Il significato di "relazione": note di un partito

Ieri ho ascoltato un rapporto eminente che parlava della ricerca che conduceva da decenni. È un grande lavoro, e il discorso è stato impressionante. Tranne una cosa: quando parlava di "relazioni", in realtà si riferiva a un solo tipo di relazione – una romantica.

Nelle nostre conversazioni quotidiane, spesso usiamo la parola "relazione" in quel modo specifico. Quindi, quando chiedi a qualcuno se hanno una relazione, risponderanno "no" purché non siano in una relazione accoppiata.

"Relazione", anche se è una grande parola. Copre tutti i tipi di connessioni umane, inclusi legami con amici, genitori, figli, fratelli, altri membri della famiglia, colleghi, vicini, tutor e altro.

C'è un vivace campo accademico di relazioni personali, completo di più riviste, conferenze annuali, progetti di ricerca finanziati e pile di libri. Alla richiesta di una definizione formale di "relazione", nessuno studioso limiterebbe la descrizione solo alle connessioni che potrebbero includere il sesso. Eppure, è così che gli accademici usano la parola nei loro discorsi e persino nelle loro pubblicazioni accademiche.

Gli articoli pubblicati su riviste rilevanti per le relazioni hanno titoli come questi:

  • "Teorie delle relazioni"
  • "Reciprocità nelle relazioni"
  • "Aspetti delle relazioni interpersonali"
  • "Qualità della relazione e concetti di auto-altro"

Eppure questi articoli, e molti altri come loro, non riguardano in realtà le relazioni, nel senso ampio, ampio e preciso della parola; essi riguardano solo le relazioni delle coppie.

Decenni fa, quando gli studiosi facevano studi che includevano (diciamo) solo uomini, potevano pubblicare titoli e riassunti riferiti alla gente in generale, dando ai lettori l'impressione che la loro ricerca riguardasse tutta l'umanità. Solo quando i lettori sono entrati nella sezione dei metodi si renderebbero conto che non ci sono donne incluse nella ricerca. In questi giorni, non è permesso. Innanzitutto, a meno che tu non stia studiando qualcosa come il cancro alla prostata, non puoi includere solo uomini nella tua ricerca e ottenere comunque finanziamenti federali. Secondo, se hai una ragione convincente per studiare un solo gruppo, devi riconoscere quella limitazione in astratto (riassunto). È tempo che i ricercatori di relazioni facciano lo stesso.

C'è qualcosa di molto più preoccupante dell'uso della parola "relazione" in un modo che esclude tutti i tipi di relazione tranne uno. Tutte le altre relazioni adulte non sono solo escluse nella formulazione, sono assenti dagli studi.

Nel 2002, Karen Fingerman ed Elizabeth Hay hanno esaminato tutti gli articoli pubblicati nel corso di sei anni nelle sei riviste accademiche che pubblicano più spesso ricerche relative alle relazioni. Hanno trovato 976 studi pertinenti. Quindi, per ogni tipo di relazione, hanno contato il numero di studi che includevano quella relazione. Qui evidenzierò i risultati che mostrano il contrasto dell'attenzione prestata alle relazioni delle coppie rispetto ad altre relazioni adulte (ci sono stati altri risultati in aggiunta a questi):

  • 432 studi sui coniugi
  • 245 studi di partner romantici
  • 12 studi dei migliori amici
  • 124 studi di amici
  • 40 studi di fratelli

Il campo della ricerca sulle relazioni tra adulti è dominato dallo studio delle relazioni accoppiate. Eppure, se dovessi chiedere alla gente, per tutta la vita adulta, se hanno un partner romantico, un amico o un fratello, a ogni età troverai che più persone hanno un amico e più hanno un fratello che una moglie o partner.

Quando ho scritto per la prima volta lo studio di Fingerman e Hay per questo post, l'ho fatto a memoria (eccetto per cercare i numeri esatti), dal momento che è uno studio di cui ho parlato molte volte in passato. Poi, quando ho cercato un link da includere qui, ho riletto l'abstract e mi è stato ricordato qualcos'altro che sembra significativo. In un secondo studio, gli autori hanno chiesto agli studiosi di relazioni e ad altre persone senza gradi avanzati di indicare quanto fossero importanti i vari tipi di relazioni. Hanno scoperto che "le persone meno istruite valutavano molti legami sociali come più importanti dei ricercatori che studiano le relazioni". Interessante, non è vero?

Se dovessi aprire le varie riviste di sviluppo infantile e scuotere tutte le ricerche sulle relazioni, verrai sepolto in una valanga di studi sulle amicizie dei bambini. Ma tra gli studiosi di relazioni adulte, è come se avessero deciso che gli amici sono per i bambini.

A una festa tenuta dopo la conferenza, mentre stavo cercando di non usare la parola relazione per riferirsi solo a relazioni accoppiate, uno studioso asiatico ha sottolineato che l'ossessione americana per la relazione di coppia è difficilmente universale. Dove è cresciuta, è il legame madre-figlio che è più centrale. Poi è stata sollevata un'altra domanda: perché gli studiosi che studiano le relazioni si sono concentrati così in modo schiacciante sulle relazioni delle coppie? Non conosco la risposta, e salverò le mie ipotesi per qualche altra volta. (Pubblica il tuo qui.)

Per ora, la mia conclusione è questa: se hai un amico, un fratello, un genitore, un figlio, un cugino, un collega, un vicino di casa o qualsiasi altra persona nella tua vita, e mantenga una connessione con quello persona, hai una relazione. Sei in una relazione.

Mi sento allo stesso modo riguardo all'amore. Come ho spiegato qui, è una parola con significati grandi e ampi. Festeggiamo tutti loro.

Solutions Collecting From Web of "Il significato di "relazione": note di un partito"