Il suo "cazzo biologico": in tre decenni di raccolta di slitte freudiane (parte 7 di 7)

Spirito del cliente inaspettato

questo ghigno Usando il termine "spirito" qui non intendo necessariamente umoristico, anche se molti degli esempi riportati di seguito hanno sicuramente provocato un sorriso interiore, impressionandomi come ironico o stravagante. No, ciò a cui mi riferisco come "arguzia" sono le espressioni dei clienti che ho trovato sorprendentemente intelligenti o ingegnose. . . a volte, anche brillante, o inaspettatamente saggio.

A differenza di quasi tutti gli esempi forniti nelle sezioni precedenti, i clienti in questi casi sembravano abbastanza consapevoli di ciò che stavano dicendo. In realtà, in genere sembravano intenzionati a creare il loro linguaggio in modo da evidenziare in modo vivido i loro pensieri. Mentre esaminate i loro imprevisti "sprazzi" di immaginazione verbale, penso che la coscienza (e l'efficacia!) Dei loro sforzi saranno evidenti:

• "Il mio cuore spezzato è migliorato nel dolore". Davvero molto poco che deve essere aggiunto a questa dichiarazione così succinta. Qualunque formulazione potrebbe influire maggiormente nell'esprimere il recupero da parte di questo cliente da una relazione fallita che originariamente la lasciava devastata?

• "Non voglio essere unita 'al fianco' con lui – solo 'al cuore'". Un altro esempio di un cliente che comunica intensamente i suoi sentimenti più profondi. (E in un certo senso, è probabilmente il mio desiderio di "immortalare" sentimenti così commoventi che mi hanno spinto a scrivere questo post eccezionalmente lungo in primo luogo.)

• "Ah. . . se solo fossi nato un utero "(cfr." stanza di distanza "). Qui un sospiro da parte del cliente stava raccontando tutto ciò che mancava alla sua infanzia, riflettendo sulle varie deficienze dei suoi genitori nel farla sentire amata. Le sue parole incapsularono in modo commovente il suo dolore nel tentativo di venire a patti con l'enormità del suo dispiacere a lungo represso. Tuttavia, avendo fatto molti progressi nella terapia, poteva anche mostrare un certo distacco riguardo alla cura di cui era stata privata. Il che penso sia ciò che le ha permesso di inventare una frase (o un gioco di parole) così spiritoso quanto toccante.

• "Ho dovuto smettere di metà emozione" (cfr "mezz'aria"). Questa confessione incredibilmente intelligente, ma anche pietosa, è stata consegnata da un cliente la cui madre le avrebbe letteralmente deriso mentre tentava di esprimere sentimenti offensivi. Da bambina, provava questa reazione fredda come così avvilente, così sprezzante, così umiliante, che si sentiva costretta a chiudere emotivamente, e mantenere tutti i suoi sentimenti angosciati nel profondo.

disgusto di sé • "Sento incondizionato il disprezzo di me stesso." Per quanto fosse triste sentire qualcuno parlare di se stessa in questo modo, non potei fare a meno di notare l'umorismo di lei che invertire così in modo agile la frase molto più familiare, "l'amor proprio incondizionato “.

• "Ho delle adeguatezza !" Più tardi, durante la sua terapia, questo stesso cliente dimostrò uno spirito simile nel modo in cui lei, anche se modestamente, dichiarò che la sua immagine di sé era notevolmente migliorata.

• "Le cose hanno raggiunto un nuovo livello di peggio". Ho pensato che fosse particolarmente astuto. Come si fa "peggio" – dopo tutto, uno assoluto meglio? Bene, hai semplicemente scoperto una "altitudine" senza precedenti per questo. Questa citazione proveniva da un cliente che attraversava un periodo protratto di quasi incredibili cattive fortune. Eppure era in grado – chissà come? – di mantenere qualcosa del suo senso dell'umorismo ironico. Di conseguenza, la mia esperienza di lavoro con lei durante questo periodo di tremenda afflizione personale fu riempita con pari quantità di compassione e ammirazione.

• "Credo che dovrò solo vedere se questa relazione si fonde. . . o se finisce. "Questo cliente si era recentemente risposato con qualcuno che era lui stesso divorziato. Non solo stava iniziando ad avere alcuni seri (e inaspettati) dubbi sul suo nuovo partner, ma entrambe le parti avevano portato al loro matrimonio figli dai precedenti matrimoni. E (come ci si potrebbe quasi aspettare) segnali preoccupanti su come tutti questi ragazzi andavano d'accordo stavano già emergendo. In questo caso, il mio cliente sembrava troppo mestamente consapevole del suo schema di rima tra "fine" e "fusione". Certamente sottolineava la sua grave incertezza su ciò in cui si era cacciata.

rapito • "Mi ci vorrà un po 'di tempo per districarmi, perché sono così aggrovigliato dentro." Questo era da un cliente che, entrando in terapia, non era esattamente sicuro di ciò su cui voleva lavorare o anche cosa, personalmente, lei era tutto. Abbastanza graficamente, la sua espressione metaforica ha detto tutto. . . .

• "Se tutto ciò che devi giocare è il vetro rotto, è quello con cui giochi." Non riesco a ricordare il contesto per questa particolare affermazione, ma ricordo di essere stato colto alla sprovvista dalla sua lugubre sagacia. Fedele a tanta intelligenza riflessiva, la sua osservazione sembrava insolitamente profonda e stimolante.

