Imprinting Kids for Violence Toward Animals

Mi sono svegliato stamattina con una raffica di e-mail sull'impegno incessante della Nuova Zelanda a sbarazzarsi dei predatori entro l'anno 2050. Certo, non tutti i neozelandesi sostengono questa violenta guerra contro animali non umani (animali), ma mi è stato detto che molti lo fanno In un precedente saggio intitolato "I giovani incoraggiati a uccidere Possum Joey in Nuova Zelanda", Jasmijn de Boo, CEO di SAFE For Animals della Nuova Zelanda, ha scritto "Una netta maggioranza della popolazione della Nuova Zelanda sembra sostenere il programma di sterminio" Predator Free 2050 " , che denigrano possum, topi e ermellini. "Mi è stato detto che il numero potrebbe arrivare al 98%.

Nel mio saggio ho citato un numero di pezzi diversi in cui i giovani sono stati incoraggiati a uccidere animali tra cui "3 cose che puoi fare questa settimana di conservazione" (con l'immagine più inquietante di un giovane che si prepara a dare un pugno a un topo catturato in una trappola di primavera attraverso la parte bassa della schiena) e "L'orrore dei bambini che annegano i baby opossum all'evento scolastico di Drury". Ho anche inserito un link a un video disgustoso che la Drury School ha fatto sull'uccisione di opossum con una colonna sonora di Deliverance.

Altri due saggi hanno spinto le e-mail che sono arrivate questa mattina. Il primo si chiama "Predator-free plea:" Abbiamo bisogno di qualcosa di più di un semplice grido di battaglia "in cui è stata usata una foto di una ragazza con orgoglio che teneva gli ermellini morti, e poi rimossa, ma non prima che potessi vederla. Mi ha fatto male. Questo saggio inizia, "Un anno dopo, il supporto per Predator Free 2050 – l'audace progetto sostenuto dal governo per liberare NZ di opossum, ratti e ermellini entro il 2050 – sta prendendo piede, ma gli scienziati avvertono che è un obiettivo impossibile".

Il secondo saggio di Kerry McQueeney pubblicato nel Daily Mail del Regno Unito ha un titolo molto audace ma accurato, ovvero "Ciao possum! Scolari neozelandesi incoraggiati a vestire gli animali MORTI in una bizzarra competizione. "In questo saggio leggiamo:" La scuola respinge le critiche, sostenendo che è stato 'molto divertente' che ha raccolto soldi per beneficenza "e" Vestito in abiti da sposa e bikini – i loro occhi fissi, le mascelle irrigidite e corpi congelati nel tempo – potresti essere perdonato per aver pensato di essere incappato in una convenzione in costume da tassista. Tuttavia, questi cadaveri pelosi facevano parte di una mostra in una scuola in Nuova Zelanda che conteneva una bizzarra competizione di opossum best-dressed best-dressed come parte di una giornata di raccolta fondi. I bambini lasciano correre la loro immaginazione quando vestono gli animali morti in tutta la loro eleganza per il concorso alla scuola Uruti nell'Isola del Nord della Nuova Zelanda ".

Leggiamo anche: "Uno vestito come un pugile aveva il torso pelato, e ci si potrebbe chiedere se il rigor mortis avrebbe potuto aiutare l'animale a mantenere la sua posizione di combattimento sul ring".

Il saggio di McQueeney è disponibile online, ma ti avverto che le immagini sono incredibilmente riprovevoli. Vergogna a tutti gli educatori e altri che sostengono questa violenza assoluta e che usano i bambini per uccidere questi esseri senzienti.

Imprimere ai giovani di uccidere animali non umani mette in atto principi psicologici ben noti: le figure dell'Autorità dicono che va tutto bene

L'imprinting è un processo psicologico ben noto. Generalmente può essere definito come segue: "In psicologia ed etologia, l'imprinting è un qualsiasi tipo di apprendimento sensibile alla fase (apprendimento che si verifica in una particolare età o in una particolare fase di vita) che è rapido e apparentemente indipendente dalle conseguenze del comportamento. In primo luogo è stato usato per descrivere situazioni in cui un animale o una persona impara le caratteristiche di alcuni stimoli, che è quindi detto essere "impressi" sull'argomento. L'imprinting è ipotizzato per avere un periodo critico. "Notare due aspetti importanti dell'imprinting, vale a dire che è" rapido e apparentemente indipendente dalle conseguenze del comportamento "e che esiste un" periodo critico "durante il quale si formano questi tipi di associazioni. Questo periodo di solito si verifica all'inizio della vita quando gli individui sono particolarmente impressionabili.

Il saggio di Psychology Today del dott. Adrian Furnham intitolato "The Psychology of Imprinting" descrive bene ciò che si sa sull'imprinting. Discute anche di esempi di periodi critici negli umani ed esempi di impronte umane. Non c'è motivo di supporre che i giovani non possano essere improntati a mostrare violenza verso animali non umani.

L'imprinting può facilmente incrociare le specie, e incoraggiare i giovani ad uccidere animali non umani mette la psicologia al lavoro ed è facile vedere come andranno a mancare di rispetto e uccidere più animali quando invecchieranno, e forse alcuni abuseranno anche degli umani (per ulteriori discussioni si prega di vedere "Effetti a lungo termine della violenza verso gli animali da parte dei giovani" e collegamenti in esso). Dopotutto, le figure di autorità hanno detto loro che è perfettamente accettabile uccidere altri animali come parte della loro educazione. In questo saggio ho scritto di un fenomeno chiamato "il collegamento" che si concentra sui rapporti tra violenza verso gli animali e violenza verso gli umani.

