Il tuo stato come persona singola è un problema di diversità

[ Nota di Bella : l' ho scritta per la prima volta come colonna di Unmarried Equality. Perché è stato visto da così tante persone lì, ed è stato raccolto da diverse altre pubblicazioni che erano anche interessate, ho voluto condividerlo anche qui. ]

DW labs Incorporated/Shutterstock
Fonte: DW labs Incorporated / Shutterstock

Sposarsi. Avere bambini. Resta sposato Questa è la sceneggiatura di come dovrebbero svolgersi le vite degli adulti. Non importa che negli Stati Uniti, il copione dipinga continuamente sulla vita reale di sempre meno persone. Quasi la metà di tutti gli adulti di 18 anni sono legalmente single e un numero crescente di persone non si sposerà mai, spesso per scelta. Anche con la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso in tutto il paese, un numero significativo di coppie impegnate manterrà il loro impegno ma salterà il matrimonio. E di quelli che si sposano, quasi la metà non rimarrà così. Anche la parte minore della sceneggiatura è stata capovolta: un numero crescente di persone single ha figli e un numero crescente di coppie no.

I. La sceneggiatura che rimane potente, anche se in realtà meno gente la segue

Anche se il modo in cui viviamo ora è diventato straordinariamente vario – con le famiglie di nuclei familiari nucleari che rappresentano un incredibile 20% (o meno) di tutte le famiglie – il potere della sceneggiatura prevale ancora. Le nostre leggi, le nostre politiche, i nostri luoghi di lavoro e i nostri luoghi di culto sembrano prendere quel copione obsoleto come un dato di fatto. È come se tutti noi vivessimo davvero le nostre vite in quel modo, o dovremmo essere, o dovremmo voler essere. Quella sceneggiatura di vita standard domina anche i media, la pubblicità, il mondo accademico e le esperienze della nostra vita quotidiana.

Le persone premurose in sintonia con le questioni di giustizia sociale conoscono una delle implicazioni più consequenziali della supremazia della sceneggiatura di vita standard: è il numero schiacciante di leggi e politiche che avvantaggiano e proteggono solo le persone che la seguono. Coloro che si allontanano dal prezioso sentiero della vita sono svantaggiati in tutti i modi in cui i difensori del matrimonio omosessuale hanno descritto in modo così irresistibile – e anche in altri modi.

Ma lo status minore degli americani che non seguono la strada dei mattoni d'oro – oltre 100 milioni di loro – non è solo una questione legale. È anche un problema di diversità . Ci sono squisite sensibilità negli Stati Uniti e altrove a tutti i tipi di categorie di persone che rivendicano considerazione nei programmi di diversità. Tuttavia, il caso per coloro che non sono sposati può essere difficile da fare.

Mi è venuto in mente quando Kevin Markey, membro della Community of Single People del Regno Unito, ha descritto il suo tentativo fallito di ottenere un riconoscimento per le persone single e non sposate nel suo posto di lavoro. Condividerò la sua storia, poi spiegherò perché il suo "Diversity Champion" è stato tutt'altro, e perché lo status di non essere sposati merita considerazione come una seria questione di diversità. Lo status di non sposato è una questione di diversità sul posto di lavoro, ma dovrebbe anche essere un problema in molte altre arene.

II. Un esempio di un luogo di lavoro che si vanta di valorizzare la diversità, ma che offre solo licenziamento a dipendenti non sposati

Kevin Markey avrebbe dovuto passare un momento facile con le persone a sentirlo. La sua organizzazione è orgogliosa della diversità dei suoi membri e della serietà con cui considera le questioni della diversità. Il suo posto di lavoro ha "campioni della diversità" che sono "responsabili per sostenere e incoraggiare il progresso della nostra agenda sulla diversità". I campioni di Champions si concentrano su otto categorie:

  1. Età
  2. Opportunità di lavoro
  3. invalidità
  4. Genere
  5. Lesbiche, gay e bisessuali
  6. Gara
  7. Religione o credo
  8. Transgender

Così, quando Markey scrisse una lettera in cui spiegava l'importanza di valutare e riconoscere le persone che non erano sposate, e le mandò all'amministratore delegato e alla Diversity Advocate della sua organizzazione, non si aspettava che lo liquidassero. La persona che ha risposto a nome del Diversity Advocate ha spiegato che ha scelto le otto categorie basate sulla "evidenza della necessità di:

  • Elimina discriminazioni illegali, molestie e vittimizzazione.
  • Advance uguaglianza di opportunità.
  • Promuovi buoni rapporti tra persone che condividono una caratteristica protetta e coloro che non lo fanno. "

La persona che ha risposto ha aggiunto che l'organizzazione aveva condotto un'indagine che indicava che non era necessario un Campione per persone che non sono sposate, single o in società civile.

