Il tuo corpo può esprimere più emozioni simultaneamente?

emo3, Jay Cross/Flickr
Fonte: emo3, Jay Cross / Flickr

Tutti i sentimenti-vs. pensieri – hanno una certa fisiologia per loro. Non puoi provare un'emozione senza allo stesso tempo sperimentare una corrispondente sensazione corporea (o sensazioni). E ciascuna delle tue emozioni risiede in un particolare luogo (i) nel tuo corpo – la loro "casa natale", per così dire. A meno che non si avverta un'emozione così intensa e opprimente che è tutto il tuo corpo, forse come una coperta di lana pesante, quasi soffocante, o un'impennata elettrica, o un violento terremoto interno.

Nel mio post precedente, "Puoi sentire due emozioni in una volta?", Ho discusso di come puoi avere sentimenti opposti contemporaneamente, che a loro volta possono provocare una confusione frustrante, indecisione, ambivalenza o procrastinazione. Qui mi concentrerò su ciò che ritengo sia una prova fisica incontrovertibile (fornita in parte da decine di clienti della terapia) che i sentimenti contrastanti provengono da diverse parti della tua anatomia. Puoi effettivamente dire che stai sperimentando due emozioni discrepanti contemporaneamente quando provi più di una singola sensazione fisica nel tuo corpo e puoi riconoscere ogni sensazione come connessa o allineata con una sensazione diversa.

Per fornire un esempio dalla mia pratica psicologica, ho lavorato con molti clienti neurobiologicamente, per aiutarli a risolvere i disturbi emotivi passati attraverso la loro rivisitazione. In tal modo, alcuni hanno sperimentato la rabbia nel loro corpo (l'espressione effettiva di cui credevano dovesse essere soppressa) come pressione, tensione o costrizione alla gola, ai polmoni, al torace o alle spalle. Al di là del loro corpo che "mostrava segretamente" i loro sforzi per contenere la loro rabbia, e forse fornendo la migliore spiegazione fisica del perché sentivano che una simile emozione doveva essere trattenuta, riferivano una sensazione nauseabonda, tremante o sensazione di caduta / affondamento, nella loro gut, tipicamente il luogo in cui risiedono i programmi di sopravvivenza vecchio-cervello e basati sulla paura.

Compresi cognitivamente, il loro naturale impulso di liberare la propria rabbia fu controbilanciato – o annullato – da sentimenti di ansia più intensi, specificamente legati ai pericoli percepiti di dare voce al loro turbamento. Per quello che avevano imparato a comunicare esteriormente il loro fastidio, o persino l'indignazione, era che tale espressione poteva essere pericolosa per loro. Infatti, considerati fisicamente (e tutte le emozioni iniziano come sensazioni corporee), il loro intestino stava "comandandoli" a bloccare il loro immediato bisogno di confrontarsi con il loro percepito antagonista.

La terapia cognitiva si basa essenzialmente sul concetto che i nostri sentimenti attuali, autodistruttivi derivano da credenze irrazionali e obsolete. Ma usando più di un approccio mente / corpo, si potrebbe anche dire che i nostri sentimenti rappresentano il "sottoprodotto" emotivo di ciò che sperimentiamo per la prima volta fisicamente. Quindi, per continuare con l'esempio precedente, se nel tuo passato hai avuto conseguenze inquietanti o traumatiche a causa della tua rabbia che ti spingeva ad agire in modo aggressivo verso chiunque ti provocasse, avresti imparato – specialmente se la persona che hai affrontato avesse diretto l'autorità su di te, come un genitore, che non regnando nel tuo immediato impulso di recitare la tua rabbia potrebbe portare a una sensazione molto peggiore. Cioè, poteva manifestare sentimenti di colpa, vergogna, ansia, panico o disperazione in relazione all'essere rimproverato, severamente punito, dato il trattamento silenzioso – o qualsiasi cosa che potesse farti sentire respinto o abbandonato.

