In che modo i dispositivi digitali da letto influenzano i bambini?

Dall'alba dell'era della televisione, i genitori si sono preoccupati di quanto tempo i loro figli trascorrono a guardare la televisione. Ma i nuovi progressi nell'elettronica a prezzi accessibili e nei dispositivi digitali significano che i bambini trascorrono più tempo che mai con gli occhi incollati su uno schermo o l'altro.

Nei primi anni '80, gli studi hanno mostrato che i bambini trascorrevano dalle 15 alle 16 ore ogni settimana a guardare la televisione. Ora, con l'avvento dei videogiochi, dei social media e della navigazione web, il tempo totale dello schermo per i bambini è aumentato vertiginosamente. Secondo uno studio del 2010, il bambino americano medio (di età compresa tra 8 e 18 anni) trascorrerà più di 50 ore settimanali in qualche forma di osservazione dello schermo. Questo si riduce a 31 ore e 20 minuti guardando la televisione e altri 8 ore e 30 minuti con i videogiochi. E l'ascesa di Facebook, Twitter o altre piattaforme di social media, per non parlare di messaggi di testo, foto o condivisione di video, significa ancora più tempo per lo schermo per bambini e adolescenti.

Un fattore che sembra contribuire a questa tendenza riguarda ciò che è stato definito "camera media" (BRM). Poiché il prezzo delle televisioni, delle console per videogiochi, ecc., È diminuito costantemente, sempre più genitori acquistano televisori e altri dispositivi per i bambini da utilizzare nelle loro camere da letto. Nello stesso studio del 2010 citato in precedenza, oltre il 40% dei bambini di età compresa tra 4 e 6 anni hanno televisori in camera da letto, mentre il 71% dei bambini di 8 o più anni ne ha uno o più. La metà di tutti i bambini di età pari o superiore a 8 anni dispone anche di console per videogiochi. Non sorprende che la ricerca mostri che i bambini con dispositivi multimediali nelle loro camere da letto mettono molto più tempo a settimana sullo schermo rispetto ai bambini che non lo fanno.

Quindi che tipo di impatto ha questo tempo sullo schermo aggiunto sui bambini? Mentre gli studi hanno suggerito che l'aumento dell'esposizione mediatica può portare a una maggiore obesità, scarso rendimento a scuola e aumento del rischio di aggressività e comportamento di dipendenza, c'è stata relativamente poca ricerca guardando specificamente ai media delle camere da letto e se i bambini in più tempo passano a guardare la televisione o giocare i videogiochi nelle loro camere da letto potrebbero influenzare il loro sviluppo sociale o cognitivo. Ma un nuovo articolo pubblicato sulla rivista Developmental Psychology dà un'occhiata più da vicino a ciò che i media delle camere da letto possono significare per lo sviluppo dei bambini in termini di diversi aspetti della salute e del benessere dei bambini.

Douglas A. Gentile della Iowa State University e un team di ricercatori americani e cinesi hanno rianalizzato un certo numero di studi precedentemente pubblicati per esaminare due potenziali ipotesi sull'effetto dei media da camera da letto:

  • Ipotesi di spostamento : i bambini che trascorrono molto tempo a guardare la televisione o giocare ai videogiochi tendono a dedicare meno tempo a attività prosociali. Questo può includere qualsiasi cosa, dal fare i compiti, partecipare a sport o attività extracurricolari, passare del tempo con la famiglia o prendere parte ad altre attività sociali. Ciò significa anche una maggiore tendenza all'obesità a causa della mancanza di esercizio fisico e di cattive abitudini alimentari. Poiché i bambini con televisori o videogiochi nelle loro camere di solito occupano in genere più tempo per lo schermo, la quantità di dislocamento che ne deriva sarà molto maggiore rispetto ai bambini senza accesso ai media delle camere da letto. Questo può significare una salute peggiore e un punteggio inferiore poiché i bambini che trascorrono troppo tempo con la televisione o con i videogiochi avranno anche meno tempo per studiare e fare i compiti.
  • Ipotesi del contenuto : questa ipotesi sostiene che è la natura specifica dei contenuti multimediali che i bambini osservano che è più probabile che influenzino il modo in cui pensano o si comportano. La ricerca ha già dimostrato che film violenti, programmi televisivi e videogiochi possono portare ad una maggiore aggressività negli adolescenti e, naturalmente, i bambini e gli adolescenti che mettono più tempo sullo schermo per gentile concessione dei televisori delle camere da letto e delle console per videogiochi saranno maggiormente influenzati negativamente di conseguenza. Dal momento che i genitori sono meno in grado di monitorare ciò che i loro figli stanno facendo nella privacy delle loro camere da letto, questo significa anche che sono meno in grado di impedire che i bambini vengano esposti a media potenzialmente dannosi.

