Il significato del regalo di Natale

Laura Weis with permission
Fonte: Laura Weis con permesso

Oltre ad essere un momento di eccessi, stress e pressioni familiari, il Natale è un festival di notevole complessità religiosa e secolare: è un tempo di ambiguità, incoerenza e, alcuni direbbero ipocrisia mentre i cristiani riempiono la loro casa di simboli e acquirenti pagani discutere il vero significato del Natale

Ma che dire del mistero del Natale? Ci sono essenzialmente tre misteri a Natale: il mistero della nascita verginale; il mistero di come Babbo Natale scende dal camino; ma il più grande di tutti è, qual è il regalo ideale da dare a vari amici e parenti? I regali fanno parte dell'iconografia ricca e ritualizzata del Natale: il fuoco a legna, l'albero scintillante, i bambini attenti con gli occhi spalancati. . . e i regali meravigliosamente incartati e scelti con cura.

Molte persone non vedono l'ora di dare e ricevere regali dai loro parenti e persone care. La donazione ritualizzata, in ogni società, è un modo per consolidare relazioni importanti (e non troppo importanti): un dono è un simbolo di impegno – accettare un dono indica simbolicamente la volontà e l'obbligo di continuare una relazione con il donatore . Regali più significativi simboleggiano un maggiore impegno da parte di chi dà e chi riceve, quindi metà dell'ansia di leggere i segnali giusti.

Tuttavia dietro questo apparentemente innocente scambio di doni c'è un insieme complesso di regole e comportamenti. A parte le ovvie questioni di gentilezza, attenzione e gusto sono le dinamiche più sottili della reciprocità e degli obblighi, dei debiti psicologici ed economici, della comprensione e dell'osservanza delle regole e delle convenzioni.

Ciò che rende essenzialmente speciale un dono è la capacità del donatore di comprendere veramente il destinatario – di mostrare la loro attenta lettura e attenzione per le speranze e i desideri degli altri. Vogliamo credere che siamo amati per quelle caratteristiche che ci rendono di valore inestimabile. Vogliamo sentire che siamo al centro della devozione del nostro amante, che qualcuno ci trova straordinari. Doni particolari sono dati per dare agli amati quei sentimenti speciali e per esprimere il nostro desiderio di compiacere lui o lei.

Socialmente, le donne si assumono la responsabilità dello shopping natalizio e del confezionamento di regali, e danno più regali nel proprio nome che negli uomini. Ma gli uomini danno il doppio dei regali sostanziali e molti meno regali simbolici rispetto alle femmine. I bambini, nel frattempo, ricevono una grande parte dei doni, pur essendo artisti passivi nel rituale: appendono calze vuote, scrivono lettere a Babbo Natale, fanno domande scomode su come scende il camino, come volano le renne e cosa fanno le fate? Le loro responsabilità sono poche e consistono principalmente nella scrittura di lettere di ringraziamento dopo l'evento e nella fornitura di un regalo simbolico per ciascun parente principale, un compito con il quale di solito hanno assistenza per gli adulti. La celebrazione del Natale è intesa da tutti in gran parte a beneficio dei bambini.

Gli uomini giovani e non sposati spesso considerano i regali come "preliminari fiscali". Tuttavia, vi è una rigorosa scala mobile del valore e della dimensione del dono rispetto alla fase della relazione. Troppo costoso un regalo troppo presto nella relazione può sembrare una mazzetta sessuale, mentre i piccoli regali economici nella relazione possono essere visti come il segno di un pasticcio. I vecchi libri di etichetta dicono che le donne che accettano doni costosi incorrono in debiti sessuali, proprio come le riviste maschili dicono che i ricchi vecchi possono attrarre belle donne giovani comprandole doni costosi.

Per chiunque, la scelta dei regali è piena di difficoltà perché i doni sono intrisi di così tanto significato: possono essere dichiarazioni di influenza, potere, gusto, simpatia, stato ed emozione. Non è solo chi dai (o non) regali, né quanto / poco da spendere, ma anche cosa comprare. I regali "mostrano" piuttosto che "raccontano" agli altri quello che pensi di loro, quindi è importante essere sufficientemente socialmente consapevoli per sapere cosa dare chi e quando, avere fiducia nel proprio gusto e sapere che i propri motivi saranno interpretati correttamente .

I regali esprimono il valore delle relazioni. La maggior parte viene adattata alle relazioni formali tra donatore e ricevente. C'è un delicato equilibrio di valore e di posizione di parentela, ad esempio a Natale, i mariti sono tenuti a comprare le loro mogli regali che sono più preziosi di quelli a lui, e più preziosi del suo presente ai suoi genitori, al fine di esprimere la relazione "I apprezzare più dei miei genitori ".