Quindi, considera una circostanza attuale. Dì che ti arrabbi con il tuo capo (che ha anche autorità su di te) perché ha accettato di darti un rilancio se hai raggiunto determinati obiettivi e, successivamente, hai rinnegato la sua promessa. La tua prima reazione potrebbe essere di indignazione (come in "Come osa, che sta mentendo SOB !!!"). Ma poi il vulcano in eruzione nel tuo petto, la frequenza cardiaca accelerata e la rapida pressione del sangue potrebbero rapidamente "mutare" in-o essere "imbavagliata" da una reazione fisica più lieve che ti sembra significativamente meno minacciosa o spaventosa. Per la tensione fisica inizialmente travolgente che ti "muove" energicamente per attaccare verbalmente il tuo superiore ingiusto ora è stata costretta dalla necessità più fortemente sentita e ansiosa di prevenire un'esplosione che, letteralmente, potrebbe farti licenziare quando, francamente, hai nessun altro posto dove andare.

Un tale timore alla base del rischio di liberare la tua rabbia potrebbe essere espresso – o "incarnato" – attraverso un nodo in gola; uno svolazzare nel tuo cuore; un irrigidimento delle spalle, della gola o della mascella; un tremito nel tuo intestino; e così via. Come nei sogni, in cui una persona o un oggetto possono rappresentare cose diverse per persone diverse, non esiste una formula semplice e valida per tutti dove e come una determinata sensazione corporale possa "annunciarsi" a voi stessi. Ma in quasi tutti i casi, con una certa introspezione, puoi probabilmente identificare quale stato di sensazione accompagna quale reazione fisica (s). E poiché, infine, sono le tue emozioni a governare il tuo comportamento, qualsiasi sensazione corporea è dominante determinerà più o meno la tua decisione su quale azione (o forse inazione ) prendere.

Quindi, per esempio, se la sensazione infiammatoria nel petto relativa alla volubilità esasperante del tuo capo è molto più forte di qualsiasi sentimento legato alla sopravvivenza nel tuo intestino, è probabile che correrai il rischio di affrontarlo per il suo tradimento. E questa è una delle ragioni per cui potenti sentimenti di rabbia possono avere conseguenze così dannose. È difficile essere circospetti in situazioni in cui il tuo impulso di colpire è così dominante che non sei in grado di valutare i pericoli potenzialmente gravi nel farlo. D'altra parte, le tue paure e le tue ansie possono essere spesso esagerate perché sono innescate da esperienze passate che hanno poco o nulla a che fare con le circostanze attuali. Nondimeno, molte paure sono abbastanza razionali in quanto si basano su una valutazione razionale dei pericoli associati al tuo, beh, "parlando di verità al potere". In questi casi, potresti aver bisogno della tua paura, che, come segnale di avvertimento, è probabile che viviate istantaneamente nel vostro corpo – per inibirvi dall'agire in modi che potrebbero seriamente minacciare il vostro benessere.

Per offrire un'istanza molto più semplice di una situazione che tipicamente genera – e simultaneamente – due emozioni apparentemente discordanti, prendi in considerazione un ottovolante veloce alleggerito, disegnato da esperti nei suoi estremi cali e curve per creare l'illusione di un pericolo imminente. Il tuo io amante del divertimento potrebbe salutare un'impresa così eccitante con esuberanza, eccitazione e gioia. Tuttavia, per quanto tu possa esserne cosciente, questi sentimenti verrebbero probabilmente contrastati da sentimenti forti, primitivi di angoscia, paura o persino terrore. E una volta "prigioniero" di questa girandola vorticosa, sbandante, a bocca aperta, momento per momento, tutti i tuoi sentimenti si manifesterebbero in sensazioni corporee "incompatibili". Inoltre, oltre a tutto ciò che potrebbe accadere in gola, cuore, arti, budella, ecc., Potresti anche urlare a voce alta, anche se, ironia della sorte, stai esibendo il più ampio sorriso da orecchio a orecchio.

E con questo drammatico esempio – che senza dubbio hai vissuto di prima mano (a meno che la tua trepidazione non abbia totalmente sopraffatto la volontà di indulgere in un tale brivido) – Riposo il mio caso.

NOTA: se hai trovato questo post interessante o utile, spero che condividerai il suo link con gli altri. E se ti piacerebbe esplorare altri post che ho scritto per Psychology Today – su una vasta gamma di argomenti – clicca qui.

© 2014 Leon F. Seltzer, Ph.D. Tutti i diritti riservati.

-Invito i lettori ad unirsi a me su Facebook, così come a seguire le mie varie riflessioni psicologiche e filosofiche su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Il tuo corpo può esprimere più emozioni simultaneamente?"