Riguardo alle relazioni tra violenza verso gli animali e violenza verso gli umani, nel suo libro intitolato Crudeltà sugli animali, comportamento antisociale e aggressività: più che un collegamento, la dott.ssa Eleonora Gullone scrive (p ix), "Il collegamento" si riferisce all'idea che "gli atti di violenza interpersonale sono spesso preceduti da, o co-si verificano con, atti di crudeltà verso gli animali, marcatori 'bandiera rossa' che in precedenza erano ignorati." E la Nuova Zelanda ha i suoi problemi con la violenza domestica (vedere i riferimenti in " Effetti a lungo termine della violenza verso gli animali da parte dei giovani "). L'imprinting potrebbe sicuramente essere parte del processo di violenza che genera violenza.

Lavoriamo sodo affinché la violenza non genererà violenza

È essenziale contrastare con forza i giovani imprinting per uccidere altri animali. Dati provenienti da tutto il mondo che supportano "il collegamento" sono di grande preoccupazione per numerose persone, come dovrebbe essere. È una relazione a cui vale la pena prestare molta attenzione. Incoraggiando il rispetto per gli altri animali il più presto possibile nella vita, potremmo assistere a un declino nel rapporto tra la violenza verso i non umani e la successiva violenza verso gli umani. Insegnare ai bambini che si sbagliano può avere conseguenze devastanti. Insegnarli correttamente potrebbe sicuramente correggere molti dei torti.

È risaputo che la violenza può attraversare le linee delle specie ed è essenziale lavorare sodo affinché la violenza non genererà violenza. Gli educatori e tutti gli altri che incoraggiano i giovani a uccidere altri animali dovrebbero essere portati a termine, perché ciò che stanno facendo è sbagliato e incredibilmente disumano. Come qualcuno mi ha scritto stamattina, "Loro sanno esattamente cosa stanno facendo per perpetuare l'odio verso gli altri animali".

Ai bambini viene chiesto di rendere gli omicidi animali un affare di famiglia

I giovani vengono sottoposti al lavaggio del cervello da persone potenti in modo che possano vedere altri animali come nemici in questa violenta guerra contro la natura. Gli viene anche chiesto di renderlo un affare di famiglia, un'incursione familiare nella natura. In "Predator-free plea:" Abbiamo bisogno di qualcosa di più di un semplice grido ", leggiamo:" Vogliamo che i bambini nelle scuole tornino a casa e diano ai loro genitori 'Perché non intrappoli i parassiti, mamma e papà?' Penso che se ciò accadesse in tutta la Nuova Zelanda – la nostra popolazione è di cinque milioni – allora avremmo cinque milioni di parassiti se tutti mettessero una trappola. "Che lezione meravigliosa questa è in un'istruzione disumana. E che splendida gita in famiglia piena di divertimento e modo meraviglioso per favorire "il collegamento" sarebbe. Per fortuna, SAFE ha un programma di squadrette di animali che riconosce che "il futuro degli animali della Nuova Zelanda è nelle mani della prossima generazione e hanno bisogno del nostro aiuto". Questo programma insegnerà ai bambini a impartire atteggiamenti positivi, piuttosto insegnarli a sbagliare istituendo un "noi" contro "loro il nemico" della guerra.

Ai giovani deve essere insegnata compassione, empatia e gentilezza piuttosto che uccidere altri animali per divertimento. Dovrebbero essere insegnati che la vita di ogni singolo individuo conta. Questo tipo di lezioni sarebbe una vittoria per tutti. 1,2

1 Il recente saggio di psicologia di Darcia Narvaez intitolato "Gli esseri umani sconfiggono la natura, come prescritto. Sei felice ora? "Contiene un numero di messaggi simile a quelli che ho sollevato qui. Sull'importanza di lavorare con i giovani si prega di consultare il suo saggio intitolato "RIMANERE IN PISTA PER ESSERE UMANO".

2 Il veterinario Dr. Andrew Knight, che ora lavora con SAFE, mi ha scritto una e-mail in cui nota che i legami tra il precedente abuso di animali e un successivo abuso di persone vulnerabili non devono essere sottovalutati. Si pensava che fosse un fattore nello sviluppo del serial killer più infame del mondo, Jack the Ripper. Puoi leggere di più su questo argomento in un saggio intitolato "Jack the Ripper a Slaughterman? Violenza uomo-animale e il serial killer più infame al mondo. "

Gli ultimi libri di Marc Bekoff sono Jasper's Story: Saving Moon Bears (con Jill Robinson); Ignorando la natura non di più: il caso di conservazione compassionevole; Perché i cani e le api si deprimono: l'affascinante scienza dell'intelligenza, delle emozioni, dell'amicizia e della conservazione degli animali; Rinnegare i nostri cuori: costruire percorsi di compassione e convivenza; The Jane Effect: Celebrando Jane Goodall (edita con Dale Peterson); e The Animals 'Agenda: libertà, compassione e convivenza nell'era umana (con Jessica Pierce). Canine Confidential: Perché i cani fanno ciò che fanno saranno pubblicati all'inizio del 2018. Ulteriori informazioni su marcbekoff.com.

Solutions Collecting From Web of "Imprinting Kids for Violence Toward Animals"