmente negli ultimi 15 anni. Oggi, il lavoro è molto più impegnativo a causa di tutte le pratiche assicurative e governative e della necessità di rispondere a smentite di copertura. Rendendo il lavoro ancora più difficile, quel dottore, come molti, ha dovuto aumentare il carico del paziente per compensare i declinanti pagamenti di Medicare, MediCal e assicurazioni, nonché i maggiori costi dell'assicurazione contro la negligenza, i regolamenti governativi e i benefici per i dipendenti. Quindi il responsabile dell'ufficio era ormai fuori di testa, non poteva o non voleva imparare i nuovi programmi per computer, ma non voleva smettere. Le nomine dei pazienti si sono rovinate così come i rimborsi dei pazienti e dei medici. Le sue entrate, che per le ragioni sopra menzionate erano già diminuite drasticamente e stava ancora rimborsando i suoi prestiti per la scuola medica, hanno avuto un ulteriore successo a causa delle sue mancanze. A causa della lealtà, per prima cosa ha cercato di assumere un assistente per lei, ma non era abbastanza vicino. Vide che l'assistente poteva fare molto di più, più velocemente. Alla fine, ha gentilmente lasciato andare il direttore dell'ufficio, con un buon pacchetto di risarcimento. In termini di giustizia cosmica, sarebbe stato più saggio per lui rimanere fedele a lei?

Il Takeaway

Naturalmente, la lealtà ha benefici ma anche passività sottodiscussa. Il takeaway di questo articolo è ricordarti di considerare entrambi.

La biografia di Marty Nemko è su Wikipedia. Il suo nuovo libro, il suo 8 ° è Il meglio di Marty Nemko.

Solutions Collecting From Web of "La lealtà è sopravvalutata"