La fisica può aiutarci a capire la coscienza?

La ragione per cui molti di noi hanno difficoltà ad affrontare la nozione che la nostra coscienza non è altro che il funzionamento del nostro cervello è collegato al nostro dualismo di fondo. Non siamo in grado di credere che la coscienza sia identica alla funzione cerebrale Pensiamo che qualcosa sia lasciato fuori da quella formulazione e non possa sfuggire all'idea debilitante che la coscienza sia qualcosa al di sopra e al di sopra di qualsiasi cosa costituisca il nostro normale funzionamento cerebrale. Iniziamo a cercare risposte nell'etere, nella meccanica quantistica o iniziamo a dire che la coscienza è inspiegabile. Fammi vedere se riesco a fare un'analogia con il concetto di forza in fisica per cercare di disilluderti sul tuo dualismo.

Ho avuto l'idea di questa analogia leggendo Bertrand Russell. Immagina che la tua auto sia bloccata sulla strada e che tu voglia spingerla via dall'erba. Metti la tua spalla sul retro della macchina e spingi più forte che puoi. Stai applicando una forza sul retro dell'auto per spostarla dalla strada. Se pensi a quello che stai facendo, non puoi fare a meno di sentire che lasceresti qualcosa senza applicare il concetto che hai chiamato forza.

Senza forzare, la macchina rimane messa sulla carreggiata. Mi sto ripetendo qui per rendere assolutamente chiaro nella tua mente che la forza è necessaria per spostare la macchina. Dopotutto, è il modo in cui tutti abbiamo imparato la legge di Newton nella classe di fisica delle scuole superiori. Nessuna forza, nessuna accelerazione. Ma la forza è uguale all'accelerazione del tempo di massa (f = ma). Quindi la forza, in fisica, è superflua. Potremmo averlo lasciato fuori e semplicemente usato la massa e l'accelerazione come i nostri concetti e ancora avremmo spostato con successo l'auto fuori dall'autostrada.

Ma ciò non significa che la forza non esiste, che non è necessario applicare la forza per far muovere la macchina. Significa che la forza è costituita dalla massa e dall'accelerazione. È composto da queste due cose e non c'è nulla al di sopra e al di là della massa e dell'accelerazione necessarie per avere forza. Lo stesso vale per la coscienza. Una volta che hai la veglia e il contenuto, non hai bisogno di nient'altro per costituire coscienza, a condizione che il contenuto sia completo e corretto. Non è rimasto nulla, perché non c'è niente di più necessario per costituire la coscienza, così come non c'è nulla di più necessario per costituire la forza al di sopra e al di là della massa e dell'accelerazione.

Mi sembra che l'unico modo per smettere di accettare questa analogia sia dire che forza, massa e accelerazione sono tutti fisici ma che la coscienza non è fisica, da qui la necessità di qualcosa in più. Ma questo è il dualismo e noi vogliamo attenerci al materialismo, se possiamo.

Solutions Collecting From Web of "La fisica può aiutarci a capire la coscienza?"