III. Perché lo status di non sposato è una questione di diversità

Il difensore della diversità di Markey non ha trovato alcuna prova della necessità di "eliminare la discriminazione illegale" nei confronti delle persone non sposate. Almeno come si applica alle persone negli Stati Uniti, questa affermazione è la più facile da abbattere. Sappiamo tutti che solo a livello federale esistono più di 1.000 modi in cui solo chi è legalmente sposato riceve pieno beneficio e protezione. Sappiamo anche, dalla ricerca sistematica, che esiste una discriminazione abitativa nei confronti di persone che non sono sposate, comprese le coppie non sposate. Sappiamo anche che gli uomini sposati hanno spesso retribuzioni più alte delle singole persone – a volte molto di più – anche quando gli uomini sposati e single sono uguali in anzianità e successi. Sembra una violazione dell '"uguaglianza di opportunità" per me. Se avessimo un'inchiesta più solida e di ampia portata sullo stato degli americani sposati e non sposati in molti settori, penso che troveremmo ancora più prove di discriminazione illegale.

L'altro "bisogno" sulla lista è quello di "favorire buoni rapporti tra persone che condividono una caratteristica protetta e coloro che non lo fanno". A prima vista, questo potrebbe sembrare il caso più sciocco da provare. Abbiamo davvero bisogno di insegnare alle persone sposate e non sposate come relazionarsi l'un l'altro?

Quello di cui penso che abbiamo bisogno è un riconoscimento del valore della vita delle persone che non sono sposate. Dobbiamo apprezzare le persone e le attività che rendono significativa la vita delle persone single. Le persone non sposate sul posto di lavoro non devono affrontare richieste più grandi per giustificare la propria vita di quanto non facciano le persone sposate.

Per esempio:

  • Se il tuo datore di lavoro crede che i desideri dei tuoi colleghi sposati (o dei tuoi colleghi con figli, se non ne hai) meritino una priorità più alta della tua per quanto riguarda la partenza anticipata, la scelta dei tempi di ferie o la copertura delle vacanze, è un problema di diversità.
  • Se il vostro datore di lavoro crede che dovrebbe consentire ai vostri colleghi sposati una considerazione speciale quando il loro coniuge muore o si ammali gravemente, ma non può capire perché una persona non sposata vorrebbe la stessa considerazione per la persona più importante della loro vita, questo è un problema di diversità.
  • Se il tuo datore di lavoro vuole sapere perché desideri determinati periodi di vacanza, o perché non desideri particolari incarichi di viaggio, ma non chiede mai ai tuoi colleghi sposati di giustificare richieste comparabili, questo è un problema di diversità.
  • Se il tuo datore di lavoro crede che gli uomini sposati siano più responsabili dei singoli uomini e li promuova e li paghi di più anche quando il loro lavoro non è migliore di quello dei singoli uomini comparabili, questo è un problema di diversità.

Questi sono alcuni dei modi più ovvi in ​​cui lo stato di non sposato dovrebbe essere considerato un problema di diversità. Ce ne sono molti altri, rilevanti per la cordialità o l'ostilità di un posto di lavoro. Le micro-aggressioni hanno avuto un brutto nome, tra tutte le lamentele sul fatto che le persone siano eccessivamente sensibili e politicamente corrette. La maggior parte dei piagnistei, sospetto, provengono da persone che non sono bersagli delle osservazioni scortese, insensibili o semplicemente disinformate.

