La fine dei ragazzi

I titoli di tre pubblicazioni recenti sembrano quasi uno scherzo. C'era il libro di Maureen Dowd del 2005, Are Men Necessario ? E poi, nel 2010, l'articolo di Hanna Rosin in The Atlantic , "The End of Men." E, più recentemente (settembre 2011), un dibattito alla NYU sulla risoluzione, "Gli uomini sono finiti".

L'idea che il genere che è sempre stato dominante in tutto il mondo potrebbe essere nei guai potrebbe sembrare un po 'ridicolo e altri come ricompensa. Ed è difficile dispiacersi per gli uomini adulti, specialmente quelli in posizioni di potere e influenza. Ma c'è qualcosa che mi rende molto meno divertito da quei titoli iperbolici ma non terribilmente off the mark: io sono il padre di tre figli e il nonno di tre nipoti.

Forse sembra esserci poco bisogno di preoccuparsi degli uomini maturi. Ma c'è un gruppo di cui dovremmo essere molto preoccupati: ragazzi e giovani uomini (che include il mio figlio più giovane e tutti i miei nipoti). Negli Stati Uniti, in effetti in tutto il mondo sviluppato, chiaramente non stanno facendo bene come le ragazze e le giovani donne.

Potresti aver già visto dati comparativi di come stanno facendo oggi giovani maschi e femmine americani, ma uno dei migliori paragoni viene da Tom Mortenson, uno studioso senior dell'Istituto Pell per lo studio delle opportunità nell'istruzione superiore, nel suo spesso citato " Per ogni 100 ragazze … "Ecco un esempio delle sue statistiche:" Per ogni 100:

• Ragazze di decima classe che giocano ai videogiochi per un'ora o più al giorno, ci sono 322 ragazzi di grado decimo che lo fanno.
• ragazze sospese dalla scuola superiore, ci sono 215 ragazzi sospesi.
• giovani donne che ottengono un diploma di laurea, ci sono 75 uomini che lo fanno.
• donne di età compresa tra 25 e 29 anni che hanno almeno un diploma di laurea, ci sono 83 uomini che lo fanno.
• donne di età compresa tra 25 e 29 anni che hanno un diploma di dottorato, ci sono 80 uomini che lo fanno.
• femmine di età compresa tra 15 e 24 anni che si uccidono, 586 maschi.
• donne di età compresa tra i 18 ei 24 anni che si trovano in strutture correttive, ci sono 1439 uomini che si trovano dietro le sbarre ".

Non credo che nessuno possa legittimamente sostenere che, come gruppo, ragazzi e giovani non hanno più problemi delle ragazze e delle giovani donne, compreso il restare indietro a tutti i livelli educativi, eppure, politicamente, questo non è ancora un problema del bruciatore anteriore. Perchè no?

Parte di ciò è che quei titoli che reclamano la fine dei maschi o che mettono in discussione la loro necessità dicono tutti "uomini", una parola che generalmente non suscita preoccupazione o compassione. Tuttavia, dati i dati, è giunto il momento di pensare a quei titoli come applicabili a coloro che diventeranno uomini: cioè ragazzi , i nostri figli e nipoti. Vorrei insistere sul fatto che ogni volta che vedi un riferimento a "The End of Men", la pensi come "The End of Boys" perché, in definitiva, questo è ciò che significa veramente. E non chiedere se gli uomini sono necessari, ma se i ragazzi sono necessari. Pensa a quella risoluzione del dibattito come "I ragazzi sono finiti". O, se preferisci, i nostri figli e nipoti sono finiti.

Capisco che, per molti, sarà difficile passare a preoccupazioni per i maschi di qualsiasi età. Sono ben consapevole del danno che il sessismo ha fatto. Mi viene sempre vicino alle lacrime quando parlo della mia defunta suocera, una donna brillante, nata in povertà relativa all'inizio degli anni '20, che lavorava a posti di lavoro molto al di sotto della sua intelligenza e abilità perché era quello che facevano le donne prima del moderno movimento delle donne. All'età di 70 anni si laureò con lode in un prestigioso college, ma morì quattro anni dopo. Raramente ho incontrato qualcuno così capace di contestare argomenti con grandi contro-argomentazioni; lei avrebbe fatto un magnifico avvocato. Quindi lo capisco.

Ma le mie tre nuore, tutte nate tra il 1961 e il 1983, sapevano che potevano fare tutto ciò che volevano. Sono, ovviamente, i beneficiari di un movimento delle donne che era necessario e importante – e lo sono ancora in molte parti del mondo. Ma nel nostro paese oggi, e in gran parte del mondo sviluppato, anche l'aspetto più casual delle statistiche mostrerà che sono i nostri giovani maschi che hanno bisogno del nostro aiuto e attenzione molto più delle nostre giovani femmine.

