Il ruolo degli psicologi nell'assistenza primaria integrata

Fonte: centro di salute della famiglia

Il dibattito sulla riforma dell'assistenza sanitaria ha dominato le conversazioni dei media e dei refrigeratori d'acqua negli ultimi mesi. Come membro del Congresso che lavora per la politica sanitaria nel Senato degli Stati Uniti, i miei giorni sono pieni di incontri su come la legge attuale, la protezione del paziente e l'atto di cura a prezzi accessibili (ACA), impatta diversi gruppi di pazienti e fornitori. La maggior parte delle conversazioni si concentra su Medicaid, Planned Parenthood, diritti riproduttivi, condizioni preesistenti e benefici per la salute essenziali. La scorsa settimana ha segnato un importante perno nel discorso sull'assistenza sanitaria quando la misura di "abrogazione e sostituzione" non è stata approvata dal Senato degli Stati Uniti. Questo post mette in evidenza una delle disposizioni ACA meno conosciute, la casa medica centrata sul paziente (PCMH), che ha un impatto diretto sull'erogazione e sui risultati della cura della salute mentale.

Il PCMH è uno dei numerosi modelli di assistenza integrata implementati nei sistemi sanitari sia civili che militari. In pratica, il PCMH può avere un aspetto diverso ma condivide un insieme di principi ("Patient-Centered Medical Homes," 2010). Ad esempio, il fornitore di cure primarie è responsabile del coordinamento dell'assistenza sanitaria generale di un paziente. Inoltre, il trattamento è centrato sul paziente e sulla sua famiglia, mentre il team di salute utilizza record sanitari elettronici per il coordinamento e il follow-up.

L'ACA ha creato il Center for Medicare e Medicaid Innovation (CMMI) all'interno dei Centers for Medicare e Medicaid Services (CMS) che sperimentano modelli innovativi di erogazione dei pagamenti e servizi come i PCMH. Secondo l'Istituto nazionale di salute mentale (NIMH), "la combinazione di servizi / competenze di salute mentale con le cure primarie può ridurre i costi, aumentare la qualità delle cure e, infine, salvare vite umane" ("Integrated Care", 2017). Tuttavia, il successo di questo modello è contro un sistema sanitario statunitense frammentato ("Patient-Centered Medical Homes," 2010).

Ho contattato il dottor Corinn Elmore, uno psicologo pediatrico della salute in un grande ospedale militare, per avere un'idea migliore di come sia uno psicologo che lavora in un PCMH.

Descrivi il tuo ruolo e le tue responsabilità nel centro medico? Qual è il tuo titolo?

"Lavoro come psicologo sanitario pediatrico integrato in una struttura di assistenza primaria pediatrica in un grande ospedale militare. La mia popolazione di pazienti comprende bambini e adolescenti con dipendenze militari. Faccio da consulente per un team multidisciplinare che può includere medici, infermieri e personale sanitario alleato e fornisce brevi interventi basati sull'evidenza ai pazienti. I problemi comuni di presentazione includono la gestione dell'ADHD, l'igiene, l'ansia, l'alimentazione e gli aspetti comportamentali della gestione delle malattie croniche. Poiché si tratta di un nuovo servizio e campo, gran parte del mio tempo è stato dedicato allo sviluppo del servizio, alla formazione del personale medico e alla comprensione delle esigenze della nostra clinica specifica ".

Come ti sei interessato alla cura comportamentale integrata?

"Oltre al mio dottorato in psicologia clinica, ho un master in terapia familiare ed ero sempre interessato a come unirmi a grandi sistemi per influenzare il cambiamento. Durante lo stage, la mia area di specializzazione era la salute comportamentale integrata, in cui ho contribuito a stabilire un programma integrato di assistenza primaria. Mi sono innamorato delle opportunità di innovazione e della capacità di lavorare con una popolazione di pazienti diversificata. "

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

"Poiché sono il primo psicologo in questo ruolo in cui lavoro, sono stato in grado di guidare l'istituzione del servizio ed è stato in grado di adattarlo alle esigenze della clinica. Apprezzo l'autonomia oltre a essere in grado di fornire una rappresentazione accurata della psicologia a pazienti e fornitori di servizi medici. Inoltre, mi capita spesso di trattare pazienti che non cercheranno assistenza attraverso le tradizionali vie comportamentali della salute, il che rende il lavoro particolarmente significativo. "

Qual è il ruolo della psicologia e degli psicologi nel modello di casa medica?

"La psicologia si adatta molto bene al modello PCMH perché la maggior parte dei pazienti in cure primarie segnala qualche tipo di problema comportamentale durante la visita medica, ma molti non sono in grado di accedere alle cure a causa di stigmatizzazione, problemi assicurativi, barriere di trasporto, ecc. nella casa medica rende i servizi più accessibili e riduce i costi sanitari complessivi legati all'assenza di lavoro, alla gestione delle malattie croniche e ai ricoveri ospedalieri ".

Come rispondi alla critica secondo cui la salute comportamentale non dovrebbe essere integrata con le cure primarie? Queste preoccupazioni sono in sintonia con la tua esperienza?

"La critica che sento più spesso non è che la salute comportamentale non debba essere integrata con le cure primarie, quanto la questione di quanto sia fattibile integrare questi servizi in un contesto di clinica medica tenendo conto delle barriere finanziarie e fisiche. Mentre queste preoccupazioni non sono completamente invalide, la ricerca dimostra che i costi sanitari sono effettivamente ridotti nel tempo con la gestione comportamentale delle malattie croniche. Mentre il campo continua a crescere, sarà utile disporre di un corpus di letteratura sull'efficacia e sull'efficacia dell'integrazione della salute comportamentale. "

Quali sono alcune delle sfide collegate all'integrazione della salute comportamentale in case mediche centrate sul paziente?

"Una delle maggiori sfide con la salute comportamentale in molti PCMH è il rimborso assicurativo. In molti contesti, i pazienti vengono fatturati separatamente per la salute comportamentale e gli appuntamenti medici anche quando la cura è co-localizzata. Inoltre, uno psicologo non può vedere tanti pazienti quanti PCP [a causa delle differenze nei nostri paradigmi di trattamento]. Quindi lo psicologo non genererà mai abbastanza denaro da cure dirette per sostenere la propria posizione, e la leadership PCMH spesso deve pagare lo stipendio dello psicologo se pensa che il servizio sia vantaggioso. Un'altra sfida sono le differenze di cultura e percezione legate all'identità e al ruolo dello psicologo. Nell'assistenza primaria integrata, gli psicologi agiscono in qualità di consulenti e non forniscono la tradizionale terapia del linguaggio nel modo in cui lo fa la salute comportamentale di specialità. Spesso i fornitori di servizi medici richiedono un'istruzione per comprendere appieno questa distinzione. Per fortuna, nel sistema militare in cui lavoro, tutti i servizi sono coperti da assicurazioni e sono disponibili anche servizi di salute comportamentale specializzati, quindi i pazienti non sono ostacolati da queste barriere. "

  risorse:

https://www.nimh.nih.gov/health/topics/integrated-care/index.shtml
http://www.apa.org/news/press/releases/2017/01/medical-homes.aspx
http://www.healthaffairs.org/healthpolicybriefs/brief.php?brief_id=25
http://www.healthcareitnews.com/news/military-redefines-medical-home-model

Solutions Collecting From Web of "Il ruolo degli psicologi nell'assistenza primaria integrata"