Il peggior problema nella politica americana?

Ikinja/gawker media
Fonte: media Ikinja / gawker

Come molti americani, mi hanno lasciato un cuore pesante dopo le elezioni. Mentre sono rimasto scioccato dal risultato, gran parte della pesantezza è venuta dall'osservazione dell'intero ciclo elettorale. Il risultato è stato solo la ciliegina sulla torta della corsa presidenziale più irrazionale della storia recente. Ora che lo shock iniziale sta passando, possiamo fare un bilancio e riflettere su come affrontare quello che questo ciclo elettorale ha dimostrato è forse il peggior problema nella politica americana – l'irrazionalità.

La razionalità si riferisce alla capacità di valutare la realtà in modo accurato e quindi prendere decisioni sagge per raggiungere i propri obiettivi. Questa elezione è stata una testimonianza dell'attuale incapacità di molti elettori di fare valutazioni corrette della realtà, portandole a prendere decisioni politiche sbagliate.

La ricerca in psicologia, neuroscienze cognitive e economia comportamentale mostra che facciamo valutazioni così irrazionali e decisioni sbagliate a causa di errori di pensiero nel modo in cui la mente umana è cablata. Tendiamo a pensare a noi stessi come creature razionali che formano le nostre opinioni basate su fatti logici. In realtà, le nostre emozioni hanno un ruolo molto più importante nell'influenzare le nostre convinzioni di quanto percepiamo intuitivamente.

I politici esperti nella psicologia della persuasione possono approfittare dei nostri errori di pensiero per manipolarci. A meno che non prestiamo attenzione, è molto probabile che siamo influenzati dai loro appelli a questi schemi di sentimento e pensiero imperfetti e prendere decisioni politiche distorte.

Ad esempio, la maggior parte degli elettori alla vigilia delle elezioni ha percepito Donald Trump più affidabile di Hillary Clinton, nonostante ispettori di fatto non partigiani come Politifact che mostrano che Trump si trova molto più spesso di Clinton. Questa falsa percezione è arrivata dalla campagna Trump che ha manipolato con successo molti elettori credendo che Clinton sia meno onesto, nonostante le prove che sia molto più onesta di Trump.

La campagna di Trump lo ha fatto attraverso l'illusorio effetto di verità, un errore di pensiero nelle nostre menti che accade quando le affermazioni false vengono ripetute molte volte e iniziamo a vederle come vere. L'illusorio effetto di verità è stato ampiamente utilizzato da Trump per tutta la durata della campagna. Considera l'inesorabile ripetizione di Trump secondo cui il NAFTA è il "peggior affare mai firmato" e costa agli americani "milioni di posti di lavoro". Nonostante gli esperti non siano d'accordo sull'impatto del NAFTA sul mercato del lavoro statunitense, Trump ha convinto molti milioni che Il NAFTA è terribile.

Proporre un divieto a tutti i musulmani che arrivano negli Stati Uniti e, più recentemente, a un'ispezione estrema di questi ultimi, oltre a concentrarsi in particolare sulla sorveglianza dei quartieri musulmani e sul monitoraggio delle moschee, è un altro esempio di Trump che gioca ai nostri errori di pensiero. La preoccupazione per il terrorismo è una delle maggiori preoccupazioni per la popolazione degli Stati Uniti. Eppure è passato più di un decennio da quando tutti gli americani sono morti per gli attacchi negli Stati Uniti commessi da terroristi che non erano né cittadini statunitensi né residenti permanenti legali. Ciò rende la proposta politica di Trump irrazionale, nel senso che non risponde a una valutazione realistica della minaccia del terrorismo. Invece, fa appello all'effetto corna, un errore di pensiero in cui le emozioni negative su un argomento – in questo caso il terrorismo perpetrato da estremisti islamici radicali – si diffondono a tutti i musulmani, indipendentemente dall'irrazionalità di tale pensiero.

Che dire della proposta di monitorare i musulmani americani – quelli che hanno commesso atti terroristici? Diamo un'occhiata ai numeri. Nel 2015, secondo johnstonarchive.net, ci sono stati sette atti terroristici negli Stati Uniti, con nove terroristi del tutto. Sei dei nove erano motivati, in parte, da credenze musulmane.

Un sondaggio del 2011 stimava che gli Stati Uniti avessero 1,8 milioni di adulti musulmani. Dividere il numero di adulti musulmani da parte dei sei che hanno commesso atti terroristici ti dà una possibilità su 300.000 che ogni musulmano che vedi commetterebbe un atto terroristico in un anno. È come scegliere un terrorista a caso dal numero di persone in diversi stadi di calcio. Applicare questo tipo di pensiero probabilistico è un modo basato sulla ricerca per affrontare qualsiasi forma di paura. Ci permette di vedere se i pensieri ansiosi sono realistici. Possiamo vedere che essere musulmani è un indicatore statistico molto scarso se qualcuno è un terrorista, rendendo le paure dei musulmani irrazionali.

