La depressione è una parte normale dell'invecchiamento?

"La depressione è una parte normale dell'invecchiamento?" È una domanda che attira davvero il modo in cui pensiamo all'invecchiamento e agli anziani in generale. Iniziamo ad ipotizzare la risposta a questa domanda guardando intorno ai nostri cari mentre invecchiano, guardando noi stessi mentre invecchiamo, guardando le immagini dell'invecchiamento e degli anziani nei media, per sentito dire e altri resoconti di seconda mano dell'invecchiamento o con altri mezzi. Indipendentemente da quale risposta alla fine arriveremo, ci baseremo probabilmente sui nostri valori e sulle nostre esperienze sull'invecchiamento per determinare se la depressione è tipica dell'invecchiamento.

Bene, la comunità scientifica ha affrontato questo problema e il consenso oggettivo è che no; la depressione non è una parte normale dell'invecchiamento . La depressione è una malattia che colpisce meno dell'1% – 5% delle persone anziane che vivono nella comunità e solo fino all'11,5-13,5% degli adulti che richiedono livelli più elevati di assistenza come l'assistenza domiciliare o l'assistenza ospedaliera (Center for Disease Prevention and Control; CDC, 2015). Mentre gli anziani sono noti per i problemi di salute mentale sottostimati, sembra sicuro affermare che la maggior parte degli anziani non soffre di depressione. Questo post mira a esplorare e sfidare il mito della depressione come una parte normale dell'invecchiamento, per offrire una migliore comprensione dei sintomi depressivi e per puntare a trattamenti efficaci per la depressione.

Quindi, perché potremmo ipotizzare che la depressione sia una parte normale dell'invecchiamento?

Cambiamenti nello stile di vita

La vita tardiva ha la tendenza a venire con molti cambiamenti, e questi cambiamenti possono suscitare delle forti emozioni. L'American Psychological Association afferma che i cambiamenti fisici e di stile di vita nella vita successiva possono "dare origine a emozioni negative come tristezza, ansia, solitudine e abbassamento dell'autostima" (APA.org; "Depression and Aging"). Le probabilità, tuttavia, sono che le forti emozioni negative associate alle transizioni della vita non si trasformino in depressione clinica. Come affermato in precedenza, la stragrande maggioranza degli anziani non è depressa clinicamente (Center for Disease Control and Prevention, 2015). Molte persone faranno fronte a forti emozioni usando una vita di resilienza ed esperienza, coping positivo e supporto sociale. Possono provare tristezza e lutto, senza sviluppare la depressione. Se un individuo è profondamente in difficoltà per far fronte agli stressanti della vita o inizia a sviluppare sintomi di depressione, i loro sintomi non dovrebbero essere considerati "normali" e il trattamento dovrebbe essere ricercato.

Cambiamenti nel corpo

La pubblicazione online dell'American Psychological Association su "Depression and Aging" afferma che "ci sono prove che alcuni cambiamenti dell'organismo naturale associati all'invecchiamento possono aumentare il rischio di una persona di provare depressione". Ad esempio, potrebbe esserci un legame tra bassi livelli di vitamina B9 (folato) e depressione negli anziani (vedi Almeida, Ford & Flicker, 2015). Tuttavia, l'aumento del rischio fisico per la depressione non rende la depressione una parte "normale" dell'invecchiamento. Indipendentemente dal livello di rischio, la depressione continua ad essere una malattia trattabile piuttosto che una componente accettabile dell'invecchiamento.

Cosa distingue la depressione dall'invecchiamento "normale"?

La depressione è un tipo di malattia medica che è caratterizzata dai seguenti sintomi secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC):

  • Sentimenti di disperazione e / o pessimismo
  • Sentimenti di colpa, inutilità e / o impotenza
  • Irritabilità, irrequietezza
  • Perdita di interesse per attività o hobby una volta piacevole
  • Affaticamento e diminuzione dell'energia
  • Difficoltà a concentrarsi, ricordare i dettagli e prendere decisioni
  • Insonnia, veglia mattutina o sonno eccessivo
  • Eccesso di cibo o perdita di appetito
  • Pensieri di suicidio, tentativi di suicidio
  • Dolori persistenti, mal di testa, crampi o problemi digestivi che non migliorano, anche con il trattamento

Gli adulti più anziani che soffrono di depressione sperimentano sintomi che interrompono il loro funzionamento quotidiano il più delle volte per diverse settimane e possono trovarsi a ritirarsi dalle persone care e dalle attività. La depressione è una malattia medica grave che richiede valutazione, diagnosi e trattamento. Se sospetti che tu stesso o una persona cara possa soffrire di depressione, puoi rivolgerti ai medici di base, agli psichiatri, ai centri di salute mentale della comunità, agli specialisti della salute mentale e / o agli ospedali. Si prega di fare riferimento anche alle risorse sottostanti da APA e CDC.

