Il Papa vorrebbe HR 2646

Papa Francesco è stato definito "il pontefice del popolo", quindi non dovrebbe sorprendere che durante la sua visita negli Stati Uniti, vorrebbe incontrare alcuni dei nostri cittadini più vulnerabili. Prima di arrivare a Filadelfia, ha pranzato con 300 senzatetto di Washington DC davanti alla chiesa di San Patrizio. A Filadelfia, più di 100 detenuti di Curran-Fromhold Correctional Facility (CFCF) hanno salutato il papa.

Ma queste persone non sono solo senzatetto e incarcerate. Molti soffrono di gravi malattie mentali, tra cui la schizofrenia, il disturbo bipolare e la depressione maggiore. Oggi, con la scomparsa dei manicomi psichiatrici, circa il 30% dei senzatetto 1 e il 20% delle persone in carcere 2 soffrono di gravi malattie mentali. Molti sono vittime di abusi. Alcuni hanno bisogno di cure ospedaliere periodiche. Una piccola parte non si riprenderà mai. Altri che soffrono di allucinazioni, delusioni e menomazioni cognitive non si rendono nemmeno conto di essere malati.

Il sistema di salute mentale americano è nel caos. Ma non deve essere così. Una proposta di legge introdotta al Congresso lo scorso giugno, HR 2646 "Aiutare le famiglie nella legge sulla crisi della salute mentale del 2015", ridisegnerebbe il modo misero di trattare le persone con gravi malattie mentali. Questo disegno di legge riprende da dove le riforme del presidente Kennedy erano state interrotte. Corregge il sistema di salute mentale rotto della nazione concentrando programmi e risorse sull'assistenza psichiatrica per i pazienti e le famiglie che hanno più bisogno di servizi.

Sono sicuro che, con la sua preoccupazione per le persone vulnerabili, papa Francesco sarebbe stato veloce a ottenere dietro HR 2646 perché:

  • Fornisce finanziamenti per il trattamento ambulatoriale assistito, assicurando che il piccolo ma importante gruppo di persone che è il più gravemente malato ottenga le cure di cui ha bisogno;
  • Permette alle persone che non possono vivere in sicurezza nella comunità di ricevere assistenza in ambienti protetti;
  • Si concentra sulle persone con le più gravi malattie mentali piuttosto che sul pozzo preoccupato; e
  • Consente alle famiglie di persone con gravi malattie mentali di entrare a far parte del team di assistenza.

L'HR 2646 impedisce alle persone con SMI di essere emarginate e cerca di includerle nella società.

L'HR 2646 ha il supporto di molte organizzazioni professionali, tra cui l'American Psychiatric Association, l'American Psychological Association, l'American Academy of Child & Adolescent Psychiatry e l'Associazione Nazionale di Psychiatric Health Systems. Ha il sostegno di organizzazioni di base tra cui National Alliance for Mental Health e Mental Health America. Il disegno di legge ha un sostegno bipartisan con 118 co-sponsor.

Per essere sicuri, ci sono quelli che si oppongono o cercano di abbattere l'HR 2646.

Alcuni sostengono che il disegno di legge viola i diritti civili. Sostengono che, se le persone decidono di rifiutare le cure o di togliersi la vita, dovrebbero essere autorizzate a farlo, citando il diritto all'autodeterminazione. La ridicola di questa posizione è evidente per le famiglie come la mia. Mia figlia di 23 anni, Sophie, con diagnosi di disturbo bipolare e disturbo borderline di personalità, non capisce quanto sia malata. Lei è vissuta per le strade. È stata incarcerata. Ha sofferto di dipendenza dalle droghe. Sophie è una prigioniera della sua malattia. Sebbene esistano trattamenti che consentirebbero a Sophie di funzionare, lei li rifiuta. Non c'è assolutamente niente che mio marito o io possiamo fare per aiutarla. Questa non può essere la libertà civile che i nostri padri fondatori hanno cercato di proteggere. La mancanza di consapevolezza della sua malattia da parte di Sophie significa che è incapace di legittima autodeterminazione.

Altri che si oppongono all'HR 2646 affermano che non possiamo permetterci i costi della riforma della salute mentale. Eppure ci sono solide prove che il costo del trattamento per le persone con gravi malattie mentali è molto inferiore ai costi di incarcerazione e ospedalizzazione. 3-5 Anche senza contare i costi del dolore e della sofferenza vissuti dalle persone con SMI e le loro famiglie, la realtà è che è economicamente conveniente per la società soddisfare i bisogni delle persone con gravi malattie mentali.

Se la visita di Papa Francesco è pastorale o politica, i suoi messaggi di inclusività e umanità devono essere ascoltati. È da molto tempo che pretendiamo che i nostri legislatori federali prestino attenzione ai bisogni dei cittadini con gravi malattie mentali.

  1. http://mentalillnesspolicy.org/consequences/homeless-mentally-ill.html
  2. http://mentalillnesspolicy.org/NGRI/jails-vs-hospitals.html
  3. http://mentalillnesspolicy.org/kendras-law/research/2013-duke-aot-cost-s…
  4. http://mentalillnesspolicy.org/states/california/llsavings.pdf
  5. http://mentalillnesspolicy.org/consequences/cost-legal-encounters.html