Interruttori segreti nel tuo cervello Mantieni le chiavi della felicità

Quando mia moglie Stacy stava morendo di cancro, mi svegliavo tutte le mattine senza sapere come avrei fatto a superare ogni giorno. La mia disperazione era così travolgente che ci volle ogni grammo di risolutezza per alzarsi dal letto per organizzare le medicine di Stacy e preparare i nutrienti liquidi per il suo sondino.

Dormire era ancora più un problema. Intensa angoscia per il suo trattamento, la sua sofferenza e la sua prognosi mi premevano nel momento stesso in cui la mia testa colpiva il cuscino, legandomi lo stomaco e negandomi il sonno.

Per distrarmi ogni notte a letto, ho iniziato ad ascoltare la musica country attraverso i padiglioni auricolari. Dopo un paio di settimane, ho sentito una canzone che ha trasformato la mia vita e mi ha aiutato ad affrontare la morte di Stacy 14 mesi dopo.

Gli artisti erano Diamond Rio e la canzone era "Un altro giorno". Come la maggior parte della musica country, è una canzone semplice: un uomo che ha perso i suoi sogni d'amore che gli è stato concesso il desiderio di avere ancora un giorno con lei.

La parte della canzone che mi ha colpito di più è stata:

… ti terrei ogni secondo

Say a million I love you's

Questo è quello che farei, con un altro giorno con te *

Ricordando quelle parole quando mi sono svegliato dopo aver ascoltato la canzone per la prima volta, ho avuto un'idea: immagina che tu sia nel futuro, che Stacy sia sparita da un po 'di tempo e che ti sia concesso il desiderio di avere un altro giorno con sua.

E QUESTO è quel giorno.

Ogni mattina per i successivi 14 mesi mi sono ricordato che QUESTO giorno era il mio "un altro giorno".

Quel trucco incredibilmente semplice ha fatto un'enorme differenza nella mia vita. Il sonno ha sostituito l'insonnia, la speranza ha sostituito la disperazione e la gratitudine ha scacciato la paura.

Mi è stato concesso 419 "un altro giorno" con Stacy.

E ora con il mio nuovo amore, Chris, anche se è molto sana, la apprezzo ancora di più immaginando anche che ogni giorno con lei sia "un altro giorno".

Il successo di "Un altro giorno" nella mia vita, mi ricorda qualcosa che uno dei miei professori della scuola di business ha detto.

"I problemi complessi richiedono soluzioni semplici. Problemi molto complessi richiedono soluzioni molto semplici. "

Sebbene questo motto non sia sempre vero, il nostro cervello si è evoluto in modo tale che molto spesso è vero quando si tratta di superare le sfide della vita.

Ecco alcuni esempi:

  • Conquista la paura di parlare in pubblico immaginando che tutti nel tuo pubblico siano nudi. (Se non mi credi, prova. Il trucco funziona particolarmente bene se si immagina anche che il pubblico sia nudo E indossando calzini flosci di sudore).
  • Ricorda una lunga lista di cose visualizzando una rima mnemonica che incorpora quelle cose. Ad esempio, ti ricorderai solo una manciata di elementi in questo elenco se lo avessi scansionato velocemente, poi ti è stato chiesto qualche minuto dopo di nominare tutti e dieci gli articoli, nell'ordine corretto.

Mela, cane, corda, scatola, roccia, busta, lampadina, coppa, candela, limone.

Ma se impari la semplice sequenza: una è ciambella, due sono una scarpa, tre sono un albero, quattro sono una porta, cinque sono un alveare, sei sono bastoni, sette è il paradiso, otto è un cancello, nove è una vite, dieci è una gallina, quindi crea un'immagine visiva composita per ogni oggetto arbitrario nell'elenco fondendo mentalmente il primo oggetto, mela, con crocchia (diciamo, una mela appoggiata su un panino), il secondo oggetto, cane, con scarpa (per esempio , un cane che mastica una scarpa), il terzo oggetto, la corda, con l'albero (ad esempio una fune legata attorno a un ramo di un albero) … e così via, ricorderai facilmente l'intera lista di dieci articoli.

Tutto quello che devi fare è iniziare a recitare "uno è un panino, due è una scarpa" … ecc., Quindi le immagini composite torneranno da te e vedrai "ogni" elemento nell'elenco nella loro esatta sequenza.

  • Se hai problemi ad addormentarti, immagina quei piccoli granelli di luce che vedi quando chiudi gli occhi (i fosfeni che provocano l'attività neurale casuale nella parte visiva del tuo cervello) sono un milione di stelle e che stai fluttuando libero nello spazio , privo di preoccupazioni terrene.

Quindi, com'è possibile che i nostri cervelli complessi possano essere così facilmente manipolati da trucchi così semplici?

Una possibile risposta è che semplici dispositivi mentali come questi co-optano un insieme di processi che il cervello si è evoluto per ingannare se stesso nel fare cose che crede siano buone per noi.

Il lavoro del professor Dennis Proffitt all'Università della Virginia fornisce numerosi esempi di questi "trucchi" automatici e inconsci.

Il dott. Proffitt e colleghi hanno scoperto che le persone che sono fisicamente prosciugate dopo l'allenamento percepiscono le colline come più ripide di quelle che sono ben riposate e hanno chiesto di giudicare la pendenza delle stesse colline. Allo stesso modo, le persone stanche stimano che le distanze percorse siano più lunghe di quelle che riposano. Proffitt crede che questi siano esempi del nostro cervello che altera inconsciamente le nostre percezioni visive per controllare il nostro comportamento. Il nostro cervello vuole che noi conserviamo energia mentre ci stanchiamo (in modo che non moriremo di fame o che manchino di energia per combattere i predatori), quindi fa sembrare più difficile lo sforzo quanto più le nostre riserve energetiche si riducono.

I nostri cervelli conoscono una semplice verità: cambiare la percezione e cambiare la motivazione. Cambia motivazione e cambi comportamento.

Questo è il motivo per cui i trucchi mentali: "un altro giorno", un pubblico nudo, immagini mentali di oggetti da memorizzare, alla deriva nel lavoro nello spazio esterno: apportano lievi ritocchi alla percezione che semplificano radicalmente i problemi difficili, dandoci la motivazione e l'abilità , per affrontarli.

Ora, se stai pensando che l'idea di una lieve percezione percettiva semplifica eccessivamente le sfide che affrontano le complessità della vita, ti chiederei di guardare indietro alla tua vita e di valutare se, alla fine della giornata, le soluzioni che hanno funzionato il meglio per te era semplice o complesso.

La mia ipotesi è che saranno le soluzioni semplici.

Le correzioni a problemi difficili non funzionano nonostante siano semplici, funzionano perché sono semplici. Le soluzioni complesse sono difficili da comprendere e persino più difficili da implementare. Ma le soluzioni semplici sono ben semplici da implementare.

Quindi, se stai lottando con un problema complesso o un problema molto complesso, ricorda questa semplice idea.

Come percepiamo, così otteniamo.

Se non mi credi, allora credi ad Einstein, che ha osservato

"Quando la soluzione è semplice, Dio sta rispondendo."

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3832788/

* Un altro giorno , 2001 Testi di Bobby Tomberlin, Steven Dale Jones

Solutions Collecting From Web of "Interruttori segreti nel tuo cervello Mantieni le chiavi della felicità"