Che aspetto ha il trattamento e funziona?

Psicoterapia

La psicoterapia è un servizio fornito da psicologi, consulenti, assistenti sociali e psichiatri. Spesso chiamata "terapia del linguaggio", la psicoterapia coinvolge la consulenza individuale o di gruppo con un fornitore esperto e può assumere molte forme diverse. Ad esempio, alcune psicoterapie possono essere molto istruttive (ad esempio insegnare sulla depressione), alcune possono concentrarsi sui comportamenti (cioè migliorare il sonno), alcuni possono concentrarsi sui pensieri (cioè quali pensieri peggiorano la depressione), alcuni possono concentrarsi sulle relazioni (cioè quali modelli impedirti di soddisfare i tuoi bisogni), e alcuni incorporano tutto quanto sopra, o qualcosa di diverso da ciò che è elencato sopra. Se tu o la persona che ami non ti connetti con un fornitore o un trattamento, è sempre nel tuo diritto cambiare i fornitori o richiedere maggiori informazioni sul trattamento – le probabilità sono che troverai qualcosa che funzioni davvero! L'American Psychological Association riporta crescenti prove del fatto che "gli adulti più anziani rispondono bene a una varietà di forme di psicoterapia e possono beneficiare di interventi psicologici ad un livello paragonabile ai giovani adulti" (apa.org). Per la depressione, in particolare, gli anziani beneficiano enormemente della psicoterapia (vedi Lee, Franchetti, Imanbayev, Gallo, Spira & Lee, 2012).

Psicofarmacologia

Psichiatrici e medici possono prescrivere farmaci per curare la depressione. La ricerca sostiene che molti pazienti traggono beneficio dal trattamento farmacologico (vedi Adams, Miller & Zylstra, 2008) e che il trattamento tramite farmaci continua ad essere una componente importante dell'assistenza alla depressione negli anziani (vedi Taylor, 2015). Idealmente, i farmaci sarebbero forniti in combinazione con la psicoterapia. Assicurati di chiedere al tuo medico circa la loro esperienza con il lavoro con gli anziani, in particolare, dal momento che i farmaci possono influenzare gli anziani in modo diverso rispetto agli adulti più giovani. Idealmente, gli antidepressivi sono adattati ai dati demografici di un paziente.

Riepilogo: non trascurare la depressione nell'età adulta più anziana

Nel complesso, la depressione non è una parte normale dell'invecchiamento. Piuttosto, la depressione è una malattia medica che può essere trattata con successo sia negli adulti più giovani che in quelli più anziani. Il trattamento include spesso la psicoterapia (consulenza) e psicofarmacologia (farmaci). Quando siamo in grado di riconoscere che la depressione non è qualcosa da tollerare semplicemente come "normale" in età avanzata, siamo in grado di aumentare il trattamento degli anziani con depressione e migliorare le possibilità di invecchiamento di ogni adulto con dignità, grazia e gioia .

risorse:

Depressione e suicidio dell'APA nella Guida alle risorse per gli anziani

http://www.apa.org/pi/aging/resources/guides/depression.aspx

Riepilogo e risorse del CDC per invecchiamento e depressione

http://www.cdc.gov/aging/mentalhealth/depression.htm

Riferimenti:

Almeida, OP, Ford, AH, & Flicker, L. (2015). Revisione sistematica e meta-analisi di studi randomizzati controllati verso placebo di folati e vitamina B12 per la depressione. Psicogeriatria internazionale / IPA, 27 (5), 727-737. doi: 10,1017 / S1041610215000046

Lee, SY, Franchetti, MK, Imanbayev, A., Gallo, JJ, Spira, AP, e Lee, HB (2012). Prevenzione non farmacologica della depressione maggiore tra gli anziani in età abitativa: una revisione sistematica dell'efficacia degli interventi di psicoterapia. Archives of Gerontology and Geriatrics, 55 (3), 522. doi: 10.1016 / j.archger.2012.03.003

Adams, SM, Miller, KE, & Zylstra, RG (2008). Gestione farmacologica della depressione adulta. Medico di famiglia americano [HW Wilson – GS], 77 (6), 785.

Taylor, WD (2015). I farmaci antidepressivi dovrebbero essere usati negli anziani? Revisione dell'esperto di Neurotherapeutics, 15 (9), 961.

Solutions Collecting From Web of "La depressione è una parte normale dell'invecchiamento?"