La conferenza internazionale OCD: A Focus on Compassion

Fonte: Dennis Tirch

Questo venerdì, 29 luglio, sarò a Chicago, tenendo un discorso in plenaria alla conferenza di una straordinaria organizzazione, The International OCD Foundation. La Fondazione fornisce importanti contributi per far progredire la nostra comprensione scientifica e la stigmatizzazione del DOC. Parlerò di una nuova importante direzione per il trattamento dell'OCD e dell'ansia in generale, la Compassion Focused Therapy (CFT) per l'ansia. I risultati iniziali dimostrano che allenare la mente con compassione potrebbe aggiungere potenza ed efficacia al trattamento dell'ansia. Questo post sul blog intende richiamare la nostra attenzione sul motivo per cui la compassione dovrebbe aiutarci in questo modo.

La duratura definizione storica della compassione è una sensibilità alla presenza della sofferenza che incontriamo in noi stessi e negli altri, insieme a una motivazione e all'impegno a fare qualcosa al riguardo. Per migliaia di anni, le tradizioni di saggezza globale hanno invocato uno specifico allenamento mentale nella coltivazione della compassione come un modo per affrontare i problemi psicologici. La nostra scienza attuale sta convalidando queste direzioni concettuali. Più che un'emozione o un'idea, consideriamo la compassione un aspetto incarnato essenziale dell'intelligenza umana che scaturisce dalla nostra motivazione per la connessione, la cooperazione e la cura.

In CFT, la nostra premessa centrale riguarda il modo in cui l'evoluzione umana ha portato a emozioni affiliative e relazioni di attaccamento umano fornendo una base sicura per il nostro sviluppo di coraggio, curiosità e risposta flessibile. In questo modo, vediamo la nostra capacità di affrontare l'ansia con coraggio e disponibilità come emergenti dalle dinamiche di attaccamento umano. È chiaro che la compassione organizza la mente in modi che ci concedono coraggio. Il gold standard della psicoterapia per il disturbo ossessivo compulsivo richiede che una persona faccia deliberatamente le sue più grandi paure. Perché non fornire loro pieno accesso ai loro strumenti più evoluti per superare l'ansia di evitamento e andare verso la loro sofferenza con l'impegno di agire?

Sappiamo dalla ricerca che coltivare la compassione trasforma le nostre menti ei nostri comportamenti, portando a livelli più bassi di ansia, maggiore impegno sociale e flessibilità psicologica. Ci sono una serie di risultati psicologici positivi che sono stati trovati aumentare con crescente compassione. Spesso quando clienti e studenti imparano ad attivare le loro menti compassionevoli, diventano meglio capaci di tollerare e creare spazio per emozioni difficili. Coraggio, curiosità e gioia possono manifestarsi mentre gradualmente abbandoniamo la nostra lotta contro la nostra esperienza. Quando possiamo considerare noi stessi e gli altri con gentilezza nei nostri cuori, a contatto con una riserva interiore di fiducia e disponibilità ad agire, le nostre vite possono prosperare. Quando le nostre menti sono organizzate per compassione, siamo meno dominati da emozioni e comportamenti basati sulla minaccia. Spesso, questo significa che possiamo impostare nuovi punti cardinali per la direzione della nostra vita, con maggiore libertà di pivot verso obiettivi profondamente valutati, perseguendo vite di significato, scopo e vitalità.

Pensiamo a come gli attributi della mente compassionevole potrebbero contribuire a superare l'ansia. Questi sono i 6 attributi della compassione, come descritto dalla letteratura psicologica sull'argomento:

  • Motivazione per prendersi cura del benessere umano
  • Sensibilità al momento presente focalizzata alla presenza della sofferenza
  • Simpatia emotiva per l'esperienza di sé e degli altri
  • Presa di prospettiva flessibile ed empatia
  • Liberarsi dai pensieri giudicanti e condannanti
  • La capacità di tollerare il disagio e tenere volentieri emozioni ed esperienze difficili

Quando pensiamo a ciò che è necessario per impegnarci nell'esposizione a ciò che più ci spaventa, possiamo vedere che coltivare la mente compassionevole può aiutarci molto nel nostro viaggio. Come ha detto il Dalai Lama, non basta sentirsi compassionevoli, dobbiamo agire. La compassione riguarda tanto l'azione impegnata per alleviare e prevenire la sofferenza quanto la sensibilità. La compassione non è un'opzione soft, si tratta di andare incontro alla sofferenza e fare qualcosa al riguardo. La compassione implica coraggio e sappiamo che la compassione è altamente correlata con la flessibilità psicologica di cui abbiamo bisogno per superare il dominio delle emozioni basate sulla minaccia.

In che modo la compassione migliora la nostra capacità di interagire con l'ansia? Ci sono tanti modi per rispondere a questa domanda, perché ci sono così tanti livelli in cui possiamo esaminare i potenti effetti curativi della compassione sulla nostra auto-condanna e l'eccessiva auto-colpa.

A livello biologico, l'attivazione della nostra motivazione compassionevole incorporata ci permette di impegnare relativamente il nostro sistema nervoso parasimpatico, impegnare il sistema dell'ossitocina e stimolare e sfruttare le azioni del complesso polivale in modi che ci permettano di sperimentare maggiore stabilità, creatività e coraggio. A livello comportamentale, un modo compassionevole di essere conduce a una maggiore flessibilità psicologica e ad un funzionamento psicologico adattivo, con una diminuzione del dominio dell'ansia e di repertori ristretti, rigidi e basati sulla minaccia. A livello interpersonale, operare da un luogo di compassione per se stessi e gli altri può costituire la base per legami di attaccamento più forti e un orientamento più prosociale e cooperativo. In termini di crescente ricerca sui processi e sui risultati della psicoterapia, sappiamo che la compassione può contribuire a un cambiamento comportamentale positivo che può aiutarci a liberarci dal vivere sotto la tirannia della vergogna.

Sono così felice di condividere questa ricerca e questa chiamata alle armi per migliorare i trattamenti per l'ansia con un'organizzazione così meravigliosa. Per ulteriori informazioni su The International OCD Foundation, o per iscriversi alla conferenza, visitare: https://iocdf.org

L'invio di desideri compassionevoli,

Fonte: Dennis Tirch

Dennis Tirch

Solutions Collecting From Web of "La conferenza internazionale OCD: A Focus on Compassion"