La campagna di Clinton si appellò anche all'irrazionalità umana, se in misura molto minore, e soprattutto in risposta alle strategie molto efficaci della campagna Trump per attirare il pensiero irrazionale. Considera il commento di Clinton che metà dei sostenitori di Trump appartiene al "paniere di deplorabili" e sono "irriducibili" per il fatto di essere sessisti, razzisti e omofobi. Tale commento fa appello all'effetto corna associando "deplorevole" con una grande percentuale della popolazione statunitense. Considerate tuttavia qualcuno che è stato convinto dalla retorica di Trump secondo cui i musulmani devono essere temuti. Questa persona ha sviluppato credenze irrazionalmente razziste, eppure ciò rende la persona intrinsecamente deplorevole o irredimibile? Certamente no! Almeno lei si scusò per questo commento più tardi, eppure tale retorica rappresenta le prospettive di molti liberali.

Fortunatamente, non siamo condannati a questo destino di irrazionalità. Recenti studi hanno dimostrato che le persone possono diventare più razionali, anche nel nostro voto e più in generale nel modo in cui valutiamo la politica. Farlo richiede solo quattro cose. Innanzitutto, abbiamo solo bisogno di conoscere gli errori tipici del pensiero. In secondo luogo, dobbiamo notare quando sono potenzialmente interessati a noi e resistere a questa influenza. Terzo, dovremmo chiamare quei politici che fanno appello a tali errori di pensiero. Infine, abbiamo bisogno di evidenziare a coloro con cui parliamo, che cadono per tali errori di pensiero, come i politici li stanno manipolando per credere alle falsità

Molti sostengono che questo non realistico, che i cittadini statunitensi sono intrinsecamente irrazionali nelle loro politiche. Mi permetto di non essere d'accordo.

Negli ultimi mesi, ho pubblicato molti articoli in luoghi di rilievo, ed è apparso in numerosi programmi televisivi e radiofonici, per parlare di come rendere la politica più razionale. Molte persone mi hanno inviato per e-mail esprimendo gratitudine per la possibilità di apprendere come i politici provano a manipolarli e a chiedere come possano apprendere in modo più efficace come effettuare valutazioni politiche razionali.

Queste persone hanno attraversato lo spettro politico nei loro punti di vista, dal più conservatore al più liberale. Ciò che tutti avevano in comune era la cura della verità prima di tutto. Rendere la politica meno irrazionale aiutando le persone a fare valutazioni accurate della realtà è una questione bipartisan. Ognuno vince avendo cittadini più razionali, eccetto quei politici che si affidano alla retorica ingannevole e manipolatrice per influenzare gli elettori.

Sfortunatamente, questo ciclo elettorale mostra quanto può essere efficace attirare l'irrazionalità umana. Il futuro è oscuro se non concentriamo i nostri sforzi nell'affrontare questo problema nel nostro sistema politico, che è alla base di tutti gli altri problemi. Nonostante l'apparente polarizzazione della politica americana, abbiamo obiettivi condivisi come società, tra cui prosperità economica, coesistenza pacifica, sicurezza e sicurezza. La nostra unica speranza di riunirci per superare la nostra nazione polarizzata e collaborare per raggiungere questi obiettivi è aumentare la razionalità nel processo politico nel suo insieme.

__________________________________________________________________

Vuoi assicurarmi di continuare a scrivere? Sostienimi su Patreon!

Bio: Dr. Gleb Tsipursky è un autore, oratore, consulente, coach, studioso e imprenditore sociale specializzato in strategie basate sulla scienza per un efficace processo decisionale, raggiungimento degli obiettivi, intelligenza emotiva e sociale, significato e scopo, e altruismo – per più informazioni o assumerlo, consultare il suo sito Web, GlebTsipursky.com. Gestisce un'organizzazione non profit che aiuta le persone a utilizzare strategie basate sulla scienza per prendere decisioni efficaci e raggiungere i loro obiettivi, in modo da costruire un mondo altruistico e prospero, Intentional Insights. Svolge anche il ruolo di professore titolare presso la Ohio State nella storia della scienza comportamentale e in Decision Sciences Collaborative e ha pubblicato oltre 25 articoli peer-reviewed. Autrice di best-seller, ha scritto Find Your Purpose Using Science tra gli altri libri e contributi regolari a luoghi di rilievo, come Time, The Conversation, Salon, The Huffington Post e altrove. Appare regolarmente su TV di rete, come affiliati di ABC e Fox, stazioni radio come NPR e Sunny 95, così come media solo internet come podcast e videocast.

Prendi in considerazione l'iscrizione alla newsletter di Intentional Insights; volontariato; la donazione; comprare la merce Mettiti in contatto con lui su gleb (at) intentionalinsights (dot) org.

Solutions Collecting From Web of "Il peggior problema nella politica americana?"