La grande delusione

La cultura americana ora guida un nuovo tipo di depressione.

Sono stato un medico di famiglia per 29 anni. Sto vedendo qualcosa di nuovo, qualcosa che ho visto raramente 10 o 20 anni fa.

Una giovane donna ha chiamato l’ufficio per chiedere se riesco a cucire un taglio. Ovviamente il nostro dottore può cucire un taglio, le ha detto la receptionist. Questo è quello che fanno i medici di famiglia. Così entrò la giovane donna.

Si era tagliata con una lama di rasoio sulla coscia, sei volte. Era una taglierina esperta. Ma questa volta aveva tagliato troppo in profondità, e tre delle sei lacerazioni non avrebbero smesso di sanguinare.

Cucire tre lunghe lacerazioni offre molto tempo per parlare. Mi ha detto che non era un suicida. Non voleva morire. Si sentiva semplicemente ansiosa. “Quando lo faccio [taglio], l’ansia va via. Per un po ‘. “Notai che lei sembrava compulsivamente al suo telefono, molte volte anche mentre stavamo parlando.

 CCO/Creative Commons

Cosa spera di trovare sul suo telefono?

Fonte: CCO / Creative Commons

Lo vedo molto in questi giorni – quello sguardo compulsivo al telefono – soprattutto con i giovani. Molte persone hanno scritto su FOMO, la paura di perdere. Ma FOMO non cattura davvero quello che sto vedendo.

Che cosa sta succedendo a questa ragazza – e con le altre persone che vedo, che sono ansiose, che sono contemporaneamente speranzose e disperate? La maggior parte non si taglia con le lamette da barba, ma guardano tutti i loro telefoni con la stessa espressione sui loro volti. Stanno guardando i loro telefoni nella speranza che qualcosa di meraviglioso succederà. Forse il mio video su YouTube diventerà virale. Forse qualcuno straordinario capirà quanto sono speciale. Forse la prossima email cambierà la mia vita.

Vedo così tante di queste persone ora, la loro speranza mista a disperazione. O più precisamente, la loro speranza sta guidando la loro disperazione. I loro sogni di fama e successo, uniti alla crescente consapevolezza di non essere mai famosi o di enorme successo, sono esattamente il motore che li sta guidando verso il buio.

 CCO/Creative Commons

I telefoni alimentano le nostre speranze e le nostre fantasie

Fonte: CCO / Creative Commons

Perché sta succedendo? E perché sta succedendo molto di più adesso?

I ricercatori dell’UCLA hanno esaminato i programmi televisivi più popolari venduti ai giovani, dal 1967 al 2007. Hanno studiato quello che gli spettacoli stavano insegnando su ciò che è importante e ciò che è prezioso. Trovarono grande coerenza dal 1967 al 1997, che si trattasse di The Andy Griffith Show nel 1967 o Sabrina the Teenage Witch nel 1997. Per quei 30 anni, ciò che era importante – come comunicato dai programmi TV più popolari – era essere una brava persona, essere gentile con gli altri. Essere famosi non era importante: si collocava alla fine di 16 parametri diversi tra il 1967 e il 1997. Ma tra il 1997 e il 2007, la cultura americana cambiò: essere famoso passò dall’essere la cosa meno importante ad essere la più importante. Tra il 1997 e il 2007, essere gentili con gli altri è passato dall’essere la cosa più importante (n. 1 su 16) ad essere molto meno importante (n. 11 su 16). Ed è solo peggiorato: essere gentile non ti porterà molto lontano su Survivor o Miliardi o Impero o Successione .

Il poeta Robert Bly e la psicoterapeuta Marion Woodman hanno scritto un libro su come i giovani diventano adulti maturi. Hanno notato che alcuni giovani hanno la sensazione che qualcosa di sorprendente succederà loro – che saranno scoperti, che diventeranno famosi. Poi, all’età di 19 o 24 o 29 anni, quel giovane sperimenta quello che Bly e Woodman chiamavano The Great Disappointment – la consapevolezza che il loro grande sogno non si sarebbe avverato. Il risultato è spesso un collasso esistenziale in ansia e depressione.

Oggi vedo molti più giovani che incontrano la Grande delusione. A un certo livello, difficili da ammettere anche a se stessi, speravano di diventare il prossimo Steve Jobs o Mark Zuckerberg, il prossimo Beyoncé o Bruno Mars, il prossimo Oprah o il dottor Oz. E poi quel giovane capisce: non succederà. Non a me. Non sarò mai un imprenditore miliardario / famoso intrattenitore / celebrità dei media (primo cerchio).

