Il potere della piccola bugia bianca

Nel 1946 la meravigliosa A Night in Casablanca , il personaggio di Groucho Marx "Ronald Kornblow" dice a un co-protagonista, "Sai, penso che tu sia la donna più bella del mondo", a cui lei risponde con impazienza, "Fai veramente?"

Lui risponde, "No, ma non mi dispiace mentire se mi porterà da qualche parte."

Il sentimento del personaggio illustra leggermente un dilemma morale e pratico che affrontiamo quasi ogni giorno: ci sono momenti in cui è giusto mentire? Ancora più importante, e se fossimo in vantaggio a beneficio di un'altra persona, non solo la nostra?

Gli psicologi mirano ovviamente a fornire il miglior servizio possibile ai loro clienti. Per fare ciò, a volte è necessario considerare se sia appropriato "piegare la verità" se aiuta i clienti a risolvere i loro problemi o se è assolutamente necessario essere completamente onesti con loro – anche se ciò significa che i loro problemi potrebbero rimanere irrisolti.

Questo conflitto è inestricabilmente correlato al "reframing", una tecnica paradossale comunemente usata che incoraggia le persone adottando un approccio nuovo o alternativo per risolvere un determinato problema. Nel processo, il significato o problema sottostante ad un problema è fondamentalmente cambiato in modo che abbia connotazioni positive, anziché negative.

Ad esempio, un giocatore di una delle migliori squadre di basket israeliane mi ha lamentato un giorno per una perdita di autostima e un continuo declino della sua prestazione. Aveva paura di tirare da lunghe distanze e di preoccuparsi di penetrare nel canestro attraverso la difesa dell'avversario. Di fronte a entrambe le situazioni, avrebbe passato la palla. Riconoscendo questo schema, i suoi avversari hanno iniziato a lasciarlo libero, ma premendo i suoi compagni di squadra, impedendo loro di ricevere il passaggio. Un circolo vizioso si è sviluppato quando il giocatore è diventato sempre più stressato e non fiducioso, contribuendo ulteriormente alla sua crisi. Di conseguenza, è stato rilasciato dalla squadra nazionale.

Avrei potuto facilmente prendere un approccio diretto con "amore duro" ed essere totalmente sincero con lui, dicendogli che è un buon giocatore e che dovrebbe solo superare la paura e tornare al lavoro. In passato, tuttavia, questa strategia si è dimostrata inefficace, quindi questa situazione ha richiesto un po 'di finezza – ho deciso di aiutarlo a riformulare. Gli dissi che ero "impressionato" dalla sua "capacità eccezionale" di manipolare il suo ambiente. Ho spiegato che era riuscito a creare una situazione meravigliosa in cui nessuno lo guardava, così che ora potesse dimostrare liberamente le sue eccellenti capacità senza alcun disturbo! Ho insistito sul fatto che la manipolazione dell'ambiente fosse effettivamente necessaria proprio perché era un giocatore così straordinario e che altrimenti gli avversari avrebbero esercitato un'ulteriore pressione su di lui.

All'inizio, il giocatore fu sorpreso dal mio ragionamento, ma presto capì il punto e cominciò a riconsiderare il suo approccio. Col tempo ha riacquistato fiducia in se stesso, migliorato le sue prestazioni di tiro e penetrazione e ha avuto la sua migliore stagione di sempre. Fu anche richiamato alla squadra nazionale.

Un'altra tecnica apparentemente paradossale che incorpora l'inganno della luce è di assentire ad una visione pessimistica in cui non si è realmente d'accordo con uno sforzo per aiutare gli altri a vedere la loro follia o superare la loro negatività. Ad esempio, un mio collega che stava lavorando con un allenatore di tennis mi ha detto che uno dei suoi giocatori ha espresso ripetutamente sentimenti di "non abbastanza buono" o "totalmente privo di talento". Prima di ogni partita avrebbe detto all'allenatore che aveva "no" possibilità a tutti. "Gli sforzi dell'allenatore per convincere razionalmente il giocatore che si è sbagliato ricordandogli il suo talento non hanno avuto successo. Quindi, ho suggerito che l'allenatore "si unisca allo stand" e "sia d'accordo" con le affermazioni pessimistiche del suo giocatore, quindi le esagera.

L'allenatore ha iniziato a dire cose del tipo: "non serve allenare, fallirai di nuovo" o "non preoccuparti nemmeno di presentarti, è senza speranza". Il giocatore è rimasto sorpreso da questo cambiamento inaspettato nell'atteggiamento del suo allenatore , ma lo ha radunato verso il miglioramento per dimostrare il suo allenatore sbagliato. Ha interrotto il suo commento pessimistico e ha lavorato più duramente verso i suoi obiettivi.

Probabilmente dai questi esempi puoi ricavare che il compito principale dello psicologo è inventare storie da raccontare ai clienti, in altre parole mentire a loro. Potreste anche chiedervi se tali interventi paradossali siano inutilmente manipolativi e se persino possano far sì che gli psicologi perdano credibilità con i loro clienti. Tuttavia, molti interventi terapeutici applicano alcune misure manipolative per essere efficaci, e non sono solo gli psicologi che impiegano tali tecniche! Lo stesso si vede con leader come allenatori, boss e genitori. Se è possibile motivare gli altri a comportarsi meglio, a superare le loro paure e raggiungere i loro obiettivi, qual è il danno?

La situazione si riduce al successo della misura psicologica che prendi, se motivare gli altri è solo possibile o efficace attraverso "un po 'piegare la verità", possiamo in buona coscienza dire una piccola bugia bianca?

Per me, proprio come Groucho, la risposta è chiara.

Solutions Collecting From Web of "Il potere della piccola bugia bianca"