Il tuo posto di lavoro ti sta stressando?

"Non ci può essere una crisi stressante la prossima settimana. Il mio programma è già pieno. "- Henry Kissinger

L'ambiente di lavoro contemporaneo è molto impegnativo, rapido e sempre più incerto. La pressione delle scadenze, i risultati finali e il lavoro con persone difficili, tra gli altri fattori, mettono i dipendenti moderni sotto una quantità eccessiva di stress. In effetti, essere costantemente stressati è così universale in America che molti lavoratori lo hanno accettato come sgradevole, ma come stile di vita. Mentre una certa quantità di stress è accettabile e può effettivamente essere benefica per te, mantenendoti vigile e concentrata, aiutandoti a far fronte alle sfide – oltre un certo limite accettabile, lo stress non è nient'altro che male per te! Non solo influisce sulla stabilità mentale ma anche sulla salute, le relazioni, la produttività sul lavoro e la qualità della vita complessiva.

Le persone sono diverse, quindi reagiamo in modo diverso rispetto allo stesso insieme di circostanze; qualcosa che una persona può trovare stressante, un'altra può considerarsi solo leggermente sfidante o addirittura normale. Il modo in cui tollerate e rispondete allo stress dipende non solo dalle particolarità della vostra situazione ma anche dal tipo di persona che siete; le tue inclinazioni, convinzioni e comportamenti naturali.

Mentre lo stress sul posto di lavoro non è una novità, tende ad accumularsi in modo insidioso, facendoti perdere la concentrazione e la fiducia, e si sente sempre più sopraffatto e, nel peggiore dei casi, potrebbe portare al collasso fisico e mentale. Se non gestito correttamente, lo stress può causare il calo della soddisfazione sul lavoro e il calo delle prestazioni sul lavoro. Inutile dire che se la produttività dei dipendenti non è all'altezza delle aspettative, la direzione può decidere di ridurre i guadagni finanziari per loro o addirittura considerare un candidato più efficiente per riempire la posizione. Lo stress sul lavoro non è qualcosa da ignorare; può potenzialmente causare problemi maggiori che porteranno solo a più stress. Lo stress a lungo termine può farti sperimentare:

  • Ansia e tensione cronica
  • Agitazione e crisi di panico
  • Aggressione
  • Sbalzi d'umore e disorientamento
  • Self-talk negativo e auto-abuso
  • Difficoltà di sonno e stanchezza costante
  • Mangiare, bere e altri disturbi
  • Pessimismo e sconforto
  • Ritiro graduale dalla società

Le due principali conseguenze dello stress inesorabile sul posto di lavoro sono il disimpegno degli impiegati e l'assenteismo, secondo la Global Benefits Attitudes Survey della società di servizi professionali Towers Watson:

Bev Flaxington/Piktochart
Fonte: Bev Flaxington / Piktochart

Come riportato nel terzo sondaggio annuale sul lavoro, condotto da Harris Interactive per conto di Everest College, un incredibile 83% dei dipendenti in America sono stressati al lavoro. Questi risultati riflettono un aumento del 10% del numero di dipendenti tesi, rispetto all'anno precedente. Diversi anni dopo la recessione, le persone stanno ancora affrontando le sue conseguenze, poiché bassi salari e insicurezza del lavoro fanno sì che i dipendenti si sentano ansiosi e sotto pressione.

Mentre la sicurezza del lavoro è certamente un fattore critico nell'influenzare i livelli di stress legato al lavoro, ci sono molti altri fattori che possono influenzare la produttività, l'efficacia e l'impegno dei dipendenti. Diversi tipi di lavoro hanno il loro insieme unico di aspetti che inducono lo stress, ma, in generale, i seguenti fattori di stress sono citati più frequentemente dai lavoratori di tutte le professioni:

  • Sovraccarico di lavoro
  • Lunghe ore
  • Scadenze impossibili e aspettative insensate
  • Compensazione finanziaria
  • Pressione di gestione
  • Trattamento ingiusto e mancanza di riconoscimento
  • Molestie di colleghi di lavoro
  • Colleghi e / o dirigenti incompetenti
  • Insoddisfazione del lavoro

Se uno qualsiasi di questi fattori influisce sul tuo lavoro, potresti prendere in considerazione le seguenti cinque diverse opzioni per prendere in carico la tua vita al lavoro. Non fare nulla non è un'opzione, quindi fai qualche passo per alleviare lo stress oggi.