CCO/Creative Commons

Non puoi avere una relazione con un telefono

Fonte: CCO / Creative Commons

Che consiglio posso dare a quel giovane?

Comincio con: la realtà. Riconoscere che la vita, per la maggior parte di noi, è una serie di delusioni, con lunghe distese di noia nel mezzo. E poi muori. Quindi devi trovare gioia e significato nella vita che hai adesso. Non perdere le tue speranze di diventare famoso. Probabilmente non succederà. Cerca di non guardare Instagram o altri motori di social media di invidia. Leggi invece un vecchio libro – qualcosa scritto prima, diciamo, 1997. O vai a fare una passeggiata in un parco. Incontra un amico per una tazza di caffè. Guarda il cielo. Ascolta gli alberi. Annusa l’aria.

Verso la fine della seconda guerra mondiale, uno scrittore britannico suggerì un esperimento mentale che ho parafrasato come segue: Immagina 30 persone che vivono tutte in stanze nello stesso edificio. Quindici di loro pensano che l’edificio sia un hotel a cinque stelle tutto incluso. Gli altri 15 pensano che sia una prigione. Chi si crede di essere in un bell’albergo è turbato dalla scarsa qualità delle camere e dal cibo mal preparato. Coloro che credono di essere in prigione sono piacevolmente sorpresi dalle camere e dal cibo, anche se le camere e il cibo sono esattamente gli stessi per entrambi i gruppi.

In altre parole, la tua esperienza soggettiva dipende in gran parte dalle tue aspettative. Se speri e aspetti di essere ricco e famoso un giorno, è più probabile che tu diventi invidioso e risentito. Ma se hai delle aspettative modeste, è più probabile che ti sia grato per i piccoli piaceri lungo il cammino.

Quando la mia paziente è tornata 11 giorni dopo per togliersi i punti, mi ha detto che era contenta per il tempo che avevamo passato insieme, parlando. “Grazie per avermi insegnato il segreto,” disse.

“Quale segreto?” Ho chiesto.

“Immagino che aspettarsi di meno sia la chiave per essere felici”, ha detto. E lei sorrise.

Leonard Sax MD PhD è l’autore di quattro libri per genitori: www.leonardsax.com

  • La neuroscienza di perdere il treno del pensiero
  • A volte la rabbia è una buona cosa
  • I computer mancano di giudizio sociale
  • Inventario delle credenze
  • 13 Vantaggi della teleterapia per terapisti
  • L'ondata crescente di parto cesareo
  • Cosa perdiamo e otteniamo quando una famiglia si separa
  • Due delle parole più pericolose della stagione: "Hosted Bar"
  • 12 paure comuni che ci tengono bloccati
  • Vedere attraverso gli incantesimi di un illusionista
  • Non c'è tempo per il ritardo
  • Windows nella nostra psiche?
  • Live-Blogging APA: migliore invecchiamento attraverso la telomerasi
  • Quando le parole positive influenzano negativamente gli studenti
  • Smetti di fare risoluzioni che ti lasciano deluso
  • Consiglieri Contro il DSM 5
  • Fare spazio per ora
  • Pericoli nelle comunicazioni Child Sex-Tech
  • Messaggio da un bombardiere
  • Bambini in famiglie poliamorose, parte 4
  • Perché alcune persone hanno problemi con gli uomini: miseria
  • Come muoiono i dottori
  • 9 modi la maternità può rompere il tuo spirito
  • Alla ricerca di "Confident Yet Sensitive"
  • Superfluidità: decodifica l'enigma della flessibilità cognitiva
  • Hai sabotato accidentalmente la tua motivazione per lavorare?
  • Sii l'unico
  • Il declino dell'empatia e l'appello alla politica dell'ala destra
  • Un sorprendente effetto collaterale dell'obesità nelle ragazze
  • Amore, sesso e romanticismo con diverse abilità
  • Dopo un decennio di fame ...
  • Cool Art Therapy Intervention # 1: Terza mano del terapeuta dell'arte
  • Il futuro della sessualità maschile
  • Aggressione passiva in psicologia
  • L'arte di smettere: quando e come andare avanti
  • Cosa succederebbe se la Terra fosse piatta dopo tutto?