Il suicidio è tragico a qualsiasi età

Qualche settimana fa, ho scritto del suicidio di uno studente della University of Pennsylvania di 19 anni. La maggior parte dei suicidi riportati dai media coinvolgono i giovani. Nella nostra società orientata alla gioventù, questo è comprensibile. Tuttavia, il suicidio a qualsiasi età è tragico, non solo per la persona che muore, ma per l'intera famiglia.

Tristemente, lo so per esperienza personale, come descritto nel mio prossimo libro, Circondato dalla follia: Un ricordo di malattia mentale e segreti di famiglia . Quando mia madre aveva 51 anni e stavo finendo il mio ultimo anno di college, si è uccisa. Mio padre, i miei fratelli e io eravamo devastati. Il suicidio schiaccia immediatamente quelli che lascia indietro e ha effetti profondi su di loro per il resto della loro vita.

Sebbene la maggior parte dei suicidi riportati nei nostri quotidiani si concentri sui giovani, i recenti tassi di suicidio tra le persone di età compresa tra i 15-24 anni (10,5 ogni 100.000 persone) erano significativamente inferiori a quelli per le persone tra i 45 ei 64 anni (18,6 per 100.000) o quelli di 85 anni e più vecchio (17,6 per 100.000). 1

Le prove indicano che i tassi di suicidio tra gli adulti di mezza età negli Stati Uniti sono cresciuti. Un'indagine condotta dai Centers For Disease Control and Prevention ha rivelato che il tasso di suicidio annuale aggiustato per età tra i 35-64 anni è aumentato del 28,4% tra il 1999 e il 2010. Sebbene i tassi di suicidio storicamente siano più alti tra gli uomini, il tasso di suicidio per le donne in questo il gruppo di età aumentava di più (31,5%) rispetto al tasso di suicidio per gli uomini (27,3%) 2 Tra gli uomini, i maggiori aumenti erano evidenti per quelli di età compresa tra 50 e 60 anni; tra le donne, il maggiore aumento è stato osservato per quelli di età compresa tra 60-64. Poiché gli aumenti si sono verificati durante un periodo di tempo in cui i tassi di suicidio per i giovani sono aumentati solo leggermente e quelli per le persone oltre i 65 anni sono diminuiti, questi risultati meritano attenzione.

Perché c'è stato un tale aumento dei tassi di suicidio tra gli adulti di mezza età? Cosa significa questo per il nostro futuro?

Una spiegazione è la recente crisi economica. Storicamente, i tassi di suicidio sono in correlazione con i cicli economici. Durante i periodi di difficoltà economica, aumentano i tassi di suicidio. 3 Se la recessione economica è la spiegazione dell'aumento dei tassi di suicidio, dovremmo aspettarci di vedere un calo dei tassi di suicidio tra le persone in questo gruppo mentre l'economia si riprende.

Una spiegazione alternativa è incentrata sulle caratteristiche uniche delle persone tra 35 e 64 anni, la maggior parte delle quali fa parte della generazione del baby boom. Questa generazione ha avuto tassi di suicidio insolitamente alti durante la loro adolescenza. 4 Sono la generazione che ha promesso di non fidarsi di nessuno con più di 30 anni; quelli che hanno cantato per la domanda dei Beatles "Avrai ancora bisogno di me quando avrò 64 anni?" e cullato con gli Who "Spero di morire prima di invecchiare." Se questo è un effetto generazionale, dovremmo aspettarci di vedere il suicidio i tassi aumentano tra questa coorte nel tempo, dato che sempre più persone seguono l'appello di Dylan Thomas, "Non andare dolcemente in quella buona notte. Rabbia, rabbia contro il morire della luce. "

Naturalmente, solo il tempo e più ricerche diranno se l'aumento del tasso di suicidi tra questa coorte di mezza età è una funzione dell'economia, qualcosa di peculiare di questa generazione o qualcos'altro. Tuttavia, gli sforzi di prevenzione sono particolarmente importanti per questa generazione a causa delle sue dimensioni, della storia di elevati tassi di suicidio e del movimento verso la vecchiaia, il periodo di vita che è stato tradizionalmente associato ai più alti tassi di suicidio. 5

