Il più grande dono che una madre può dare

Avevo sedici anni quando mio padre morì. Mia madre mi ha detto che non sapeva come offrirmi una guida dopo quel punto, perché "Non capisco davvero gli uomini". Ma si sbagliava molto su ciò che aveva da offrirmi. Ha insegnato con l'esempio. Ha dimostrato un impegno coraggioso, avventuroso e appassionato con la sua vita e la sua comunità, un dono da cui ancora traggo forza.

Ironia della sorte, sono diventato un terapeuta di coppia, non perché sono stato ispirato dall'esempio che i miei genitori hanno impostato per me, ma perché ho imparato di prima mano su così tanto di ciò che non funziona in una partnership da loro. Non che non si amassero. Credo che l'abbiano fatto. Ma il loro matrimonio è stato difficile e mia madre, in particolare, è stata decapitata essendo stata custode di quattro figli. Lei cucinava, puliva casa, faceva la segretaria alle varie iniziative imprenditoriali di mio padre e nel complesso completava le sue iniziative. Desiderava ardentemente avere l'opportunità di avere una connessione con il mondo oltre la casa. E quando il loro matrimonio di trenta e più anni si è concluso, non ha mai guardato indietro.

Mio padre è venuto dal suo senso di onestà onestamente se una cosa del genere può essere detta o avere un senso. Quando eravamo soli, ero il confidente di mia madre. Spiegò che, poiché mio nonno paterno, sarto di mestiere, aveva perso la vista quando mio padre era alle elementari, lui – cinque dieci quando aveva dodici anni – lavorava, costruiva e riparava tracce a New York metropolitana alla volta che la sua età avrebbe dettato di riferire alla scuola media. Con la sua educazione di quinta elementare, e in seguito il secondo posto sportivo nei Golden Gloves, si fece strada verso la virilità. Al cento per cento vecchia scuola. Era un uomo premuroso e persino sensibile, ma interrogare il suo diritto di esercitare prerogative e controllo nella sua casa era, a suo parere, né reale né giusto. Ha lavorato sodo e si sentiva autorizzato a ricevere assistenza quando tornava a casa.

google images
Fonte: immagini google

Mia madre era una madre amorevole e devota ma si sentiva anche intrappolata con la sua coppia di quattro. Intellettualmente dotata, entrò all'università a sedici anni, divenne certificata per insegnare e iniziò una carriera come insegnante di scuola pubblica a New York. Lei aspirava a essere fuori nel mondo dando un contributo. Non si è mai lamentata di non essere in grado di lavorare, ma quando mio padre è morto a cinquantadue anni dopo Chesterfields è stata colpita per la sopravvivenza e la realizzazione.

Una posizione ha portato a un'altra mentre si è dimostrata un enorme aiuto per un certo numero di abiti. Ha finito per lavorare come consulente per la comunità di anziani a Brooklyn Heights. Il suo "ufficio" era un tavolo e una sedia a livello di strada fuori dal St. George Hotel, in un'area recintata adiacente all'ingresso della metropolitana. Da quel post ha consigliato coloro che avevano bisogno di servizi di base come il caldo e il cibo e qualche volta riparavano. Diventò estremamente ben informata sui servizi locali e fece la differenza in molti la vita di una persona anziana. Questo dono, il fatto che abbia avuto una rinascita nell'ultima parte della sua vita, che abbia raggiunto un senso di significato e di connessione per se stessa era incommensurabilmente prezioso per me e le mie tre sorelle. Ci ha mostrato che non è mai troppo tardi per portare significato e scopo nella tua giornata. Quando lavoro con clienti di qualsiasi età che potrebbero sentirsi oppressi da ostacoli impegnativi, posso esprimere ottimismo sulla possibilità che il meglio possa essere proprio dietro l'angolo. Perché so che questa può essere la verità. Molto dipende dalla capacità di vedere e apprezzare questa possibilità. Come lo so? Mia madre mi ha mostrato che era così.

I commenti sono i benvenuti Cosa ti ha dato tua madre per la quale sei più grato?

Solutions Collecting From Web of "Il più grande dono che una madre può dare"