Si consideri, ad esempio, solo alcuni dei tipi di interazioni sul posto di lavoro che molti americani non sposati mi hanno detto (e altri) di aver sperimentato:

  • Se sei un single single, i tuoi colleghi pensano che quello che vuoi, più di ogni altra cosa, diventi un segreto ? Cercano di "sistemarti" come se fossi rotto ? Cercano di farti intrattenere con storie della tua vita da appuntamenti o della tua vita sessuale? Fanno queste cose anche quando le tue risposte alle istanze precedenti avrebbero dovuto chiarire che non ti piace niente di tutto ciò?
  • Se sei in una coppia non sposata, i tuoi colleghi ti contatteranno per sapere quando lo renderà ufficiale, anche se in passato hai scoraggiato tali indagini?
  • Se sei un singolo solista, trovi che gli argomenti di interesse per lo più solo per coppie dominano le conversazioni informali? I tuoi colleghi chiedono informazioni sulle persone e le attività che sono importanti per i loro colleghi sposati, ma non riescono a pensare a qualcosa da chiederti se non "stai vedendo qualcuno" o "come è andata quella data venerdì sera?"
  • I tuoi colleghi accoppiati hanno mai pianificato un evento sociale di fronte a te, pur chiarendo che si tratta di un evento solo per coppie?

Forse questi esempi suonano piuttosto banali, ognuno leggero come una piuma. Ma una tonnellata di piume è schiacciante come una tonnellata di roba più dura. Le interazioni con persone non sposate non dovrebbero essere circondati da stereotipi, miti e idee sbagliate più che le interazioni con altre categorie di persone. Stereotipi, stigmatizzazione, derisione, emarginazione o ignoranza di persone basate su razza, etnia, età, sesso, orientamento sessuale, classe sociale, religione o disabilità dovrebbero essere inaccettabili. Così dovrebbe lo stesso, come hanno applicato alle persone non sposate. Questi sono tutti problemi di diversità.

IV. Cosa ci vorrà per far avanzare lo status di non sposato come problema di diversità

Il difensore della diversità del Regno Unito ha menzionato tre modi per affrontare i problemi della diversità: eliminare la discriminazione; avanzare l'uguaglianza di opportunità; e favorendo buone relazioni. In genere, anche la rappresentazione è un problema di diversità di base e anche questo è importante. Importa non solo una questione di equità fondamentale, ma anche un modo per dare a tutti il ​​dono di modi di pensare più profondi, più chiari e più espansivi. Un ambiente di lavoro diversificato salva le organizzazioni dai solchi mentali.

Per le persone non sposate – o persone di qualsiasi gruppo che non sono quelle culturalmente dominanti – per pensare alle loro vite in modi che le sceneggiature standard non limitano, aiuta ad avere risorse dedicate alle loro vite. Per quanto riguarda la razza e l'etnia, ad esempio, le università ora hanno spesso interi programmi di studio dedicati a persone che non sono bianchi europei. I media hanno intellettuali pubblici, come Ta-Nehisi Coates, che parleranno delle sue esperienze in modi che le persone che non le condividono non potrebbero mai fare.

Ma anche la rappresentazione numerica e le risorse culturali non sono sufficienti. Gli studenti possono alzare le mani in classe e fare in modo sicuro i punti che rende Coates? Cosa succederebbe se tentassero di affrontare questi problemi tra un gruppo eterogeneo di pari? In materia di razza, però, siamo più avanti di quanto lo siamo su questioni di stato non sposato. Non abbiamo ancora molte ricerche accademiche e scritti sulla vita al di fuori del matrimonio – o non molto che prende la vita da single, piuttosto che il matrimonio, come punto di partenza e vera messa a fuoco. Nemmeno gli intellettuali pubblici stanno ottenendo seria attenzione da parte dei media. Quindi, nelle nostre aule e nei luoghi di lavoro, e in tutti i percorsi e domini della nostra vita quotidiana, le persone che non sono sposate devono ancora affrontare un trattamento sprezzante quando chiedono che le loro vite siano prese sul serio.

Gli appunti

(1) Per i riferimenti agli studi che documentano la discriminazione salariale nei confronti di singoli uomini, e discussioni più dettagliate e documentazione di altre forme di discriminazione, vedi Singled Out: come i single sono stereotipati, stigmatizzati e ignorati, e vivono ancora felici e contenti .

(2) Per ulteriori informazioni su stereotipi, stigmatizzazione e discriminazione nei confronti di singole persone in molti domini diversi, vedere Singlismo: che cosa è, perché è importante e come fermarlo .

(3) Per ulteriori informazioni sui molti modi in cui le persone vivono realmente le loro vite, vedi Come viviamo adesso: Ridefinire casa e famiglia nel 21 ° secolo .

(4) Grazie a Kevin Markey per avermi permesso di condividere la sua storia qui.

(5) Le opinioni espresse qui sono le mie e non la posizione ufficiale di Unialried Equality.

Solutions Collecting From Web of "Il tuo stato come persona singola è un problema di diversità"