COSA FA UN REGALO IDEALE?

Un dono è la manifestazione esteriore della comprensione. Le persone migliori si conoscono, in termini di valori, personalità, umorismo, speranze, più speciali e sottili possono essere nella scelta del regalo perfetto. Un regalo perfetto è quello che il destinatario desidera, apprezza e apprezza davvero e che probabilmente non comprerebbe da sé. Soprattutto, mostra la profondità della comprensione che il donatore ha per loro.

I doni ideali sono quelli che si conservano ancora dopo molti anni. Il regalo perfetto è ricercato, necessario, meritato e apprezzato. Deve essere scelto con molta cura e attenzione.

Chiesto se i regali potessero parlare, alcuni sarebbero umili e dire "non mi restituire; per favore come me; non nascondermi in un armadio ". Altri sono altezzosi e dicono "Ah! Abbiamo il sopravvento ". Alcuni invocano aiuto: "Dovrei essere apprezzato di più; Non ho molti soldi ", e alcuni sono persino odiosi:" Questo è quello che penso veramente di te ".

Studi accurati condotti da sociologi americani e pubblicati su riviste di consumo non hanno mostrato alcuna relazione tra il costo di un regalo e la misura in cui è gradito o preferito. Il miglior predittore di quanto un regalo sia apprezzato è la quantità di tempo, sforzo mentale e fisico per scegliere, preparare o preparare.

COSTO VS VALORE

I regali di Natale possono essere semplicemente classificati da due fattori: sentimento e sostanza. Il primo si riferisce a regali scelti con cura personalmente (anche fatti a mano), al contrario di banali, tutti i regali come elettrodomestici o articoli di catalogo. Il secondo si riferisce a quanto è sostanzioso (di solito in termini di costi) il dono.

Le persone citano alto sentimento, bassa sostanza, come il regalo ideale. Un esempio è il regalo fatto a mano di un bambino. Un regalo comico ben scelto che riflette un'esperienza comune tra chi dà e chi riceve può anche rientrare in questa categoria. All'altro estremo estremo sentimento, alta sostanza, dove la relazione povera travolge l'oggetto sostanziale e causa lo scambio di doni. I regali ai suoceri spesso rientrano in questa categoria, ma è necessario spendere un valore monetario e uno sforzo sufficienti per chiarire la coscienza del donatore e salvare la faccia.

In una relazione romantica continua, il sentimento è alto e le aspettative sono che la sostanza dovrebbe anche essere significativa. Sono attesi gioielli, abiti costosi o regali personalizzati che richiedono tempo e intuizione. Questi doni fungono da fari per il futuro della relazione o pietre di paragone del suo passato. Entrambe le parti si aspettano che questi doni vengano conservati come ricordi e possibilmente cimeli.

Infine c'è un basso sentimento con una bassa sostanza. Gli esempi sono regali messi nel pool di uffici: questi sono dati ciecamente e ricevuti ciecamente. La mancanza di personalizzazione li riduce a regali generici. Sono spesso riciclati in altri eventi "afferrare la borsa".

Il valore di un regalo riflette il grado di affetto? Se il donatore ha pochi soldi, la risposta è sì. Ma se il donatore è ricco, è più difficile da dire. Alcuni sociologi hanno parlato del rumore delle merci: se hai i mezzi per comprare tutto ed è tutto a tua disposizione, un piccolo messaggio regalo potrebbe essere perso. Una soluzione è aumentare il numero di segnali nella speranza che la ripetizione assicuri che il messaggio sia ricevuto forte e chiaro. Dare più doni può quindi essere un mezzo per garantire che un messaggio riguardante il significato del destinatario per il donatore sia ricevuto e correttamente compreso.

REGOLE DI DARE

Un'importante regola del dare è la reciprocità in valore approssimativo – dare un valore approssimativamente uguale al valore monetario. Questo trasforma la relazione da uno di sentimentalismo sociale a uno di economia impersonale. È interessante notare che, se si calcolano i costi dei regali dati e quelli ricevuti, di solito sono i giovani (e in misura minore i vecchi), che sono i beneficiari netti mentre quelli nei loro anni di mezzo, presumibilmente all'altezza dei loro poteri economici, sono donatori netti.