  1. Identifica i fattori di stress che puoi controllare o influenzare. Evita lo stress inutile: non fissarti sugli ostacoli e sugli elementi della tua vita che sono al di fuori del tuo controllo. Il tuo stress su di loro, realisticamente, non cambierà nulla, quindi perché passare le tue cellule nervose – e ricordare quelle sono insostituibili – in costante preoccupazione. Invece di sentirti come Chicken Little e preoccuparti del cielo che non puoi controllare, trova quelle cose che puoi controllare e che puoi influenzare a modo tuo. Prendi in carico i pezzi che puoi gestire in modo diverso e, per ora, ignora quelli che non puoi.
  2. Pratica il mantra "anche questo passerà". Niente è veramente permanente, e la tua vita è troppo breve per essere spiata a preoccuparti di colleghi irritanti e capi ignoranti. Ricorda che il tuo lavoro non equivale alla tua vita; la tua vita è molto più di questo. Un giorno cambieranno anche le cose che non puoi controllare, e i vecchi problemi verranno risolti o sostituiti con quelli nuovi. Sinceramente, la tua vita non sarà mai completamente priva di stress, ma ciò non significa che dovresti rinunciare a viverla. Renditi conto di come sia la vita impermanente. Può essere utile ripensare a qualcosa che una volta ti preoccupava di non aver mai realizzato. Preoccuparsi è davvero l'interesse che paghiamo su un debito che non può mai essere dovuto. Renditi conto che la vita sta cambiando ogni singolo minuto e mentre la tua situazione può sembrare interminabile, in realtà non lo è. Passa tutto, in un modo o nell'altro.
  3. Organizzarsi, sia fisicamente che mentalmente. Clutter, che sia nella tua mente, sulla tua scrivania o nella tua vita, può far sembrare i problemi che hai a che fare sembrano sproporzionati. Può farti sentire intrappolato o correre in loop, incapace di far fronte a ciò che è nel tuo piatto. Ottenere una struttura per la tua vita ti aiuterà a sentire e, cosa ancora più importante, ad avere più controllo su di essa. Avere un programma scritto e assicurarsi di seguirlo. Ottieni le tue priorità e non aver paura di delegare le responsabilità, se possibile e appropriato. Neanche sopravvalutare le tue capacità; dedica abbastanza tempo per ogni compito e aggiungi pause intermedie per bilanciare il tuo rapporto lavoro / vita sociale.
  4. Adottare un atteggiamento positivo nei confronti delle sfide. Anche quando non sta andando nel modo in cui potreste sperare, ricordate che tutto il lavoro è "apprendimento a pagamento". Qualunque cosa tu stia facendo giorno per giorno o di fronte al lavoro, è un'esperienza di apprendimento che nessuno ti può togliere. E mentre dovresti cercare di raggiungere l'eccellenza in qualunque lavoro tu abbia scelto, senza dubbio ci saranno degli alti e bassi lungo la strada. Una prospettiva positiva sulle sfide del lavoro e della vita ti renderà più resistente allo stress e ti aiuterà a gestirlo in modo calmo e raccolto. Accetta che nessun essere umano è perfetto. Invece, affronta le tue mancanze con una mente aperta, rifletti su di loro e vai avanti.
  5. Guarda la tua auto-conversazione. Sii gentile con te stesso! Sii positivo. Ridurre il tuo valore è la cosa più degradante che puoi fare a te stesso. Probabilmente ci sono molte altre persone che sono in grado e disposte a metterti giù, se hai intenzione di trattarti con così tanto disprezzo, non avrai l'energia di cui hai bisogno per affrontare quelle persone o problemi difficili! Se trovi che non è corretto essere "positivi", sii almeno razionale nei confronti di te stesso: non calpestarti o far saltare in aria le cose.

Ricorda, non sei impotente, e i più grandi cambiamenti nella vita possono nascere da un piccolo cambiamento nel sé.

  • Homeschooling to Escape Bullies: Cosa c'è di sbagliato in questo?
  • Affogato troppe volte da un amico
  • Invidia e Gloria: una resa non necessaria
  • Altre persone hanno davvero più divertimento di noi?
  • La coppia sale: la storica Elizabeth Abbott spiega perché
  • Migliora il tuo corpo, migliorati?
  • "Extra, Extra, Leggi tutto - Medicina ghigliottinato"
  • Cinque cambiamenti di mentalità che le Grandfamilies devono fare
  • A caccia della morte
  • Quando Survival non è in gioco: il mistero del disturbo di panico
  • La psicologia del selfie
  • Creatività per introversi
  • Il valore dei compiti
  • 10 Disturbing Behaviors in qualsiasi relazione
  • Mangia, bevi, recupera
  • 4 motivi per cui si riesce o si fallisce - e 4 modi per fare meglio
  • Gli umani sconfiggono la natura come prescritto. Ora cosa?
  • Navigazione dei buchi neri con Leilani Wolfgramm
  • Chi sta dicendo la verità?
  • 5 segnali di avvertimento che il tuo adolescente potrebbe utilizzare farmaci
  • Conversazioni sulla creatività con Daniel Tammet - Parte VI, Trasformazione personale
  • Donald Trump nella parte alta della Triade oscura
  • Fare il tempo per le connessioni o no
  • Gli assassini sono etichettati in modo ingiusto come psicopatici?
  • Morale: i semi devono essere piantati correttamente nella prima infanzia
  • L'economia umana: fare della compassione un elemento di fondo
  • The Thin Line Between Passion and Obsession-Part 2
  • Proteggere e imparare in un tempo di odio
  • La lista dei sogni?
  • Segreti dell'olfatto
  • I bambini delle famiglie BGLQT - come vanno a scuola?
  • Vivere una vita sociale dei media
  • Le proteste degli studenti universitari riguardano la resistenza al lato oscuro
  • Oxytocin - The Multitasking Love Hormone
  • Il "problema non parlato" nell'educazione
  • Mia madre sta distruggendo la mia vita sociale