Imbiancare

C'è solo così tanto che puoi imparare dai libri e dalle lezioni. È quando hai una vera esperienza che la conoscenza avviene. Circondato da una raffica di ritagli di carta, colla di Elmer e forbici, ho appreso la brutta verità sulla bellezza. Il compito che è stato dato alle ragazze con cui ho lavorato è stato abbastanza semplice, creare una lavagna di ispirazione usando le immagini di pile di riviste. Dopo che l'ora era finita, tutte le ragazze hanno avuto l'opportunità di condividere le loro tavole con il resto del gruppo. Una delle ragazze aveva una scheda particolarmente vuota piena di pochissime immagini ritagliate da riviste, per le quali compensava con i suoi stessi disegni. "Non sono riuscito a trovarmi", ha esclamato. Dopo aver ricevuto sguardi vuoti, ha di nuovo sbottato "Non riuscivo a trovarmi. Non ci sono ragazze nere in queste riviste. "

Anche se avevo fatto il mio dovere di diligenza parlando con la ragazza della sua esperienza, discutendo di cosa significasse per il resto del gruppo e avvisando lo staff, le sue parole non mi lasciarono. Sono mai stato in grado di "trovarmi"? Avendo i capelli scuri e gli occhi scuri, sono stato certamente consapevole dello standard "più leggero è più bello" che prevale nella nostra cultura, ma a parte i commenti occasionali degli estranei che potrei avere la fortuna di avere figli con i capelli biondi e gli occhi azzurri piuttosto che i miei capelli e gli occhi castani e una lirica zoppa sulla bellezza di occhi chiari e capelli scuri, riuscivo ancora a trovare le immagini di quelli che assomigliavano a me. Avevo Cindy Crawford, avevo Snow White, avevo Brown Eyed Girl di Van Morrison! Potevo sempre vedere "me" sulle pagine di una rivista, su un annuncio o sullo schermo della TV. Se dovessi creare un quadro di ispirazione da quelle pile di riviste, avrei potuto trovare centinaia di immagini con "me" … ma lei non poteva.

Questa esperienza vicaria è rimasta con me nel corso degli anni fino a quando non è stata nuovamente sollevata dopo che il blog di Satoshi Kanazawa su Psychology Today affermava che "le donne nere erano considerate meno attraenti fisicamente delle altre donne". Solo mettendo da parte i difetti dello studio, la natura soggettiva dei partecipanti e l'intenzione dell'autore, dov'era la sensibilità? Immaginai la bambina con cui avevo lavorato dopo anni di sottilmente raccontata che non era abbastanza per omissione, confermata dalla commissione di Kanazawa. In mezzo alla mia frustrazione, mi sono rivolto alla dottoressa Serena Butler-Johnson, una psicologa autorizzata a Washington, DC per alcune risposte.

Butler-Johnson ha notato la continua esperienza di invalidazione di questa bambina incontrata anche nel ventunesimo secolo, cosa che avviene più frequentemente di quanto non ci rendiamo conto tra le ragazze afro-americane. Queste esperienze invalidanti si verificano a più livelli nei media mainstream, a casa e tra pari . Sottolinea che sebbene la nostra comprensione dell'attrattiva o della desiderabilità provenga da più fonti, non possiamo scartare i messaggi che riceviamo dal nostro ambiente esterno come contributo principale alla nostra comprensione di ciò che è bello. Nel nostro esame di questi messaggi, mettere in discussione attivamente lo standard è tanto importante quanto identificarne la presenza sottile.

Afferma che "le donne afro-americane e quelle di altre minoranze sono raramente rappresentate come rappresentazioni di bellezza nella cultura pop americana". Donne come Jennifer Aniston, Angelina Jolie e Charlize Theron tendono ad occupare quei ruoli in televisione, film, e la moda. Lei crede che quando gli afro-americani sono in questi ruoli, le donne hanno spesso caratteristiche eurocentriche, come Halle Berry e Zoe Saldana, che rafforzano ulteriormente gli ideali di bellezza della cultura dominante. Senza la convalida esterna, i bambini e le donne possono interiorizzare "concezioni della bellezza strettamente definite", con conseguenti sentimenti di inferiorità, confusione ed esclusione.

Trasferendosi a casa, Butler-Johnson afferma credenze profondamente radicate secondo cui "più leggero è meglio" viene spesso trasmesso attraverso le generazioni, in molte comunità minoritarie. Le discussioni su "capelli buoni" contro "capelli cattivi" e incoraggiamento a stare fuori dal sole sono modi in cui un bambino afro-americano può imparare che non è così carina senza "capelli lisci" o "pelle chiara". Per le femmine più giovani , oltre a problemi di sviluppo difficili, l'ambiente scolastico e l'ambiente dei pari possono contribuire a una comprensione negativa della bellezza come afro-americana. Ad esempio, Butler-Johnson ritiene che non sia raro che i bambini afroamericani vengano presi in giro da altri bambini afro-americani per il tono della loro pelle o dei loro capelli.

La dottoressa Butler-Johnson suggerisce modi per contrastare le immagini negative che circondano la bellezza afro-americana. L'obiettivo principale di ogni intervento è identificare ed esplorare i messaggi, gli standard e le immagini che riceviamo che sono considerati belli. Inoltre, qualsiasi pratica di bellezza che intraprendiamo, sia che stia raddrizzando i capelli o che eviti il ​​sole, dovrebbe essere motivata da un luogo interno di salute e accettazione di sé. Sia che lavori con tuo figlio o sia alle prese con i tuoi costrutti di bellezza, Butler-Johnson crede che tu debba accettare e convalidare il tuo aspetto e quelli che non seguono lo "standard". Sente che dovresti esplorare ed esaminare i tuoi pregiudizi quando arriva alla tua comprensione dell'attrattiva e delle radici sociali di questi pregiudizi. Dopo aver raggiunto la comprensione, è il momento di sfidare questi pregiudizi allargando la tua definizione di bellezza adottando una prospettiva globale. Incorporare diverse immagini a casa è un modo efficace per bilanciare il messaggio di bellezza.

Butler-Johnson ritiene che la comunità afro-americana stia continuando a ridefinire gli standard di bellezza. Ciò richiede l'identificazione di convinzioni radicate sulla bellezza racchiusa in profondità nella psiche e messaggi conflittuali sulla bellezza (compresi gli annunci di sbiancamento della pelle che seguono articoli su come abbracciare l'etnia nelle riviste afro-americane). Il cracking dei messaggi di bellezza e l'identificazione di ciò che si trova lì non può che portare a cambiamenti, che spero che la bambina con cui ho lavorato un giorno troverà.

Controlla il mio blog

Seguimi su Twitter

Contatta Dr. Butler-Johnson: sbutlerj@comcast.net

Unisciti alla discussione qui sotto!

Solutions Collecting From Web of "Imbiancare"