Alcune famiglie e gruppi di amici sono ingegnosi nel porre un limite a quanto viene speso per i regali, ad esempio spendendo solo £ 35 per un regalo. Un altro modo è di designare determinati doni – come i gettoni di dolciumi o regali come al di fuori del mondo mondano dell'economia.

I regali possono essere un'importante fonte di dominio, soprattutto se una parte non può ricambiare. Come dice il proverbio: "I piccoli regali fanno amicizia, i grandi fanno nemici". Occasionalmente, gli adulti possono imbarazzarsi l'un l'altro per la generosità del presente e così (spesso abbastanza deliberatamente) incorrere in un debito.

ACCETTAZIONE E RIFIUTO

Accettare un regalo è (almeno in parte) accettare l'identità che impone. Ma i regali per fortuna possono essere respinti, o almeno scambiati. I regali possono essere rifiutati perché sono percepiti come atti ostili. Così un donatore può esprimere disprezzo acquistando un regalo per un individuo, che è inferiore a quelli apertamente dati agli altri.

Scambiare i regali per un oggetto più adatto è un'altra forma di rifiuto più accettabile. Ci sono così tante persone che restituiscono regali ai negozi dopo Natale (e chiaramente non sempre perché la taglia è sbagliata) che lasciano sul serio chiedendosi se qualcuno ha ricevuto un regalo, che in realtà vogliono mantenere.

CHI OFFRE COSA

Ci sono differenze prevedibili in chi riceve quale regalo. Solo denaro e vestiti sono spesso equamente divisi. Circa il 90% delle decorazioni, ornamenti e gioielli sono dati alle donne, ma il 90% degli strumenti e il 75% delle attrezzature sportive sono dati ai maschi, secondo le statistiche di marketing.

I bambini ricevono principalmente giocattoli e strumenti musicali; gli adulti ricevono quasi tutte le piante, i fiori e gli oggetti domestici. Le donne più degli uomini hanno maggiori probabilità di regalare ornamenti, oggetti artigianali, cibo, piante e fiori come regali, mentre gli uomini sono più propensi a donare elettrodomestici e attrezzature sportive come regali. Alcuni dei regali peggiori ricevuti da coloro che non sono coinvolti in relazioni romantiche sono doni che hanno una permanenza indesiderata. Pertanto, per gli altri non significativi, i buoni regali dovrebbero essere consumabili o intangibili; scompaiono piuttosto che indugiare nella vita del ricevente.

L'abbigliamento è il regalo più popolare ma spesso più difficile da ottenere. I vestiti descrivono i destinatari per età, sesso, aspetto e stile – e anche la comprensione del donatore della persona, così come il loro gusto personale. Tuttavia, questo tipo di regali porta con sé una possibilità molto reale di rifiuto, se acquistato in dimensioni, colori o tessuti sbagliati (poco lusinghieri). Tale errore espone il donatore come mancanza di conoscenza del destinatario e dei loro gusti.

Il cibo può essere migliore dei vestiti; biglietti per il teatro meglio di ornamenti. Gli apparecchi dei suoceri sono percepiti in modo meno negativo rispetto ai coniugi, sebbene le donne con un elevato status socio-economico disprezzino generalmente tali articoli da regalo.

In generale, i regali rientrano in sei categorie

1. Regali con una storia personale

I regali che sono nostalgici o sono un ricordo di un tempo speciale sono molto speciali. Possono fornire un grande senso di continuità familiare, che si estende oltre la morte. Ma possono ugualmente significare un'occasione passata condivisa dal donatore e dal destinatario. Possono rappresentare un luogo, un'occasione o un evento condiviso dai due che ha un significato speciale.

2. Regali che hanno richiesto tempo e impegno

Alcuni regali, come oggetti fatti a mano, richiedono molto tempo e sforzi per produrre. Ciò è enfatizzato dalla natura personale del dono, o dal fatto che sia personalizzato, forse dalle iniziali, dal nome o dalla somiglianza del donatore e del ricevente.

3. Regali a sorpresa

Il regalo inaspettato è speciale e apprezzato proprio perché non era previsto. La sorpresa potrebbe riguardare quando viene dato il dono, come viene dato o da chi.

4. Regali esotici

Sempre più persone comprano regali dall'estero. Questi doni possono far sentire al destinatario come se fossero pensati in assenza del donatore e sono particolarmente importanti per le famiglie / fidanzate / fidanzati lasciati indietro per viaggi di lavoro in quanto rafforzano i legami nella separazione. Questi doni sono difficili da ottenere e hanno un valore di rarità e un prestigio straniero a casa, il che aumenta il "fattore speciale" del regalo. Ciò mostra uno "sforzo" significativo nell'acquisto e nel trasporto, nella negoziazione di una lingua e valuta straniere, nel portarlo a casa, ecc.