• "Per fare un amico, devi tenere un occhio chiuso; per tenerlo, due. . . . "Simile all'esempio appena sopra, ho trovato questo anche particolarmente provocatorio, anche se, senza dubbio, molto più cinico (!). Ovviamente, qui c'era qualcuno che era stato ingannato e ingannato in passato.

• "Qual è il punto di noi?" Questo proviene da un cliente che si lamentava di quello che ha vissuto come il disinteresse quasi totale della moglie per la relazione. Ha ricoperto una posizione estremamente impegnativa con una prestigiosa azienda high-tech. E dopo aver lavorato a lungo, ore difficili, preferiva trascorrere quasi tutto il suo tempo libero non con lui, ma con il recupero dei suoi saponi, o trovando altri modi indipendenti di "vegging out". Ho sperimentato il suo semplice, ma commovente, confronto o meglio , che si distacca (sfortunatamente, più di quanto ha fatto la sua moglie troppo distaccata e autonoma).

• "Quella cosa sulle mie spalle. . "Questo cliente intellettualmente dotato si stava lamentando del fatto che fosse" inflitto "a una mente così infinitamente indagatrice, analitica, a volte ossessiva. Anche se ho certamente preso sul serio la sua denuncia, il modo di deridere, anche denigrare, il modo in cui si riferiva alla sua testa (o al cervello sovradimensionato) non poteva non entusiasmarmi per la sua spontaneità e intelligenza.

• "Mio marito è contagiato dal" virus macho ". Ho trovato anche questo spiritoso. Qui una donna stava offrendo una critica concisa a tutto ciò che la preoccupava di più del suo sposo, ma con uno stile consumato.

• "Non ha mai incontrato una carta di credito che non le piaceva". L'esempio precedente era di una moglie che si lamentava di suo marito. Questo, al contrario: un marito che si lamenta della circostanza che la donna che aveva sposato (ma in seguito divorziata!) Non era affatto un risparmiatore come lui, ma la più stravagante degli spendaccioni.

• "Ogni volta che andavo ad abbracciarla, era" huggis interruptus ". Un ovvio gioco su" coitus interruptus ", questo cliente si riferiva all'impossibilità della sua ex moglie di sostenere un abbraccio, ritirandosi quasi immediatamente da un abbraccio ogni volta che iniziava uno. La sua fantasia verbale catturò brillantemente la sua esperienza di sentirsi quasi evitata da lei.

• [Proposta del cliente di un nuovo "gruppo di recupero", oltre a un paio di numeri di telefono di emergenza]: "Club per bambini adulti di alcolici"; "Linea diretta per la prevenzione del matrimonio" e "Linea diretta per la prevenzione dell'infanzia". Questo particolare cliente stava diventando comico e cinico quando ha faticosamente proposto queste nuove vie per l'assistenza terapeutica. Come quei numeri di hotline relativi a se stesso personalmente, era a malapena sopravvissuto a un matrimonio disastroso, ed è stato anche costretto ad assumersi la piena responsabilità di due bambini piccoli prima che avesse sviluppato la maturità o le capacità per farlo.

• "Potresti andare in rovina risparmiando denaro!". Qui il cliente parlava del privilegio di fare acquisti in un commissariato militare dove gli articoli venivano valutati in modo così sorprendentemente basso che spesso non riusciva a resistere all'acquisto di cose per le quali non aveva praticamente alcun senso.

piaggeria • "Ho un dottorato in Ingratiation! "Questo da un cliente che, a causa di sentimenti profondi di insicurezza e inferiorità, ha avuto molta più responsabilità nel soddisfare e placare gli altri che nell'affermare i propri desideri e bisogni. Riconoscendo come mai prima di quanto grave fosse la sua co-dipendenza, fece la suddetta ammissione senza precedenti. (E al momento non potei fare a meno di aggiungere alla sua osservazione: "Giusto … e hai completato anche il lavoro post-dottorato in esso.")

• ". . . Oh, e io ridono anche in francese! "Questo cliente parlava della sua immensa affinità per tutte le cose Galliche. Francamente, non sono esattamente sicuro di come si ride in francese, ma sono rimasto comunque colpito dalle sue parole. Avevo sempre pensato che la risata fosse un linguaggio universale, ma la sua sensibilità uditiva / gestuale avrebbe potuto prevalere sulla mia (!).

. . . Ad ogni modo, questa è l'ultima delle mie selezioni trentennali di raccolta di malapropismi, slittamenti verbali, enunciati commoventi, battute spiritiche e disonestà assortiti. Quindi, a prescindere dalla lingua che si può usare per esprimere gioia o divertimento, spero che questi numerosi esempi (dalla Parte 1 a questa sezione finale) vi abbiano dato un'ampia causa per alcune risate salutari e sostanziose.

Nota 1 : per tutti coloro che hanno perso una delle parti precedenti di questo post in sette parti esteso, ecco i loro titoli e collegamenti:
1. Introduzione
2 slittamenti freudiani più memorabili
3 avvitamenti verbali e forme di parole mai sentite prima
4 Screw-Ups idiomatici
5 Ilarità inconscia
6 creatività linguistica

Nota 2 : invito tutti i lettori a seguire le mie riflessioni psicologiche / filosofiche su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Il suo "cazzo biologico": in tre decenni di raccolta di slitte freudiane (parte 7 di 7)"