Il tuo smartphone ti dà davvero pidocchi?

Il confortante e contrario alle aspettative è l'unico modo per descrivere la notizia che stare vicino al tuo iPhone danneggerà le tue capacità cognitive (28 giugno 2017, HealthDay News ). Adrian F. Ward dell'Università del Texas ad Austin crede che il suo team abbia dimostrato che solo la presenza del tuo telefono – nemmeno a giocherellare con essa, solo la presenza – è sufficiente per utilizzare risorse cognitive a "capacità limitata". Anche se fai fatica a evitare di controllare il tuo telefono, è probabile che ci sia una significativa "fuga di cervelli".

HealthDay News cita l'articolo del Dr. Ward sul Journal of Association for Consumer Research (3 aprile 2017) come segue: "I nostri dati suggeriscono che la semplice presenza degli smartphone dei consumatori potrebbe ulteriormente limitare la loro già limitata capacità cognitiva tassando il risorse attente che risiedono al centro della capacità della memoria di lavoro e dell'intelligenza fluida … Poiché gli smartphone dei consumatori sono così spesso presenti, i semplici effetti di presenza osservati nei nostri esperimenti hanno il potenziale di influenzare il benessere dei consumatori in una vasta gamma di contesti. "

I super utenti dei loro telefoni apparentemente soffriranno maggiormente per la fuga dei cervelli. Sono forse più facilmente distratti e, di conseguenza, trovano più difficile pensare a ciò che dovrebbero.

Pinterest No Cell phones
Fonte: Pinterest No Cellulari

Gli smartphone hanno molto da rispondere, soprattutto se sei un bambino e soprattutto se leggi i giornali. L'ultimo di questo doloroso riassunto del danno digitale suggerisce che mettere i bambini sotto i due davanti a un tablet o uno schermo di un cellulare danneggerà il loro modo di parlare. Non nella nostra famiglia, te lo assicuro. E secondo un rapporto su The Daily Telegraph (4 maggio 2017) "I ricercatori dell'Università di Toronto e The Hospital For Sick Children di Toronto hanno scoperto che ogni 30 minuti di tempo sullo schermo aumentava il rischio di parlare in ritardo del 49%." La situazione peggiora. Lo sviluppo del cervello e il sonno possono essere anche una vittima dello smartphone. E 'stato anche sostenuto in "un recente studio dell'University College di Londra ha scoperto che il tempo dello schermo può anche avere un impatto sul sonno dei bambini e potenzialmente danneggiare lo sviluppo del cervello". Questo è di nuovo il Daily Telegraph (13 aprile 2017).

I pidocchi, non ti sto prendendo in giro, sono anche qui. Sono stati collegati ai telefoni cellulari. Secondo un altro rapporto del T he Daily Telegraph (4 luglio 2017) "gli smartphone sono stati accusati di un drammatico aumento di pidocchi tra gli scolari". Questo è apparentemente dovuto al fatto che gli smartphone "incoraggiano i giovani a radunarsi in gruppi, permettendo agli insetti saltare tra le teste ". Questa sorprendente notizia è il risultato di uno studio di oltre 200 giovani. "Coloro che possiedono uno smartphone – o un tablet – avevano più del doppio delle probabilità di essere infestati dai pidocchi. Dei 98 che non avevano né hanno mai usato alcun tipo di dispositivo 29 (29,5%) hanno avuto pidocchi – contro i 65 dei 104 (62,5%) che lo hanno fatto. "Ti prometto che non lo sto inventando.

Fortunatamente l'aiuto è a portata di mano. In Giappone un'azienda ha sviluppato una custodia per cellulare che permetterà ai genitori di controllare il modo in cui i bambini usano il loro smartphone. Questo caso, riporta The Telegraph (25 aprile 2017), "può essere rimosso solo con un cacciavite specifico, [e] consente ai genitori di impostare restrizioni temporali sull'utilizzo dello smartphone del loro bambino tramite un'app di accompagnamento." Come se non fosse più abbastanza il caso ha anche il proprio rilevatore di movimento (chiamato OTOMOS). Questo "disattiverà automaticamente il telefono quando il bambino sta camminando, per impedire che controllino i dispositivi mentre sono in movimento". Questo dovrebbe risolvere quei fastidiosi pidocchi.

Il buon senso sembra sempre più vittima di questi rapporti. Lasciami spiegare perché lo penso. Mia figlia mi dice che ha una piccola prova che le relazioni tra i bambini e i loro parenti adulti possono essere incoraggiate usando gli smartphone. Questo è con il programma iPhone chiamato FaceTime, un'app che ti consente di videochiamare utilizzando il Wi-Fi o il tuo piano. È gratuito, economico e molto efficiente. Mia nipote non aveva visto i suoi nonni spagnoli da più di otto mesi, ma lei aveva interagito con loro su FaceTime quasi tutti i giorni. Quando li ha visitati, l'ultima volta in Spagna, di recente, è arrivata all'aeroporto da loro e ha dato loro un bacio e un enorme abrazo. Conoscenza dello schermo Non era affatto sicura di alcuni dei suoi cugini che aveva amato in precedenza quando li aveva incontrati, ma con i quali non aveva avuto alcuna interazione con FaceTime. L'uso di questo schermo, a quanto pare, non incoraggia lo scarico cognitivo o il danno. Il contrario.

Wikimedia Commons
Libri circondati da smartphone
Fonte: Wikimedia Commons

Le nuove tecnologie sono spesso considerate come cose molto pericolose e sembrano incoraggiare paura, allarme e obiezione. Spesso si dice che siano pericolosi per gli adulti da bambini. Questo finchè non ci abituiamo a loro. Non è passato molto tempo – in effetti molto tempo fa – che la scrittura e la lettura sono finite sotto l'occhio di pesce. Il defunto storico Roy Porter ha tenuto una conferenza molto divertente sull'argomento nel 1998. Ha iniziato con gli antichi greci, con Platone e il suo dialogo il Fedro . Quel testo ha una storia sugli egiziani e l'invenzione della scrittura. "Thoth", spiega, ha offerto "il dono di scrivere al re Thamus, sostenendo che" renderà il popolo egiziano più saggio e migliorerà i suoi ricordi ". L'effetto reale, neutralizza Thamus, sarà l'opposto: scrivere "imposterà l'oblio nelle loro anime [e] cesserà di esercitare la memoria perché si basano su ciò che è scritto".

Non per un minuto sto cercando di deridere la ricerca che ho menzionato qui. Ognuna delle ipotesi deve essere presa per i propri meriti. Ma questa ricerca sulla malvagità dei telefoni cellulari è straordinariamente comune e la sua segnalazione, finché è negativa, è immensamente popolare nelle notizie.

Finiamo con i bambini. La maggior parte dei genitori e la maggior parte dei nonni utilizza gli schermi dei cellulari con i loro bambini e i loro bambini in una varietà di modi. Forse questa varietà dovrebbe essere più fattorizzata nella ricerca. Non è tutto Masha e The Bear , Peppa Pig , The Wiggles o Playschool (solo per citare alcuni dei miei preferiti). Può anche comportare lunghe conversazioni interattive con famiglie separate. Può anche comportare ballando con Can not Stop of the Feeling di Justin Timberlake (e spesso mi piacerebbe che non lo facesse) e, non ti sto prendendo in giro, può essere per recitare in Anna Fedorova suonare il secondo concerto per pianoforte di Rachmaninoff. Non tutti gli schermi, vedi, ti daranno davvero headlice.

Solutions Collecting From Web of "Il tuo smartphone ti dà davvero pidocchi?"