Il privilegio e il pericolo di essere nonni ai bambini

David e Rachel, miei cari amici, hanno da dire che sono nonni di bambini e bambini in età prescolare: "Può essere estenuante quando tutto quello che hanno è una marcia" ("una marcia" come in overdrive); "C'è molto morso di lingua" (in ossequio alle credenze genitoriali della figlia e del genero); "La gioia è senza limiti" (diversamente dalla genitorialità in cui la responsabilità per la crescita e il comportamento sani dei bambini sembra al 100% correlata all'efficacia dei genitori); "È come se fossimo in combutta con loro [i nipoti] per non prendere la vita troppo sul serio" (che i genitori non hanno altra scelta se non quella di fare proprio questo); "Ridono sempre alle mie battute;" "Nessun abbraccio nel mondo significa tanto per me quanto il loro".

David e Rachel sembrano amare i nonni mentre lavorano per "conoscere il loro posto" e tuttavia non si considerano schiavi o cloni del ruolo dei loro figli come genitori. Le aspettative generazionali sono abbastanza diverse tra baby boomer e millennial. I millennial sono preoccupati che i genitori "vadano" (quindi, ansiosi di sbagliare), e i boomers sono entusiasti dei bambini che possono condividere, mostrare rispetto e attendere il proprio turno quando si trovano in gruppi di pari. Mentre c'è molta sovrapposizione, nel triangolo genitore-nonno-bambina è cambiato poco per minacciare la verità del vecchio detto che spiega perché i nonni ei nipoti possono essere così vicini: hanno un comune "nemico".

Ecco cinque cose che i nonni dovrebbero tenere a mente sulla relazione genitore-figlio di oggi.

  • È ora noto che quantità ragionevoli di stimolazione attraverso il gioco sono essenziali per la fondazione di un bambino per l'apprendimento permanente. I genitori lo vedono meno come intrattenimento e più come abilità di costruzione, e hanno ragione. "I Spy" o le cacce al tesoro fanno miracoli a questo riguardo.
  • L'intelligenza emotiva è davvero una cosa, e parlare di sentimenti ed emozioni con bambini molto piccoli li aiuta a imparare a identificare in parole – non solo il comportamento – ciò che sentono quando lo sentono. Poiché i bambini di 3 anni stanno solo imparando a condividere, li aiuta a sapere che sai che è una cosa difficile da imparare e non è facile aspettare il tuo turno, o che viene detto: "è stato il mio primo". Sì, "it" andrà tutto bene, ma puoi aiutare dicendo che "è" senza giudizio (che potrebbe essere più difficile da fare per i loro genitori).
  • La nutrizione conta di più per i tuoi figli di quanto probabilmente ti sia successo quando li allevavi, in parte perché ora ne sappiamo molto di più. Tieni i pasti in ordine, soprattutto se i tuoi nipoti si trovano in una fase di "palati esigenti" o "solo cibi bianchi".
  • Ricorda che la distrazione funziona meglio della disciplina testa a testa con i bambini piccoli e in età prescolare quando hanno bisogno di interrompere ciò che stanno facendo, e funziona ancora; dall'asilo, non così tanto.
  • Poiché il ritmo della vita americana accelera, ci si aspetta spesso che i bambini raggiungano i loro livelli di tolleranza allo stress insieme al resto di noi. Non possono e non possono, e il ritmo del nonno (con meno enfasi sul multitasking) è perfetto per moderare quell'impulso culturale. I nonni sembrano avere più tempo per stare semplicemente con i loro nipoti, a differenza dei loro stessi figli. Questo è importante per tutti voi.

Solutions Collecting From Web of "Il privilegio e il pericolo di essere nonni ai bambini"