In che modo le persone potenti restano in cima?

Flickr
Fonte: Flickr

Tutti i membri delle organizzazioni devono prendere decisioni su come allocare tempo ed energia. Questo è vero a tutti i livelli all'interno di una gerarchia di gruppo. I dirigenti fanno delle scelte sui piani organizzativi a lungo termine, i manager devono selezionare i progetti appropriati per le diverse unità ei membri del team prendono le decisioni su come pianificare le attività quotidiane per rispettare al meglio le scadenze. Cosa fanno alcune persone così bene da essere premiati con posizioni di comando? Quelli che salgono in cima tendono a fare alcune cose importanti in modo diverso. Ecco tre comportamenti che caratterizzano i leader eccellenti: evitare le trappole psicologiche, costruire team efficaci e riconoscere gli errori.

Evitare le trappole psicologiche

Una tentazione che alcuni leader affrontano è il desiderio di mostrare il dominio sociale e l'intelligenza il più possibile. Estroversione, fiducia e alto quoziente intellettivo sono tutti tratti ammirevoli e sono valutati in una posizione di leadership, tuttavia, ci sono momenti in cui un leader deve fare un passo indietro e dare al gruppo la possibilità di dare suggerimenti e creare soluzioni. Groupthink , un termine dalla psicologia sociale e organizzativa, si riferisce alla tendenza dei membri del gruppo a valutare la coesione del gruppo su tutto il resto. In alcuni casi ciò impedisce di trovare la migliore soluzione possibile a un problema. Ad esempio, un capogruppo potrebbe dichiarare la sua opinione su un problema che l'organizzazione sta affrontando. È necessaria una soluzione e il leader ne suggerisce uno. Poi vuole sapere cosa pensano gli altri della sua idea. Questo può essere problematico perché molti membri del gruppo non vogliono essere in disaccordo con il capo o mostrare di avere un'idea diversa

Un approccio migliore per il gruppo in questa situazione è ascoltare quante più idee e soluzioni possibili. Un modo in cui il leader effettivo può gestirlo è quello di presentare il problema alla sua squadra e chiedere idee e discussioni non censurate, trattenendo la propria opinione, lasciando anche la stanza, se necessario. Esempi classici di pensiero di gruppo includono la gestione della crisi della Baia dei Porci e la sfortunata navetta spaziale di John F. Kennedy nel 1986. Entrambi potrebbero essere evitati se le discussioni che li hanno preceduti siano stati gestiti in modo diverso. Nelle situazioni di gruppo, le persone spesso desiderano l'armonia, l'unanimità e le "buone sensazioni". A volte un piccolo disaccordo genera creatività e soluzioni migliori. Il leader effettivo è incaricato di stabilire questo ambiente.

Costruire squadre efficaci

Una delle maggiori sfide che devono fronteggiare i leader organizzativi è chi piazzare in una squadra. Vuoi persone che sono altamente motivate e coscienziose? Che dire delle persone creative? O persone socialmente estroverse e simpatiche? I leader efficaci dovrebbero creare gruppi con diversità di abilità e personalità. Se stai guidando un gruppo che deve progettare una nuova soluzione per un prodotto o un servizio che la tua azienda vende, sarebbe certamente allettante mettere insieme un gruppo di ingegneri brillanti per risolvere il problema. Tuttavia, se tutti si avvicinano al problema nello stesso modo in cui fondamentalmente si ottiene solo un'idea. D'altra parte, se porti una squadra con una variazione nel modo in cui affrontano i problemi, puoi evitare il problema della fissità funzionale o pensare a un problema in un solo modo.

Segui le notizie per un breve periodo di tempo e potresti andartene chiedendoti "come risolviamo tutti questi problemi?" Gli esperti vengono consultati e sentiamo affermazioni come "dobbiamo creare un ambiente che promuova una crescita e un'educazione sane" o "abbiamo bisogno di eliminare la corruzione nel sistema". Sono d'accordo. Tuttavia, dov'è l'azione efficace dietro queste affermazioni? In che modo, esattamente, raggiungiamo questi obiettivi? È molto più facile dichiarare l'obiettivo che effettuare il cambiamento necessario. Servono leader efficaci che possano creare team che producano azioni misurabili. Ciò potrebbe significare che le persone non sono d'accordo lungo la strada, ma il leader effettivo comprende che può essere una parte sana del processo.

Riconoscendo gli errori

In Errori sono stati fatti, ma non mi compri , un libro brillante sulle conseguenze delle nostre scelte, Carol Tavris e Elliot Aaronson sostengono che è molto comune per le persone prendere una piccola decisione o comportarsi in un certo modo e poi cambiare la loro credenze per renderle coerenti con le loro azioni. Gli psicologi si riferiscono a questo come a una dissonanza cognitiva oa uno stato motivazionale spiacevole in cui un pensiero o una convinzione non sono coerenti con le proprie azioni. Il risultato finale è che le persone cambiano spesso le loro convinzioni per metterle in linea con il loro stesso comportamento. Ad esempio, potresti mettere i soldi in un barattolo in un bar perché sembra la cosa giusta da fare anche se davvero non pensavi che il servizio fosse molto buono. Questa piccola incoerenza richiede qualche giustificazione psicologica da parte tua. Perché ti sei appena accennato quando il tuo atteggiamento era l'opposto di questo? "Beh, forse il servizio è stato abbastanza buono ora che ci ripenso." Questa è la riduzione della dissonanza in azione.

Dal punto di vista della leadership, tutta questa riduzione della dissonanza può essere evitata riconoscendo gli errori in anticipo e andando avanti. Molte persone non vogliono mai ammettere un errore per paura di vederlo come un segno di debolezza. I politici e le celebrità possono ritrovarsi a percorrere la strada sbagliata mentre uno scandalo continua a sfuggire al controllo. I leader esperti, al contrario, riconosceranno presto l'errore e lo useranno come un'opportunità di crescita, sia privatamente che pubblicamente.

Solutions Collecting From Web of "In che modo le persone potenti restano in cima?"