Il potere di liberare i risentimenti: una festa e un regalo per l'anno nuovo a te stesso e agli altri

"Se rimanessi arrabbiato con altre persone, mi mancherebbe trovare amici tra quelli con cui ero arrabbiato"
Dall'intervista a Rosa Parks in "Energia positiva"

Come psichiatra, sento fortemente che lasciare andare i risentimenti, un punto che sottolineo nel mio nuovo libro è essenziale per liberare te stesso dalla negatività. La persona principale che fa soffrire il risentimento sei tu.

Un risentimento è un rancore che accudisci dopo che ti sei sentito maltrattato. È facile resistere a tutti gli incidenti che ti hanno fatto arrabbiare, da un parrucchiere spettegolare a un ex-marito a due tempi. E se prendi un sondaggio, probabilmente avrai molte persone dalla tua parte riguardo al tuo diritto di rimanere risentito. Secondo tale logica, col passare del tempo, hai "il diritto" di diventare più arrabbiato diventando una registrazione infranta delle lamentele. Ma è quella la persona aspra che vuoi essere? Invece, per la libertà emotiva, prova a rilasciare risentimenti e lascia che la compassione li purifichi. Un amico, nel bel mezzo di quel processo, ha paragonato i risentimenti alla scoperta di "trascinare corpi morti da un pozzo". Non vuoi che la negatività della muffa marcisca la tua psiche.

Il perdono è uno stato di grazia, niente che tu possa forzare o fingere. Guido i pazienti verso la grande generosità nel perdonare le ferite che altri hanno causato o si sono autoinflitti. Il perdono penetra nell'impenetrabile – l'ostinazione che soffoca l'amore, il dolore tenace che mette a dura prova le nostre riserve energetiche. Uno studio di Stanford ha dimostrato che il perdono riduce in modo significativo lo stress, la rabbia e i sintomi psicosomatici. Non sto dicendo che il tradimento è mai giustificato, che non hai il diritto di essere arrabbiato se qualcuno ti fa del male. O che non dovresti cercare di migliorare o lasciare una situazione distruttiva. Il perdono, però, assicura che i risentimenti non si nutrano della tua energia. Infine, ricorda che il perdono si riferisce all'attore, non all'atto. Non il reato ma la ferita del colpevole.

Strategie per lasciar andare i risentimenti

Strategia uno: imposta la tua intenzione di liberare il risentimento

Lo scopo di rilasciare risentimenti è aumentare la tua energia e sentirti meglio. Seleziona un bersaglio. Una madre critica. Un ragazzo di controllo. Un collega spietato. Forse hai provato a discutere il risentimento senza risultati. (Cerca sempre di risolvere le cose se la persona è il minimo colpevole.) O il tuo obiettivo potrebbe essere davvero inavvicinabile. In entrambi i casi, lontano dalla persona, esponi i tuoi risentimenti senza ricoprirli di zucchero. Fatelo in un diario, con un terapista o un amico. Per esempio dite: "Disprezzo il conniver doppio incrocio perché …" Esprimere francamente i propri sentimenti è necessario per perdonare.

Strategia due: coltiva il perdono

In un momento di quiete, raggiungere davvero per trovare la compassione per le carenze della persona, non l'atto stesso. Questo potrebbe essere un duro lavoro. Quali insicurezze o paure lo hanno motivato? Perché il cuore della persona è così chiuso? Cosa ha causato la sua cecità morale? Cerca di discernere il contesto delle azioni della persona. A questo punto, potreste essere interiormente in grado di chiedervi di iniziare a perdonare. Forse non sei ancora lì, va bene. La richiesta stessa scatena un flusso di compassione, una pulizia del tuo sistema. Ripeti l'esercizio una volta al giorno per almeno una settimana. Vedi se la tua energia migliora. Scommetto che ti sentirai sollevato da un peso.

Strategia tre: fai un controllo della realtà

Come parte del perdono, prendi questo controllo di realtà: le persone portano una vita intera di ferite alla tua relazione, il che può rendere il loro comportamento più su di loro che su di te. Potresti dire, giustamente, come ha fatto uno dei miei pazienti: "Sono ferito e furioso che mia moglie mi ha lasciato e si è rifiutato di parlarne. Non è ragionevole volerlo? "Naturalmente lo è. Ma il tuo bisogno non prende in considerazione il terrore dell'intimità del tuo coniuge, o che lui o lei farebbe qualsiasi cosa per fuggire dalla tua relazione o da qualsiasi altra persona. Sfortunatamente, le paure e le inadeguatezze del tuo coniuge hanno superato le tue esigenze. Per trovare il perdono mentre cerchi di guarire la rabbia, devi valutare con chi hai a che fare, il bene e il male. Spesso, le persone stanno facendo il meglio che possono, il che potrebbe non essere una collina di fagioli in cui sei preoccupato, ma rappresenta la triste verità della situazione. Accettare quella verità sui limiti di qualcuno ti aiuterà a perdonare.

La compassione apre una porta nascosta in un mondo segreto che esiste oltre la rabbia. Nonostante ciò, i sentimenti di rabbia o perdono non si escludono a vicenda. Puoi provare contemporaneamente diversi gradi di entrambi. Forse, all'inizio, sei un po 'indulgente e molto arrabbiato. Ma quando progredisci, le scale si rivolgono sempre più al perdono mentre il tuo attaccamento alla rabbia si allontana.

Judith Orloff MD è l'autore del bestseller di New York Emotional Freedom: liberati dalle emozioni negative e trasforma la tua vita (Three Rivers Press, 2011) ORA disponibile in edizione economica e su cui si basa questo articolo. Il suo lavoro è stato presentato su The Today Show, CNN, Oprah Magazine e USA Today. Il Dr. Orloff sintetizza le perle della medicina tradizionale con una conoscenza all'avanguardia dell'intuizione e della medicina energetica. Assistente professore clinico di Psichiatria presso l'UCLA, crede fermamente che il futuro della medicina implichi l'integrazione di tutta questa saggezza per raggiungere la libertà emotiva e il benessere totale. Per saperne di più sull'orario del tour dei libri di Emotional Freedom e sugli altri libri del Dr. Orloff, visita i CD e i DVD www.drjudithorloff.com.

Solutions Collecting From Web of "Il potere di liberare i risentimenti: una festa e un regalo per l'anno nuovo a te stesso e agli altri"