Intuizione: ciò che realmente sai.

Nan O'Brien non ha sempre abbracciato il suo dono intuitivo, ma ora lo usa per aiutare le famiglie a trovare la chiusura con i propri cari defunti, per aiutare i dipartimenti di polizia a trovare le persone scomparse e per aiutare milioni di persone a mettersi in contatto con ciò che realmente conoscere se stessi, i loro desideri e le loro vite. Milioni di persone si sintonizzano sul suo programma radiofonico nazionale, leggono i suoi libri e vanno a vederla durante gli eventi, e la assumono per le sessioni private. Ecco perché:

Jennifer Haupt: come definisci l'intuizione?

Nan O'Brien: L' intuizione è una frase all-in-one per la voce profonda dentro di noi che risuona quando sente la verità. È il senso che abbiamo di "conoscere" in assenza di prove intellettuali o tangibili per sostenere ciò che sentiamo di sapere. È anche il veicolo di connettività con gli altri che va oltre la fisicità del mondo. Hai mai pensato a qualcuno di cui non hai sentito parlare da un po ', solo per avere quella persona che ti chiama al telefono pochi istanti dopo? L'intuizione è il meccanismo che avrà creato quella capacità di avere una connessione; non esiste una coincidenza.

JH: Quando le persone ti fanno domande sul tuo programma radiofonico, stai usando puramente i tuoi poteri psichici per trovare la risposta, o anche l'intuizione?

NO: Non ritengo di possedere "poteri psichici", perché non sono un "sensitivo". Non faccio previsioni, poiché credo che tutti abbiamo il libero arbitrio e la libera scelta di prendere decisioni per noi stessi in questo mondo fisico . Pertanto, le previsioni – il più delle volte – non si avverano. Ad esempio, se un sensitivo prevede che incontrerai un uomo della Florida in sei mesi, ma in sei mesi quell'uomo non lascerà la sua casa in Florida per trasferirsi dove vivi, non lo incontrerai. Se hai un contratto d'anima con quell'uomo che non è realizzato, entrano in gioco altre leggi spirituali, ma nessun potere esterno sovrascrive la nostra capacità di scegliere per noi stessi.

Ora che ho detto quello che non sono, spiegherò cosa sono – un Counselor intuitivo. In risposta alla tua domanda in particolare, sì, uso la mia intuizione per rispondere ai miei chiamanti o clienti per consigliare le persone, allo stesso modo in cui altri consulenti professionisti usano psicologia o strumenti terapeutici. Nel mio sistema di credenze, l'intuizione, o "conoscenza", viene da un Potere Superiore (io lo chiamo "Dio" ma il nome non è importante), e l'informazione viene attraverso di me, non da me. Non sono autorizzato a censurare, interpretare o "scegliere in modo sincero" ciò che ottengo. La mia funzione è solo quella di fungere da canale, di trasmettere l'informazione esattamente come mi è stata data.

La mia comprensione è che tutti noi abbiamo uno scopo in questa esistenza, o un "piano di vita", ma non sempre ricordiamo perché siamo venuti o cosa volevamo imparare. La lezione di vita prevede giustapposizioni contro quelle persone, circostanze e / o situazioni che sono entrate nella vita di una persona, facilitando l'apprendimento e la crescita che la persona si è prefissa di realizzare.

Può essere molto potente per una persona cambiare il suo modo di pensare da "perché io?" (Non povero me) a "perché l'ho attratto nella mia vita? Cosa devo imparare? Come posso crescere da questa situazione? "Autorizza una persona a vedere il proprio mondo attraverso un prisma di comprensione dello scopo, e può spiegare ciò che è successo fino a quel momento nella vita di una persona, che può liberare dal sentirsi sfortunato, o impotente in questo mondo a fare qualsiasi cosa se non reagire. È una legge spirituale che una volta che impari una lezione è tua, proprio come a scuola, una volta superato un test e superato, non devi ripetere il test, quindi è anche incredibilmente edificante e autorizzante sapere che cosa c'è dietro non devi dettare ciò che ti sta di fronte, SE impari la lezione.

Torniamo alla donna nello scenario "Florida man". Se il chiamante o il cliente mi chiedessero se avrebbero avuto una relazione in futuro, inizierei osservando i motivi per cui quella persona non aveva avuto una relazione salutare fino a quel momento. Aveva problemi di equilibrio nella vita, cioè gravitare verso uomini emotivamente non disponibili perché era più a suo agio nel dare che nel ricevere? Aveva problemi di fiducia o di limiti come una lezione di vita, cosa che l'aveva portata ad attrarre uomini nella sua vita a cui aveva bisogno di dire no? Essere in una sana relazione con se stessi è un prerequisito per avere una relazione sana con qualcun altro, ma se non capiamo il perché di come le cose si sono svolte, non possiamo cambiare le nostre scelte.

JH: Trovi che le persone abbiano paura dell'intuizione? È così, perché?

NO: paura dell'intuizione? Non necessariamente. Paura di essere intuitivo? A volte. Soprattutto gli uomini, che pensano erroneamente di poter leggere le loro menti! A parte gli scherzi, non so che le persone hanno paura della loro intuizione, così come hanno paura di crederci. Abbiamo tutti intuito fino a un certo punto – è come cantare, tutti possiamo farlo, ma alcuni dovrebbero cantare solo sotto la doccia! – ma quando ci fidiamo e agiamo sulla nostra intuizione e l'esito conferma la sua esistenza, può essere travolgente e quasi spaventoso o "strano" per qualcuno che è incline a funzionare nel mondo "reale".

