La finzione di Guantanamo del senatore Marco Rubio

Il 15 aprile 2015, ABC News presentava un rapporto "Marco Rubio avrebbe riaperto Gitmo, Reverse Obama Foreign Policy", pubblicando un collegamento video a un'intervista con il senatore (http://abcnews.go.com/Politics/marco-rubio -reopen-Gitmo-reverse-obama-politica estera / storia? id = 30.292.526). L'autore Chris Good scrive: "Sen. La piattaforma di politica estera di Marco Rubio ha un tema: annullare alcune delle più grandi decisioni del presidente Obama. Ciò includerebbe la riapertura della prigione militare di Guantanamo Bay, a Cuba, se Obama riuscirà a chiuderlo come il presidente ha promesso all'inizio del suo primo mandato alla Casa Bianca. "In un'intervista a George Stephanopoulos (http: //abcnews.go .com / Politics / video / obama-closes-gitmo-marco-rubio-pledges-riaprire-presidente-30293513), il senatore Rubio ha dichiarato: "Non deteniamo più terroristi, in modo continuativo, e quindi non stiamo ottenendo interrogatori. Sono uccisi da un drone, o sono presi di mira in qualche altro modo, ma c'è un enorme valore nel catturare le persone che sono combattenti nemici e, da loro, essere in grado di raccogliere informazioni utilizzabili che non solo possono prevenire attacchi contro la patria e all'estero, ma ci permettono di distruggere le loro cellule che hanno creato in diverse parti del mondo. "Il senatore Rubio continua nel video," E a proposito, la recente storia di persone liberate da Guantanamo è atroce. Una percentuale significativa è tornata sul campo di battaglia. Una percentuale significativa – per esempio, quelli che sono andati in Uruguay – non vengono monitorati in modo accurato o efficace e rappresentano un pericolo nel breve e medio termine per il nostro paese e il mondo. Quindi penso che il prossimo Presidente degli Stati Uniti dovrà affrontare le conseguenze di alcuni dei prigionieri che sono stati rilasciati ".

Prima di procedere, offro disclaimer pertinenti. Innanzitutto, conosco molto poco del senatore Rubio al di fuori di questa intervista. Non ho motivo di supportarlo o contrastarlo. Sono preoccupato per Guantanamo e credo che qualsiasi discussione a riguardo dovrebbe essere fondata sui fatti, non sulle opinioni. In secondo luogo, la mia affiliazione politica è irrilevante. Non ricevo contributi finanziari per scrivere a favore o contro alcuna entità politica. Infatti, ho incontrato e intervistato molti Democratici, Repubblicani e Indipendenti che approvano in vario modo l'apertura o la chiusura di Guantanamo. Terzo, ho intervistato avvocati (accusa e difesa), psicologi e psichiatri che hanno lavorato nel sistema delle commissioni militari di Guantanamo. Le loro dichiarazioni di fatto e ricordi, insieme a documenti governativi e non governativi, hanno formato le mie opinioni personali. Le mie opinioni, tuttavia, non sono l'argomento di questo pezzo – sono i senatori.

Nel mio libro Mental Health in the War on Terror (http://cup.columbia.edu/book/mental-health-in-the-war-on-terror/9780231166645), dedico due capitoli relativi a Guantanamo. Nel secondo capitolo, analizzo i dibattiti sull'etica degli psichiatri e degli psicologi che partecipano agli interrogatori. Nel terzo capitolo, esaminerò il processo di come i detenuti possono ricevere valutazioni indipendenti della salute mentale al di fuori dei valutatori medici di Guantanamo che potrebbero essere prevenuti nei loro confronti. Questo mi fornisce uno sfondo per analizzare diverse affermazioni del senatore:

1. "Continuiamo a detenere i terroristi, e quindi non riceviamo interrogatori. Sono uccisi da un drone, o sono presi di mira in qualche altro modo, ma c'è un enorme valore nel catturare le persone che sono combattenti nemici e, da loro, essere in grado di raccogliere informazioni utilizzabili che non solo possono prevenire attacchi contro la patria e all'estero, ma ci permettono di interrompere le loro cellule che hanno creato in diverse parti del mondo. " FALSO . Noi deteniamo i terroristi, ma attraverso canali esistenti di forze dell'ordine come il Federal Bureau of Investigation. Il sistema giudiziario federale americano ha avuto più successo del sistema di Guantanamo nel processo giudiziario a causa della disponibilità di maggiori risorse: quasi 500 processi in tribunale federale contro 8 a Guantanamo (http://www.humanrightsfirst.org/sites/default/ file / Federal-Court-mito-vs-Fact.pdf). Questa giustificazione del Senatore per mantenere aperto Guantanamo è insostenibile.

2. "A proposito, la recente storia di persone liberate da Guantanamo è atroce. Una percentuale significativa è tornata sul campo di battaglia. " FALSO . Il direttore dell'intelligence nazionale ha pubblicato un rapporto nel 2014, in consultazione con i direttori della Central Intelligence Agency e della Defense Intelligence Agency, che il rientro dei terroristi è diminuito dal gennaio 2009, dopo che Barack Obama ha assunto la presidenza (http: //www.dni. gov / files / documenti / Sala stampa / Rapporti% 20and% 20Pubs / GTMO.pdf). Stiamo osservando un tasso di riconversione del 18,6% prima del 2009 rispetto al tasso di riconversione del 6,1% dopo il 2009. Quanto "recente" è la "storia recente" del senatore Rubio?

3. "Una percentuale significativa – per esempio, quelli che sono andati in Uruguay – non vengono monitorati in modo accurato o efficace e rappresentano un pericolo nel breve e medio termine per il nostro paese e il mondo." FALSO . Cinque giorni fa, l' International Business Times ha riferito che l'Uruguay ha accettato sei ex detenuti a Guantanamo, i quali non sono mai stati accusati di crimini per questioni relative ai diritti umani (http://www.ibtimes.com/plight-ex-guantanamo-detainees-uruguay- mostra problemi aggiustaggio-dopo-detenzione-1.876.551). Non meno che l'ex presidente José Mujica ha seguito la situazione. Il Times riportò questa citazione: "Lui (Mujica) in seguito disse che la detenzione aveva avuto un pesante tributo agli uomini: 'Potrebbero essere qui per due anni e non capiranno una dannata cosa, perché anche se vuoi insegnare loro Gli spagnoli mancano della forza interiore, della volontà di andare avanti con le loro vite ", ha detto a Reuters. "Sono stati trasformati a metà strada in verdure." "In quale altro modo il senatore Rubio amerebbe questi uomini da monitorare se un ex presidente dell'Uruguay non tenesse le schede?

Sappiamo tutti che i candidati democratici e repubblicani stanno lottando per la presidenza. Nel mio libro, castigo funzionari di entrambi i partiti politici per aver usato il terrorismo come scusa per sovvertire le leggi di questo paese. Funzionari così vari come i presidenti George Bush e Barack Obama hanno espresso rammarico per mantenere aperta Guantanamo. Quel rimpianto riflette la grandezza dell'America – i nostri funzionari hanno commesso errori terribili e non si fanno intimidire dalla responsabilità. Tale responsabilità dovrebbe essere richiesta dai candidati del più alto ufficio del nostro paese. Nei giorni a venire, i sostenitori del senatore potrebbero trarre beneficio incoraggiandolo a formulare argomentazioni basate sui fatti.

Solutions Collecting From Web of "La finzione di Guantanamo del senatore Marco Rubio"