Innumerevoli cerchi da saltare

Più invecchio, più sono convinto che la vita sia in realtà una serie di cerchi, quelli che dobbiamo attraversare (o meno). Non sono pessimista o minimizzo le mie sfide, ma molte delle mie decisioni riflettono i vari cerchi che ho incontrato. I cerchi a volte sono come medicine che devo inghiottire per andare avanti con tutto.

Scuola pone il maggior numero di cerchi. Come uno studente dedicato, uno che ha seguito la maggior parte delle regole, ho saltato attraverso tutti loro. Innanzitutto, c'erano classi che non volevo prendere ma dovevo per avanzare al livello successivo o completare il mio corso di linguistica. Una serie di settimane su "The Passive Element in Dutch" è stata emozionante come suggerisce il titolo. C'erano innumerevoli incarichi che ho completato senza una forte passione per il materiale: tutti i cerchi! Ma ho saltato attraverso ciascuno perché ho visto il "premio", che era il diploma, la laurea, la carriera, la fine della mia educazione formale.

Un cerchio a vita che ho rifiutato di saltare era tutto legato alla matematica. In realtà, penso che avrei potuto essere più che adeguato in questa materia, ma mi mancava la fiducia in me stesso, residuo di orribili memorie di un crudele insegnante di geometria. Infatti, nel scegliere il mio campo di studi, sfogliai il catalogo universitario cercando il maggiore senza requisiti di matematica. Lo studio di cinque lingue era un commercio equo per numeri inquietanti. Ho evitato il travolgente cerchio della mia vita – la paura della matematica – solo per la necessità di riapparire durante i miei studi di dottorato sotto forma di statistiche, fornendo un'altra preziosa lezione sui cerchi: a volte non possiamo proprio evitarli anche quando proviamo. Ci incontrano quando siamo giovani o ci prendono quando siamo più grandi.

Ho visto i miei studenti alle prese con i loro cerchi, spesso combattendo contro di loro con tanta umiltà e perseveranza. Molti non potevano permettersi i loro libri, avevano due posti di lavoro per sbarcare il lunario, aiutavano economicamente le loro famiglie, o non avevano mezzi di trasporto, nemmeno scarpe di supporto per i loro spostamenti a piedi in tutta la città. Ho detto loro: "La vita è una serie di cerchi e puoi semplicemente decidere di saltarli uno alla volta o ignorarli." Alcuni hanno mostrato il riconoscimento della mia metafora; alcuni credevano che mi riferissi alla pallacanestro, e alcuni stavano dormendo con gli occhi aperti. Quelli che "hanno capito" hanno perseverato e hanno avuto successo. Spesso, i benefici di aver saltato attraverso i propri cerchi arrivano anni nel futuro, un tempo che è difficile da comprendere e accettare nel nostro mondo di gratificazione immediata.

Così, ero venuto a vedere che i cerchi erano davvero lì per i miei studenti che erano pronti, quelli che avevano deciso che volevano ciò che volevano così tanto che avrebbero temporaneamente ingoiato tutto – le loro stesse voci e persino il loro orgoglio – per soddisfare. Erano gli studenti le cui lampadine si erano spente e che sapevano che avevano bisogno di quello che dovevo insegnare loro. Semplice come quella. Quindi, i cerchi che ho saltato al college sono quelli che ho fornito per i miei studenti. Tuttavia, il mio obiettivo era quello di fornire agli studenti significato e divertimento, tanto quanto la scrittura formale richiesta poteva essere apprezzata. I cerchi che dovevo attraversare erano spesso il lavoro indaffarato di professori egoisti. Mi piacerebbe pensare che quando stavo insegnando, quei cerchi che richiedevo erano più gentili e fornivano un apprendimento collaterale in modo che gli studenti potessero sviluppare le loro voci di scrittura mentre imparavano su se stessi e sui loro stessi cerchi.

In un'altra area della mia vita, la genitorialità mi ha fornito vari e innumerevoli cerchi. Ironia della sorte, questi cerchi non erano per i miei figli di saltare attraverso, ma per me di saltare attraverso, spesso inciampando e talvolta cadendo, ma sempre risalendo. Credimi, c'erano giorni in cui volevo solo stare giù . Ho effettivamente pensato che i cerchi più grandi come genitore sono i seguenti (senza contare la gravidanza e la nascita): insonnia; scoppi d'ira (il mio e il loro); varicella e altre malattie infantili; formazione di toilette; e patenti di guida. Tutti questi articoli di grande valore mi hanno causato angoscia e, a volte, un'incredibile frustrazione. Ma, come in tutte le nostre vite, sopravviviamo e continuiamo, non appena finiamo il salto quando un altro si presenta, insegnandoci come possiamo fare meglio.

Barbara Jaffe/Blogger
La famiglia dell'autore: i vantaggi di saltare attraverso così tanti cerchi!
Fonte: Barbara Jaffe / Blogger

Certo, vogliamo che i nostri figli siano felici, in salute, hanno amici e fanno bene a scuola, così spesso creiamo più dei nostri stessi cerchi mentre saltano attraverso il loro. I loro cerchi potrebbero essere molto diversi dai nostri, determinando la spinta e l'attrazione delle generazioni. Voglio prendere in braccio i miei bambini quando inciampano o addirittura sopra i loro cerchi, ma non posso, specialmente dal momento che sono uomini cresciuti con le loro vite. Sono in disparte, ora, come dovrei essere, esultando da lontano, pregando che decidano di saltare quando sono pronti, sperando che sappiano che sarò sempre lì dall'altra parte dei loro cerchi.

La cosa strana dei cerchi è che non sappiamo veramente che esistano fino a quando non rivediamo le nostre vite con i nostri meritati successi ottenuti grazie alla sopravvivenza dei nostri innumerevoli cerchi.

Barbara Jaffe/Blogger
L'autore scrive di molti dei suoi anelli della sua vita nel suo recente libro.
Fonte: Barbara Jaffe / Blogger

Solutions Collecting From Web of "Innumerevoli cerchi da saltare"