Intervista a Susan Henderson, autrice di "Up From the Blue"

Il romanzo d'esordio di Susan Henderson, "Up From the Blue", è la storia avvincente e avvincente di una ragazza cresciuta sia con che senza la sua mamma maniaco-depressiva Mara. Al centro c'è un mistero che coinvolge la scomparsa di Mara e il possibile coinvolgimento di suo marito, tutti visti attraverso lo schermo della fertile immaginazione di Tillie. Ecco la mia conversazione con Susan, che è la fondatrice del famoso blog letterario LitPark: Where Writers Come to Play e il curatore di DimeStories della National Public Radio.

Jennifer Haupt: Qual è una cosa vera su cui hai basato questo romanzo o che hai scoperto mentre lo scrivevi?

Susan Henderson: ero un matto. Ero quel bambino che i genitori non volevano a casa loro per una data di gioco.

Ho usato quel ricordo di amici volenterosi, ma sapevo quanto ero stanco di andare d'accordo con gli altri per scavare nella testa del mio narratore di otto anni. È anche un po 'matta, estroversa senza amici, ed è fuori di testa con una situazione a casa – una cosa che dovrebbe mantenere segreta.

JH: Come sei arrivato a fare ricerche su Mara, la madre che si occupa di depressione grave?

SH: Mara era abbastanza ben formata nella mia mente, e sono stato consigliere per un certo numero di anni, quindi ho usato le mie conoscenze cliniche per darle vita. Ma per vedere davvero il mondo attraverso i suoi occhi e capire come potrebbe incanalarsi in qualcosa di così debilitante, in realtà leggo volumi di poesie di Ann Sexton e Sylvia Plath.

È interessante, tuttavia, che tu ed io possiamo usare la parola depressione perché questo non fa parte del vocabolario della famiglia Harris. Stanno vivendo su una base militare a metà degli anni settanta, e questo non è il momento o il luogo migliore della storia per avere un crollo. Sono semplicemente accecati e confusi da ciò che sta accadendo. E poiché non c'è un nome per questo, il marito di Mara cerca parole come "pigro", "testardo" e "impotente". La vergogna inizia a guidare le scelte che fanno, mandando la famiglia su una china scivolosa.

Quello che mi incuriosisce davvero di Mara è che, mentre lei è lontana dallo spettro della depressione, riecheggia le emozioni che ho sentito da molte mamme buone e sane. Si sente sepolta dalle faccende domestiche, impoverita dal bisogno di attenzione di Tillie, e ha perso la connessione con le attività che alimentano il suo senso di passione e identità. Senza la rete di sicurezza di amici o una moglie comprensiva, o un aiuto professionale, sta combattendo da sola. A un certo punto del libro, Tillie si chiede chi potrebbe essere stata sua madre se avessero ottenuto il suo aiuto. Anche questo me lo chiedo.

JH: Tillie sembra una bambina molto forte. Da dove prende le sue forze, dato che nessuno dei suoi genitori è psicologicamente equipaggiato per prendersi cura di lei?

SH: Penso che sia solo la sua natura. È una specie di bambina selvaggia, muscolosa, audace; e l'ho sistemata in un quartiere molto tranquillo che valuta le regole e l'ordine.

Alcune delle sue forze derivano dall'imparare a badare a se stessa, ma penso che alcuni di essi vengano dai suoi genitori. Suo padre, anche se non è terribilmente emotivo o affettuoso, le dà un senso di stabilità e ordine – i muri per farla rimbalzare contro.

Sua madre le dà accesso al mondo emotivo e il permesso di abbandonare le regole. Per Tillie, sua madre è come entrare nel mondo di Technicolor di Oz, completo di musica, rubini e scimmie volanti.

JH: Phil, il fratello di Tillie, è un personaggio che rompe il cuore che viene respinto da entrambi i genitori. (Almeno Tillie ha l'illusione dell'amore di sua madre.) Come vedi Phil diventare adulto?

SH: Penso che sia stato amato, ma alcuni genitori hanno riserve limitate, e a volte il bravo bambino – quello che è rispettoso e silenzioso – può perdersi nel caos. Questo è un ragazzo che ha imparato a vincere l'approvazione di suo padre con l'equipaggio, quindi la sua sofferenza passa inosservata fino a raggiungere un punto di rottura.

Da adulto, hmm … sospetto che continuerà a essere un po 'chiuso e autoprotettivo. Ma sono generalmente fiducioso sulla capacità di recupero delle persone. Penso ai fiori che possono crescere nelle fessure del marciapiede e alle piante che si girano e girano per raggiungere la luce. Penso che anche le persone siano così. Phil, come chiunque sia passato attraverso un trauma, avrà alcune vulnerabilità e qualche armatura, ma sospetto che si ritaglierà una vita che, per la maggior parte, lo soddisfa.

JH: Quanto ti ci è voluto per scrivere questo romanzo, e quanto è cambiato dalla prima stesura al manoscritto finale?

SH: Tillie ha iniziato a presentarsi costantemente nei miei racconti per un bel po 'di tempo, e il mio primo tentativo in questo libro è stato una raccolta di storie che si estendevano nella sua età adulta. Continuai a soffocarlo finché non realizzai che il calore della storia era concentrato sull'anno in cui Tillie aveva perso sua madre.

JH: C'è qualcos'altro che vuoi che i lettori sappiano su Up From the Blue?

SH: Mentre è un viaggio attraverso il processo del lutto, penso che porti il ​​lettore a un posto di speranza alla fine. A una possibilità di perdono e un futuro che si libera dal passato.

  • Pagare il sesso per una malattia?
  • Per la giornata mondiale contro l'AIDS: rivendicare il potere della nostra comunità
  • C'è una cura per Anthony Weiner: la dottoressa Holly Hein pesa
  • Come mantenere la calma con le persone competitive
  • The Shame About Shame
  • Cosa succede se il tuo bambino attraversa la linea?
  • Perché il narcisista nella tua vita è così difficile da capire
  • Perché Cheat ricco e potente: Parte 1
  • Dare all'America una visione: gamberi, neurochimici e il futuro della tua civiltà
  • Febbre gialla: l'esotizzazione delle donne asiatiche
  • Come vedi i tuoi errori?
  • Il suicidio è una condizione trattabile?
  • Potrebbe essere il tuo bambino, ma è la tua cosa?
  • I bambini in prigione, cosa viene dopo?
  • La dissoluzione del genere
  • Really Understanding Foster Care (Parte 2) - The Child's Clock & The Parent's Motivations
  • Stai costantemente testando l'amore del tuo partner?
  • L'aborto è aborto?
  • Tease-Test Your Courtships
  • La compassione diventa globale
  • Suicidio in cucina
  • Misteri di Hungry Heart
  • Bill Cosby: Patriarca di Predator
  • "Il signore delle mosche" tutto femminile "Remake
  • Eatin 'ed excretin'
  • Abbiamo bisogno di parlare della salute mentale di papà
  • Invitando Mara a tè
  • Una svolta speranzosa nel trattamento delle dipendenze
  • L'importanza dell'ideologia
  • Aiutare gli studenti distratti a tornare a scuola e avere successo
  • Esiste una cosa come narcisismo accettabile?
  • Medico guarisci te stesso
  • 7 motivi per seguire il tuo percorso
  • Quando la tua vita amorosa colpisce un punto basso
  • Capire le emozioni e come processarle
  • I troll erediteranno la terra?