Il significato del successo

Posso succhiare il divertimento da qualsiasi cosa – basta chiedere a mia moglie, Tina.

Alla veneranda età di oltre 50 anni, ho deciso di partecipare a una gara di power lift. È esattamente come sembra. Un gruppo di persone che passano troppo tempo in palestra si riuniscono per "raccogliere le cose e metterle giù" mentre altri guardano. Più le cose sono pesanti, meglio è.

Perché? Come personal trainer, volevo padroneggiare gli impianti di risalita in modo da poter servire meglio i miei clienti, molti dei quali sono bisogni speciali. Naturalmente, questo obiettivo elevato, non stressante, non competitivo, non giudicante, è stato rapidamente sostituito dal troppo familiare, "Devo fare bene, devo posizionare, cosa penserà la gente se fallisco?" Pensando che , purtroppo, pervade la mia vita.

Forse è stato dimostrato meglio non troppi anni fa quando ho corso la Maratona di Long Island. È iniziata come una sfida divertente: una lista di articoli, se vuoi. Sono stato ispirato Per prima cosa, ho visto il film "Corri, Fat Boy, Run!" Che ha raggiunto il culmine con il personaggio principale, un ragazzo fuori forma che non ha mai, mai finito nulla, completando una maratona con tre settimane di allenamento e una distorsione alla caviglia solo per provare un punto per la donna che amava.

Secondo, un vicino ha iniziato a correre seriamente. Gettò il guanto di sfida quando disse "beh, vedo che stai correndo, e se un vecchio tipo come te può farlo, anch'io posso." Con questo, abbiamo iniziato un amichevole gioco di one-upmanship.

Mentre mi allenavo, un altro amico di corsa mi suggerì di provare una mezza maratona insieme. "Che bella idea!" Ho pensato. "E, mentre ci sono, perché non una maratona completa?"

Se sparo a tutti, è sempre per le stelle.

All'improvviso, però, la Maratona ha assunto un significato più profondo per me. Non era più solo una corsa. Mi allenavo sempre più duramente, correndo nella neve e piovendo nel pieno dell'inverno (tempo terribile per intraprendere questo, ma ho sempre avuto cattivi tempi. Abbiamo comprato la nostra casa al culmine del mercato negli anni '80, abbiamo comprato i nostri titoli tecnologici appena prima della bolla scoppiarono, abbiamo avuto Robert proprio quando è iniziato il picco dell'ASD, e lo spettro dell'Autismo ha toccato le nostre vite, la lista continua all'infinito.) Non era più divertente. Questa era una missione, un lavoro. Stavo andando sui nervi di Tina mentre sempre più attenzione e energie erano dedicate a questo.

Ossessionato? Si. È tutto o niente con me. Lo è sempre stato, lo sarà sempre.

Ciò che ha reso peggio è stato che ho dovuto provare qualcosa. Gli ultimi anni erano stati un po 'difficili, e molte cose non erano andate a modo mio, nonostante i miei migliori sforzi. Dovevo avere successo in qualcosa di difficile.

Poi è successo l'inevitabile. Ho alzato il tiro. Non solo avrei finito la maratona, sarei corso abbastanza veloce per qualificarmi per la maratona di Boston – niente di meno, e sarei deluso. Ridicolo, lo so, ma semplicemente non potevo permettermi di fallire – di nuovo.

"Di nuovo". Quando ho aggiunto quella parola alla frase? Poi ho capito perché questa stupida corsa significava così tanto per me.

Tina Stevens
Miglio 23 della Maratona di Long Island 2009
Fonte: Tina Stevens

Ero bravo al liceo – tutti onori, classe valedictorian. Sono entrato nel mio college di prima scelta. Ma, anche se mi sono laureato magna cum laude, non ho fatto nessuna delle squadre sportive, e ho abbandonato il programma degli onori. Successo?

Sono entrato in una prestigiosa facoltà di giurisprudenza, ma non la mia scelta numero uno. Successo?

Ho un lavoro a Midtown Manhattan. Ero un buon avvocato, ma non amavo il mio lavoro. E, quando Robert ha iniziato ad avere problemi, ho messo la famiglia prima del lavoro, e la mia "carriera" ha sofferto. Non sono stato promosso, e presto sono caduto dietro a tutti nella mia classe di partenza. Basti dire che non guardo indietro alla mia vita di avvocato come a un "successo".

Non mi meraviglia che quando mi è stato chiesto di cambiare carriera e lavorare in un centro di apprendimento che ha aiutato i bambini come mio figlio a superare i loro problemi di apprendimento e comportamento, ho colto l'occasione. Come sempre, mi sono buttato nel lavoro. Tuttavia, il mio capo ha messo in piedi un business efficace e di successo. Il centro ha fallito e ho perso denaro e ho perso tempo. Sono rimasto profondamente deluso. Quella impresa non è stata un successo.

Ho lasciato e contribuito a creare un nuovo programma di apprendimento. La mia nuova compagnia ha portato il programma in tre scuole pilota con la promessa di maggiori finanziamenti e altre scuole a venire. Gli studenti con cui lavoravamo fiorirono, ma nonostante i grandi risultati, i finanziamenti non si materializzarono mai e anche questa impresa "fallì".

Ho deciso di dargli un ultimo tentativo con un centro privato tutto mio, e le cose sono cominciate bene. Abbiamo tenuto la nostra finanziariamente, aiutando decine di famiglie. Sicuramente, questo era il punto centrale dell'avventura: aiutare gli altri che hanno avuto gli stessi problemi, i nostri dolori e gli stessi ostacoli che abbiamo affrontato con nostro figlio. Ho persino scritto un libro con Tina, pubblicato da un vero editore e offerto in vendita online e nelle librerie e portato nelle nostre biblioteche locali.

Eppure, quando l'economia ha affondato, l'azienda ha fallito. E il libro? Non ha ancora fatto la lista dei bestseller del New York Times. Successo?

Quindi, ho sempre più importanza sul risultato di cose come una maratona e una gara di sollevamento di potenza locale. In che modo la mia capacità di correre 26,2 miglia o di prendere un peso pesante ha qualche rapporto con il mio senso di autostima? Non ho una risposta.

Tuttavia, nei momenti di pace e intuizione, mi rendo conto di confondere il mio senso di soddisfazione per un risultato con ciò che significa essere "di successo".

Abbiamo tre bambini sani, belli e felici. Robert completamente "recuperato" dai suoi precedenti problemi. Amo la mia famiglia caro, e non vogliamo nulla. Abbiamo osato provare, e aver realizzato, alcune cose di cui molti non hanno mai sognato. Non sto facendo soldi, ma trovo gioia in quello che faccio.

Quindi, forse, solo forse, ho "successo" tutto il tempo.

Copyright © 2017 di Robert J. Stevens

Solutions Collecting From Web of "Il significato del successo"