In che modo l'assistenza sanitaria sta danneggiando la nostra salute

Sei mai andato dal medico per un problema solo per essere rimproverato per qualcosa di completamente estraneo? Questo è successo a Rebecca Hiles e, come ha scritto sul suo blog, l'esperienza l'ha quasi uccisa. Quando aveva 17 anni, iniziò a lottare con una tosse cronica. Il suo medico le ha prescritto delle medicine ma le ha detto che il problema era causato dal suo peso "in eccesso" e se avesse perso peso la tosse si sarebbe risolta da sola. Rebecca ha visto diversi medici nei successivi 5 anni e, nonostante il suo peggioramento dei sintomi, tutti hanno attribuito la tosse alla sua "sovrappeso" e alla prescritta perdita di peso. Alla fine, 5 anni dopo, un dottore ha pensato di ordinare una scansione TC del suo polmone e cioè quando le è stato diagnosticato un cancro.

Per gli oltre 160 milioni di americani classificati come "sovrappeso" o "obesi", i grassi che si vergognano e le diagnosi errate sono esperienze comuni alle visite mediche. I pazienti vengono regolarmente diagnosticati come "grassi" e rimproverati per le loro dimensioni corporee, mentre i problemi medici che cercano aiuto non vengono trattati. Porta a sottoporsi a cure mediche per oltre 2/3 della popolazione statunitense che spesso lasciano l'ufficio del proprio medico con sentimenti di vergogna e senso di colpa piuttosto che una prescrizione per curare ciò che li affligge.

L'Istituto di medicina e l'American Academy of Pediatrics raccomandano uno screening di routine per sovrappeso e obesità nei bambini, negli adolescenti e negli adulti. I rimborsi assicurativi sono spesso legati a queste valutazioni e interventi, incentivando ulteriormente i medici a discutere del peso con i loro pazienti. Sfortunatamente, la maggior parte dei professionisti medici sono mal equipaggiati per questo compito. I medici riferiscono spesso che mancano il tempo e la formazione per impegnarsi in discussioni sul peso con i loro pazienti. Nonostante si sentano impreparati a discutere di questi delicati problemi, le pressioni delle compagnie assicurative e delle società mediche incoraggiano i medici a fare un salto in avanti, spesso dando luogo a conversazioni goffe e dannose in cui i pazienti soffrono di "diagnosi = grasso".

Troppo spesso, sento storie dei miei pazienti sui modi insensibili e offuscanti in cui i loro medici li ammoniscono a causa delle loro dimensioni corporee. Indipendentemente dal disturbo che li ha portati nello studio del medico, l'unico problema che il medico vede è il loro peso. Ai pazienti grassi viene data una prescrizione apparentemente semplice, ma quasi impossibile: perdere peso, mentre il problema medico che li ha portati non viene trattato e ignorato. Sono dati poca guida su come raggiungere questo obiettivo elevato di perdita di peso. Mangiare di meno ed esercitare di più è la raccomandazione comune – forse il dottore menziona frettolosamente un programma di dieta specifico prima di correre al prossimo paziente in attesa – nonostante un'ampia ricerca che dimostri che le diete e l'esercizio fisico non funzionano per la perdita di peso a lungo termine. Sfortunatamente, i medici non sanno più di tutti noi cosa sia la salsa magica per realizzare una perdita di peso sostenibile a lungo termine.

Quindi, quali sono le conseguenze dell'essere diagnosticati come grassi? La ricerca indica che può aumentare il rischio di mangiare comportamenti disordinati. Uno studio di Kass et al (2015) ha rilevato che l'identificazione di sovrappeso da parte di un professionista medico era significativamente associata ad un aumento dei fattori di rischio per disturbi alimentari e disturbi alimentari e atteggiamenti disordinati. Forse ancora più problematico è il fatto che essere svergognato nel proprio studio medico porta a pazienti che evitano cure mediche. I pazienti "obesi" hanno meno probabilità di andare dal medico per cure preventive e problemi di non emergenza. Aspettano fino a quando i problemi medici sono più severi e progrediscono ulteriormente per cercare un trattamento. Che è comprensibile perché, chi vuole visitare un luogo in cui si viene costantemente maltrattati? Quando questi pazienti finalmente si rassegnano a cercare assistenza medica, le preoccupazioni mediche vengono spesso messe da parte e il loro peso – e per estensione il loro carattere morale – è visto come il problema. Ascoltiamo molto sui problemi medici legati all'obesità e supponiamo che questi problemi siano causati dall'obesità. Ma la ricerca non supporta questa ipotesi. Questi problemi che si verificano in concomitanza sono spesso il risultato di altri fattori di base (come una cattiva alimentazione o una scarsa forma fisica) compreso il livello più basso di assistenza medica che i pazienti "obesi" ricevono.

Health at Every Size è un movimento che sostiene l'accesso alla salute per le persone di tutte le dimensioni. Tutte le persone meritano di essere trattate con rispetto e dignità, indipendentemente dal loro indice di massa corporea. La perdita di peso non è la cura per tutti i problemi medici. Infatti, raccomandazioni inefficaci alla dieta possono innescare problemi di salute sia fisici che emotivi. Uno zelo miope per vedere l'obesità come la radice di tutti i problemi medici e la perdita di peso come una panacea della salute si traduce in diagnosi errate per le persone grasse e magre allo stesso modo. L'assistenza sanitaria dovrebbe concentrarsi nuovamente sulla cura della salute delle persone, non essendo un venditore per l'industria di perdita di peso multimiliardaria. Lobby e finanziamenti intensivi da parte dell'industria della perdita di peso rendono questa separazione difficile da ottenere e confondono per i pazienti (e i medici) per capire cosa c'è veramente dietro le raccomandazioni mediche. Penso che sia tempo che tutti ci concentriamo sul miglioramento della salute e del benessere attraverso lo spettro del peso.

Per ulteriori informazioni su Dr. Conason e Mindful Eating, si prega di visitare il suo sito web www.drconason.com, seguirla su Twitter @ConasonPsyD e come lei su Facebook.

Solutions Collecting From Web of "In che modo l'assistenza sanitaria sta danneggiando la nostra salute"