Insegnare ai giovani bambini la morale

Ogni bambino vuole essere buono e essere amato.

Maddie di quattro anni è sdraiata nel suo letto a parlare con sua madre. Sentendosi imbarazzata, tiene il viso coperto dalla sua coperta.

Maddie: mamma. Penso di diventare uno di quei ragazzini cattivi.

Mom: Perché pensi di essere cattivo?

Maddie: non posso dirtelo

Mom: hai fatto qualcosa che ritenevi sbagliato?

Maddie: (Quasi in un sussurro.) Oggi stavo masticando il mio nuovo libro della biblioteca.

Ogni bambino vuole essere buono e essere amato. Questa è la pietra angolare dello sviluppo morale di un bambino. Quando il tuo bambino tira la coda del gatto e ti arrabbi, potrebbe metterti in dubbio per tutto il giorno, “Sono cattivo?” O “Mi ami ancora?” Può anche mentire e dire che non l’ha fatto, perché lui paure che perdono il tuo amore Il tuo bambino potrebbe implorare il tuo perdono dicendo ripetutamente: “Cerco di essere buono”.

Come suo genitore, potresti trovare difficile credere che sia così preoccupata di ciò che è giusto e di ciò che è sbagliato quando prende quel biscotto proibito, menzogna o colpisce suo fratello per la milionesima volta. (Non conosce le regole ormai?)

Potresti anche spaventarti quando vedi questo comportamento. Vuoi che sappia la differenza tra giusto e sbagliato. Vuoi che sia onesto, educato, degno di fiducia, generoso, gentile e amorevole. In un mondo spaventoso come il nostro, dove molte persone si comportano come se non avessero una morale, potresti temere che non imparerà questi valori positivi

Questa paura potrebbe farvi reagire in modo eccessivo e assegnare significati da adulti alle azioni del bambino. Ad esempio, quando vedi il tuo bambino di quattro anni che prende caramelle da uno scaffale del negozio, potresti pensare: “Oh mio Dio, lei sarà un ladro!”. Attaccando la lingua alla nonna? “Oh no. Crescerà per essere un adulto rude! “Calci un compagno di classe a scuola? “Sta per diventare un’assassina!”

La verità è che puoi rilassarti. La ragione per cui tuo figlio sta ancora assumendo questo comportamento è di sviluppo, non a causa della mancanza di fibra morale. Non è ancora emotivamente maturo, per ora.

I bambini piccoli sono spesso egocentrici. Sono guidati dai loro impulsi e desideri, quindi avranno un momento difficile se chiederai loro di smettere di saltare sul divano. Si stanno divertendo troppo. Anche i bambini più grandi mostrano comportamenti simili.

È difficile per i bambini avere il controllo sui loro impulsi. Anche da adulti possiamo identificarci con questa difficoltà, se pensiamo a quanto sia difficile guidare la nostra mano oltre un delizioso biscotto quando siamo affamati, e scegliere invece una banana.

Intorno ai cinque o sei anni, i bambini hanno sviluppato una coscienza – che in realtà è un insieme di regole interiorizzate che tu hai insegnato loro. I tuoi regolamenti diventano il suo segnale di stop interiore e la dirigeranno. (Anche se potrebbe essere difficile per te credere, un giorno lei in realtà butterà quei calzini sporchi nella cesta.) Inizialmente, adotta le tue regole per farti piacere. Più tardi, seguendo queste direttive diventa una parte di chi lei è.

Puoi aiutare questo processo stabilendo limiti chiari e ragionevoli e modellando i tuoi valori. Se vuoi che tuo figlio sia rispettoso, trattalo con rispetto, la sua famiglia e i vicini. (Sta guardando.) Se vuoi che sia onesto, non mentirgli mai. Se vuoi che sia responsabile delle sue azioni e chieda scusa, allora devi scusarti con lui quando commetti un errore. Se dici per favore e grazie, sarà educato. Il tuo bambino ti ama, quindi si identificherà con te e si comporterà come te. Le tue idee diventeranno sue e guideranno il suo comportamento.

Nel frattempo, a volte sarà in grado di seguire le regole e comportarsi in modo positivo. Userà le sue parole e dirà, “Sono arrabbiato”, piuttosto che colpire, o chiedere un altro pezzo di caramelle, piuttosto che farne uno nascosto. Se trasgredisce, potrebbe anche dire: “Mi dispiace”.

Si eserciterà dicendo le regole ad alta voce, “Non è giusto mettere la mano fuori dal finestrino della macchina, giusto?” E mettere in guardia gli altri sul regolamento, “Devi indossare il casco della bicicletta.” Riferirà anche agli adulti, “Ooh. Il fratello ha detto una parolaccia. “Il chiacchierone, anche se storicamente disapprovato, è in realtà un segno che si rende conto che le regole sono importanti, sta cercando di rispettare e la sua coscienza si sta sviluppando.

Solutions Collecting From Web of "Insegnare ai giovani bambini la morale"