Ridurre efficacemente il tasso di suicidio richiede la comprensione delle cause del suicidio. Questo ha dimostrato di essere un compito arduo perché il suicidio è un evento relativamente raro e le relazioni retrospettive sono sospette. Tuttavia, la ricerca ha identificato diversi fattori di rischio:

  • Malattia psichiatrica Come mia madre che ha sofferto di depressione maniacale, la maggior parte di chi si suicida ha una malattia mentale. I disturbi affettivi come la depressione maggiore sono più comuni. I disturbi psicotici, tra cui la schizofrenia, la malattia schizoaffettiva e il disturbo delirante così come i disturbi d'ansia sono presenti in proporzioni inferiori. 5
  • Malattie fisiche acute e croniche.
  • Capacità alterata di cucinare, acquistare o gestire le finanze.
  • Deficit cognitivi (es. Demenza).
  • Eventi stressanti, compreso il lutto, relazioni interrotte con la famiglia o gli amici o problemi finanziari.

Tuttavia, affrontare questi fattori da solo non è sufficiente per prevenire efficacemente il suicidio. I falsi positivi porterebbero a interventi non necessari, intrusivi e costosi per coloro che non ne avevano bisogno, mentre molti risultati falsi-negativi lascerebbero le persone anziane a rischio non rilevate e non protette.

Conwell e i suoi colleghi raccomandano che gli alti tassi di suicidio negli anziani siano più efficacemente ridotti attraverso un quadro di intervento preventivo di sanità pubblica con tre livelli: (1) indicato, (2) selettivo e (3) universale.

  • Gli interventi indicati mirano a individui con sintomi rilevabili e altri fattori di rischio per il suicidio. L'obiettivo è diagnosticare e trattare il disturbo psichiatrico al fine di prevenire il suicidio. Tra coloro che si suicidano, il 77% vede un fornitore di cure primarie nel loro ultimo anno di vita e il 58% lo fa entro il mese finale. 6 L' implementazione dello screening standard di routine per la depressione e l'ideazione suicidaria è fondamentale per i medici sanitari di base e per il loro team di infermieri e assistenti sociali.
  • Gli interventi selettivi indirizzano gli individui con condizioni croniche, dolorose, limitanti dal punto di vista funzionale o coloro che sono diventati socialmente isolati. Gli infermieri in visita, quelli che consegnano i pasti alle persone anziane costrette a casa e le agenzie della comunità che forniscono servizi agli anziani forniscono un intervento.
  • Gli interventi universali prendono di mira un'intera popolazione. Ampia diffusione di messaggi sulla salute pubblica o effetti delle politiche legislative cambiano in una popolazione. Istituire periodi di attesa più lunghi per gli acquisti di pistole è esemplare.

Il suicidio a qualsiasi età è una tragedia. Mentre i media sono affascinati dai suicidi dei giovani, i suicidi di persone di mezza età e anziani – persone come mia madre – sono anche devastanti e meritano maggiore attenzione.

Questo blog è stato scritto in collaborazione con Karen Whiteman, MSW, PhDc, Robert Stempel College of Public Health e Social Work. Invito altri a collaborare nei blog futuri.

  1. http://www.afsp.org/understanding-suicide/facts-and-figures
  2. http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm6217a1.htm
  3. Reeves, A. Stuckler, D., McKee, M., Gunnell, D., Chang, S. e Basu, S. (2010) Aumento dei tassi di suicidio negli Stati Uniti durante la recessione economica. Lancet, 380 , 1813-14.
  4. Phillips, JA, Robin, AV, Nugent, CN, & Idler, EL (2010). Comprensione dei recenti cambiamenti nei tassi di suicidio tra i soggetti di mezza età: effetti di periodo o di coorte? Public Health Rep 125 , 680-688.
  5. Conwell, Y., Van Orden K., e Caine, ED (2011). Suicidio negli anziani Psychiatric Clin N Am 34 , 451-468.
  6. Luoma, JB, Martin, CE, e Pearson, JL (2002). Contatto con la salute mentale e i fornitori di cure primarie prima del suicidio: una revisione delle prove. American Journal of Psychiatry, 159 (6) , 909-916.

Solutions Collecting From Web of "Il suicidio è tragico a qualsiasi età"