In definitiva, credo che l'impulso dovrà venire dai genitori e dai nonni dei ragazzi, anche se posso percepire nelle femministe con figli i conflitti che sentono attorno a questo problema. Come ha scritto la scrittrice Phyllis Chesler, "Avere un figlio, non una figlia, è stata una sfida per il mio femminismo appassionato, incentrato sulla donna".

Più vicino a casa, ho ascoltato un amico femminista parlare con preoccupazione del suo unico figlio, un figlio di 30 anni, che ha lottato con il lavoro e le relazioni. Nel suo stesso lavoro, come professore nelle discipline umanistiche, ha visto le sue classi dominate da giovani donne, non solo nei numeri ma anche nella partecipazione e nelle prestazioni accademiche.

"Perché pensi che stia succedendo", le chiesi, riferendomi alle sue lezioni.

Lei rispose senza esitazione: "È il movimento delle donne".

So che è preoccupata per suo figlio, ma, come ho visto tante volte quando i genitori parlano dei problemi che hanno i loro figli, lei lo vede come un problema individuale, non come un problema sociale. Sono sicuro che è difficile per lei accettare la possibilità che il femminismo in cui crede così fortemente, ignorando i ragazzi, ha permesso di sviluppare una situazione progressivamente più squilibrata, in cui suo figlio è coinvolto.

Un buon modello per le femministe di oggi potrebbe essere Dottie Lamm, ex first lady del Colorado e ben noto nel suo stato per il suo attivismo, spesso per conto delle donne. In un articolo opzionato al Denver Post nell'aprile 2010, intitolato "I ragazzi stanno cadendo dietro all'educazione", Lamm inizia con queste parole: "Qual è la prossima battaglia per una femminista che invecchia? Ragazzi.

"Certo, la battaglia per i diritti delle donne e l'uguaglianza non è stata completamente vinta, ma la nuova realtà è che in futuro saranno i maschi a essere maggiormente a rischio".

E lei finisce con questo:

"Se un movimento maschile si sviluppa per i ragazzi, mi unirò a lui. E, come una femminista invecchiata, combatterò ancora per prendere grossi pezzi da quel soffitto di vetro per le donne. Ma come nonna di tre giovani ragazzi, farò del mio meglio per impedire ai giovani di sprofondare in quel pavimento di fango accademico ".

Ammiro il coraggio di Dottie Lamm e sento che lei rappresenta il futuro, se vogliamo prevenire la fine dei ragazzi.

E per paura che "la fine dei ragazzi" sia un termine troppo forte, considera il fatto che, data la situazione attuale, in cui così tanti ragazzi stanno lottando e le ragazze sembrano avere un futuro illimitato nel nostro paese, un numero crescente di futuri genitori sta usando la tecnologia riproduttiva per aumentare la probabilità di avere ragazze.

Hanna Rosin inizia il pezzo "End of Men" con un riferimento al biologo Ronald Ericsson, che negli anni '70 ha trovato un modo per separare lo sperma che trasporta il cromosoma Y da quelli che portano la X, fornendo così un mezzo per determinare il sesso del proprio figlio. Negli anni '90 Ericsson ha scoperto che le coppie nelle cliniche che utilizzavano la sua tecnica "richiedevano più ragazze che ragazzi, un divario che è persistito … In alcune cliniche, Ericsson ha detto, il rapporto ora è alto come 2 a 1 …" Anche Rosin cita "Un nuovo metodo per la selezione degli spermatozoi, chiamato Microsort … La ragazza richiede che il metodo venga eseguito a circa il 75 percento."

E infine c'è da un articolo del magazine del New York Times del 10 agosto 2011 su "twin reduction", la pratica altamente controverso dei medici che consegnano solo uno dei due gemelli abortendo l'altro. I medici scelgono casualmente quale feto eliminare quando entrambi sono sani e ugualmente accessibili, a meno che non siano di sesso diverso. Quindi "alcuni medici chiedono ai genitori quale vogliono mantenere".

"Fino all'ultima decade, la maggior parte dei medici ha rifiutato di affrontare questa domanda, ma quella demarcazione etica si è indebolita, come sempre più pazienti fanno pressioni per questa opzione ei dottori scoprono che molti optano per le ragazze".

A parte l'infanticidio, potrebbe essere qualcosa di più letteralmente la fine dei ragazzi?

Solutions Collecting From Web of "La fine dei ragazzi"