La convalida di fidarsi dell'intuizione crea uno scontro tra logica ed esperienza. La logica dice "si basano sui cinque sensi", mentre l'esperienza dice "spiega quello che è appena successo in un altro modo diverso dall'intuizione". Nel tempo, fidandoci continuamente della nostra intuizione diminuisce il nostro conflitto e ci sposta verso "l'accettazione", che, per natura , non è basato sulla paura, ma basato sulla fede.

JH: C'è mai stato un tempo in cui non ti fidi della tua intuizione? Come hai imparato a fidarti di più nel corso degli anni?

NO: assolutamente! Più volte di quanto possa contare o preoccuparmi di ricordare, soprattutto nei miei anni più giovani. (sorride) Ma presto divenne evidente che quando mi fidavo del mio intuito, i risultati erano positivi e quando non lo feci, i risultati furono "meno positivi" – erano le decisioni che tendevo a rimpiangere. Come Pavlov, l'uso riuscito dell'intuizione mi ha condizionato ad essere disposto a fidarmi di più, fino a quando ho raggiunto il punto in cui mi fidavo implicitamente del mio intuito.

Onestamente, non potevo fare la mia radio, l'evento dal vivo o le sessioni private se non mi fossi completamente fidato del processo di "collegare" intuitivamente, permettendo alle informazioni di venire attraverso me, non da me. La fiducia nell'intuizione rimuove l'ego dal processo di Counselling intuitivo, e questo è fondamentale per la sua integrità, per il potere della sua verità. Non si tratta del mio essere nel giusto o sbagliato nelle mie risposte, solo che lo do agli altri come mi viene dato l'informazione.

JH: Puoi insegnare alle persone come attingere alla loro intuizione?

NO: Risposta breve: Sì. Risposta lunga: mentre l'esperienza dell'uso della propria intuizione è un viaggio personale, ci sono esercizi che possono favorire la facilità con cui si accede ad essa. Come ogni "programma di esercizi", tu diventi più forte attraverso la ripetizione e l'applicazione coerente degli esercizi. Abbracciando le opportunità quotidiane di praticare usando la tua intuizione, rafforzi la tua volontà di fare affidamento e agire su di esso, perpetuando i quattro passi della vita fedele: Riconoscimento, Fiducia, Reliance, Azione.

Le opportunità possono essere semplici e una parte della tua vita ora, non devono essere aggiunte al tuo programma giornaliero. Ad esempio, se lavori in un edificio con una banca per ascensori, stai di fronte all'ascensore che intendi aprire intuitivamente (senza barare ascoltando o guardando per vedere in quale direzione sta andando l'ascensore). Sarai sorpreso di quanto spesso hai ragione – e questa semplice affermazione quotidiana alimenta la tua volontà e la tua capacità di connettersi con l'intuizione in altri modi – per chiamare un amico che è stato in mente che, a quanto pare, aveva bisogno di sentire da te; per guidare un percorso diverso e trovarti ad aiutare una persona anziana bloccata sul ciglio di una strada che normalmente non avresti mai percorso. Non è necessario andare a scalare una montagna per ritrovare se stessi e il proprio potere.

JH: Che cosa ha a che fare l'intuizione con la fede?

NO: Penso che dipenda dalla singola persona. Per me, credo che la mia fede sia al centro della mia intuizione, poiché credo che i doni intuitivi che ho provengano da Dio e che ci sia una base biblica per questi doni. Amo il detto: "Quali talenti e abilità hai sono i doni di Dio per te; quello che fai con loro è il tuo dono a Dio. "La mia fede alimenta la mia intuizione, perché è la presenza di credere nell'assenza di prove che sono la fede, per definizione.

Tuttavia, ci sono molte persone le cui "credenze" non devono credere, e io rispetto quella scelta, anche se non la comprendo necessariamente personalmente, date le mie esperienze di vita. Non giudicherò mai il diritto di qualcun altro di prendere questa decisione per se stesso, sarebbe un'azione sbagliata per me farlo. Anche le persone che non credono in un Potere Superiore sono intuitive, quindi in ultima analisi non penso ci debba essere una connessione tra intuizione e fede. Forse è solo che la fede è spesso il veicolo per abbracciare la propria intuizione; e ci sono molti veicoli per raggiungere una destinazione, alcuni più facili di altri.

JH: Qual è una "cosa vera" che guida la tua vita?

NO: Wow! Solo uno? Se dovessi sceglierne uno, sarebbe "verità" perché la verità è la fonte da cui tutto il resto scorre: Integrità (essere sinceri); scopo (cercare la verità); amore (fidandosi della verità); credenza (conoscere la verità); intuizione (ascoltare la verità). Anche se vivessi senza integrità, senza scopo o amore o credo o intuizione, ci sarebbe ancora del vero nel mio cuore, perché la verità non si trova in ciò che facciamo, ma è ciò che siamo. Quindi, non possiamo separarci da noi stessi più di quanto possiamo essere ciechi alla nostra riflessione quando guardiamo allo specchio; e quella costante certezza della verità nel mio cuore è ciò che mi guida ogni giorno.

Solutions Collecting From Web of "Intuizione: ciò che realmente sai."