Per esaminare i diversi modi in cui i media delle camere da letto possono influenzare i bambini, Gentile ei suoi co-ricercatori hanno esaminato tre studi longitudinali già pubblicati sui media e sullo sviluppo del bambino. Tutti e tre gli studi hanno raccolto dati sui media delle camere da letto anche se i risultati non erano stati inclusi nelle altre conclusioni pubblicate.

  • Il primo studio ha seguito 430 bambini che sono stati reclutati insieme ai loro insegnanti da cinque scuole pubbliche e private del Minnesota. Il campione era composto da 119 studenti del terzo anno, 119 studenti del quarto anno e 192 studenti del quinto anno. Gli studenti erano quasi equamente divisi tra maschi e femmine. I partecipanti sono stati seguiti per sei mesi e i ricercatori hanno raccolto dati sui media delle camere da letto, quanto tempo hanno trascorso guardando la televisione o giocando ai videogiochi, comportamento aggressivo (basato sul self-report e valutazioni da parte di colleghi e insegnanti), nonché valutazioni sulla violenza dei loro programmi televisivi preferiti, film o videogiochi.
  • Nel secondo studio, 1323 partecipanti di bambini di terza, quarta e quinta elementare di 10 scuole elementari sono stati reclutati con i genitori e seguiti per 13 mesi. Come nel primo studio, i partecipanti sono stati interrogati sui media delle camere da letto, l'esposizione alla violenza dei media, quanto tempo trascorrevano ogni settimana guardando la televisione e giocando ai videogiochi, i punteggi del Body Mass Index (BMI) e quanti minuti trascorrevano ogni settimana a leggere divertimento. Le valutazioni degli insegnanti sul rendimento scolastico e sull'aggressività sono state raccolte per ogni partecipante.
  • Il terzo studio ha incluso 3.034 bambini e adolescenti reclutati da 12 diverse scuole a Singapore. Il campione comprendeva 2.179 maschi e 819 femmine con un'età media di 11.2. Nel corso di due anni, gli studenti hanno fornito dati sull'uso dei videogiochi, tra cui se avessero una console nelle loro camere da letto. Hanno anche fornito informazioni sul tempo medio di sonno, su come hanno segnato su una misura di dipendenza da videogiochi, gioco violento e aggressività fisica generale.

In tutti e tre gli studi, i bambini che hanno impiegato un tempo eccessivo per lo schermo (guardare la televisione o giocare ai videogiochi nelle loro camere da letto) tendevano a fare meno male nel corso dell'anno scolastico (come misurato dai voti degli insegnanti). Anche i bambini che avevano televisori da camera o console per videogiochi avevano punteggi più alti dell'indice di massa corporea (BMI) rispetto ai bambini senza camera da letto e apparivano molto più inclini al disturbo da gioco su Internet e all'aggressione fisica. Questi risultati erano in gran parte gli stessi indipendentemente dall'età, dal sesso o dal paese di origine del bambino. I risultati longitudinali hanno anche dimostrato che gli effetti dei supporti delle camere da letto persistevano per due anni o più. Sulla base di questi risultati, Gentile ed i suoi co-ricercatori hanno sottolineato che i media da camera da letto dovrebbero essere considerati seriamente come un fattore di rischio significativo nello sviluppo di bambini e adolescenti.

Per quanto riguarda le ipotesi di spostamento e di contenuto, i risultati hanno ampiamente supportato entrambe le ipotesi. Non solo i bambini BRM dedicano meno tempo a leggere e dormire rispetto ai bambini non BRM, ma la maggiore esposizione a contenuti violenti che derivano dal passare più tempo con spettacoli televisivi violenti e videogiochi sembra anche rendere i bambini e gli adolescenti più inclini al comportamento aggressivo . Mentre la vera causa del disturbo da gioco su Internet è più difficile da identificare, i media da camera da letto e i dispositivi palmari possono fornire ai bambini l'accesso 24 ore su 24.

Anche se sono necessarie ulteriori ricerche, non c'è dubbio che il costante bombardamento dei media che molti bambini sperimentano in questi giorni possa portare a potenziali problemi di conseguenza. Inoltre, mentre organizzazioni professionali come l'American Academy of Pediatrics raccomandano da tempo ai bambini di avere televisori o console per videogiochi nella loro camera da letto, la crescente convenienza di televisori, videogiochi e altri dispositivi digitali significa più bambini di quanti ne siano colpiti. Ciò che questo significa per il loro sviluppo futuro è qualcosa che resta da vedere.

Solutions Collecting From Web of "In che modo i dispositivi digitali da letto influenzano i bambini?"