5. Regali con un messaggio

Alcuni regali vengono scelti perché recapitano un messaggio esplicito al destinatario. Molti sono passati come regali di "scherzo": gomme da masticare piccanti e speziate (a bocca aperta), sigarette esplosive e sigari (per molestie sessuali), scatole di imitazioni di feci (per chi parla di merda). Ma i doni possono essere espressione di senso di colpa per l'abbandono di un anno (o più lungo) nel tentativo di compensare qualche altro deficit (come la disattenzione penosa). I regali sono oggetti eccellenti da usare nell'espiazione dei peccati, ma possono essere facilmente rifiutati perché non sono sufficientemente compensativi.

6. Doni monetari

Quasi tutti i regali di denaro sono dati da genitori o nonni a figli / nipoti che sembra essere l'unico modo accettabile per fare soldi. Di fatto, rappresenta il 50% di tutti i regali ricevuti dai nonni. Inoltre, regali in contanti sono comuni dai datori di lavoro ai dipendenti stai parlando di bonus di Natale? Piccoli doni sono dati a spazzini, giornalisti, lattai, postini in segno di apprezzamento per i loro servizi durante tutto l'anno.

Il denaro è generalmente inaccettabile come regalo per due motivi. Innanzitutto, è impersonale. Non dice nulla sulla relazione del donatore e del ricevente e non dà alcun indizio sulla personalità o sui gusti del donatore, del ricevente o della loro relazione. Il donatore ha fatto poco o nessun investimento di tempo, pensiero o sforzo. Anche un buono regalo dice di più sul donatore. Secondo, potrebbe causare offesa: il donatore supponendo di poter "comprare" il destinatario (in particolare nelle relazioni uomo-donna) o che il destinatario abbia bisogno di denaro.

Perché la gente non ama il denaro come regalo di Natale

1. Nessun pensiero è stato dedicato alla scelta di un regalo
2. Contanti / assegni pone un valore monetario esplicito sulla tua amicizia
3. Il denaro può essere utilizzato per le spese generali piuttosto che per un regalo
4. Può sembrare un commento sulla tua situazione finanziaria
5. Rimuove l'elemento sorpresa coinvolto nella ricezione di regali
6. Tempo, pensiero e sforzo necessari per verificare / acquistare il tuo regalo
7. Non riflette la personalità del donatore
8. Il valore del presente è divulgato, a differenza di un regalo
9. Un regalo può essere qualcosa che di solito non compreresti

Naturalmente ci sono differenze generazionali in ciò che le persone danno e ricevono. I bambini ricevono stazioni di gioco piuttosto che libri; i giovani professionisti si scambiano i "buoni dell'esperienza"; e alcuni si rifiutano di giocare. Abbiamo ora omaggi natalizi e festività ebraiche, Natale in spiaggia e Natale all'aeroporto. È tutto diventato così complicato e ancora più misterioso. Un mistero è tecnicamente qualcosa di non completamente comprensibile ed enigmatico. Il Natale è certamente un mistero teologico, ma per gli antropologi e gli psicologi è più un mistero di relazione. In effetti, Robbie Burns aveva ragione quando diceva che è un dono vedere noi stessi come gli altri ci vedono. I regali ci aiutano a fare proprio questo.

Regali: le statistiche

Dare regali è un grande affare. Le buone stime suggeriscono che i regali di Natale rappresentano il 5% di tutta la spesa dei consumatori. Circa l'8% del budget annuale di una famiglia può essere speso per i regali di Natale.

Quattro quinti di tutti i regali dati dagli adulti nel corso dell'anno sono regali di Natale. Quattro quinti di tutti i regali di Natale sono dati a parenti, specialmente parenti stretti. Non c'è da stupirsi che la scelta e l'acquisto di regali di Natale sia una grande prova per tanti e per così tanto tempo.

Le donne sono sproporzionatamente attive come donatrici di regali di Natale, dando l'84% di tutti i regali e ricevendo solo il 61%. Dividono equamente i loro doni tra maschi e femmine. I donatori di sesso maschile senza "collaboratori" femminili sono relativamente rari (16%) e la maggior parte dei loro doni viene data alle femmine. I regali da maschi a maschi sono rari (4%) rispetto ai doni da femmine a femmine (17%).

Solutions Collecting From Web of "Il significato del regalo di Natale"