Il mio capo mi odia

Pensare che il tuo capo ti odia è una cosa davvero difficile da affrontare se è la percezione o la realtà. Sappiamo dai nostri dati di ricerca sulla felicità sul lavoro che è qualcosa che può svuotare la tua fiducia, diminuire la tua capacità di recupero, influenzare la tua motivazione e significa che non riesci a raggiungere il tuo potenziale.

In effetti essere rispettati dal tuo capo è uno dei fattori chiave per l'alta felicità e le migliori prestazioni sul lavoro. E se hai molto rispetto dal tuo capo, conosciamo anche un paio di altri fatti interessanti. Un alto rispetto da parte del tuo capo indica che rispetterai a sua volta, a loro volta, che rispetteranno la squadra e che ci sarà anche un alto rispetto inter-collegiale.

Se pensi che al tuo capo non piaccia, francamente è difficile apprezzarli in cambio. Ma c'è anche qualcosa di più serio. Pensare che il tuo capo non ti piaccia indica anche che sperimenterai livelli di fiducia molto più bassi. E ovviamente c'è un alto costo per un basso livello di fiducia. Questo costo elevato viene pagato attraverso una comunicazione meno confortevole, un coordinamento peggiore e una cooperazione molto inferiore.

Se questo è il tuo caso, ti potrebbe piacere di diagnosticare cosa sta realmente accadendo, quindi prova questa formula per capire se pensi di avere un basso livello di fiducia – lo chiamiamo l'approccio ROCC per ovvi motivi. Quello che fai è punteggio:

Affidabilità (10) + Apertura (10) + Chiarezza (10) + Preoccupazione per gli altri (10)

dividere per interesse personale (10)

La linea superiore dell'equazione di cui sopra dovrebbe essere più positiva e migliore è la relazione, maggiore è il punteggio. Tutti quegli elementi ROCC sono influenzati negativamente quando le cose vanno male. La linea di fondo, l'interesse personale, è sempre più negativa. Tutti hanno un interesse personale in tutto ciò che fanno – tutti noi vogliamo qualcosa per noi stessi senza lavoro. Ma se i punteggi per l'equazione di cui sopra è nulla sotto 1,5 allora hai un problema di fiducia.

Come questo.

Recentemente un cliente ci ha chiesto una proposta durante la notte. Ci è stato detto che nessun altro era nella cornice del lavoro; il cliente che desiderava presentare le idee al suo amministratore delegato il pomeriggio successivo. Il mio collega ha lavorato sodo per produrre un documento di qualità che saremmo orgogliosi di mettere davanti a un CEO: nessun compito facile in meno di 24 ore. Avendo saputo che avremmo ascoltato un paio di giorni dopo, divenne impossibile impossessarsi del cliente. E-mail e chiamate non hanno ricevuto risposta; abbiamo ascoltato storie diverse e contrastanti su ciò che stava realmente accadendo. Alla fine abbiamo saputo che il cliente avrebbe eseguito il programma internamente. In effetti è diventato chiaro che questa era sempre stata la sua intenzione. Ci eravamo abituati a fare il suo sporco lavoro.

Infatti se fosse stata aperta e ha detto che voleva le nostre idee che sarebbero andate bene; era la mancanza di chiarezza e preoccupazione per noi che era così irritante. E ci farà riflettere due volte prima di rispondere di nuovo. Purtroppo incidenti come questo sono più frequenti dopo la recessione. È facile passare gli altri quando le cose sono difficili; ciò che crea credito, invece, è un vantaggio.

Quindi se vuoi migliorare le cose e migliorare i rapporti con il tuo capo, ecco dieci suggerimenti principali:

1. Pensa a ciò che condividi con il tuo capo, piuttosto che ciò che ti divide. Cercare somiglianze e interessi rende più semplice la discussione e la connessione e concentrandosi su di essi creerà un ponte piuttosto che enfatizzare un abisso.

2. Completa i tempi in cui le cose sono andate bene. Tendiamo a concentrarci sul negativo piuttosto che sul positivo, ma questo potrebbe colorare il tuo giudizio. Pensa attivamente a ciò che ti va bene e prendine nota.

3. Reframe: invece di interpretare le cose in modo negativo, prova a percepire o reinterpretare gli eventi e le interazioni in modo positivo. Qual è il modo migliore in cui puoi valutare le cose tra di voi?

4. Cerca più contatto visivo: è molto difficile guardare qualcuno che non ti piace, quindi che tipo di segnali stai emettendo? Cerca più contatto visivo e vedi cosa fa per il tuo rapporto.

5. Chiedete piccole cose: quando non ci piace qualcuno tendiamo a non chiedere. Ma non riceverai mai un grosso impegno dal tuo capo senza ricevere prima la consegna di alcune piccole domande.

6. Costruisci crediti andando fuori strada e assicurandosi che il tuo capo sappia cosa hai fatto; impilare quel credito dicendo qualcosa come "so che faresti lo stesso per me se la situazione fosse invertita". Questo è l'equivalente di mettere il tuo segnalino personale nella terra.

7. Dì qualcosa di carino sul tuo capo a qualcuno che probabilmente lo ripeterà e vedrai quanto velocemente gli torna: l'adulazione ti porta ovunque anche quando tutti sono consapevoli di quello che è esattamente.

8. Pensa a quanto ti sentirai bene quando li prenderai dalla tua parte. Immagina quel tempo e pensa a quello che vorrebbero da te che è nei tuoi confini da dare.

9. Se vuoi davvero sviluppare buoni rapporti con il tuo capo, cosa ti impedisce di andare fino in fondo? Potresti pensare che il 50% sia sufficiente. Ma se vuoi veramente migliorare le cose, cosa ti impedisce di dare il 100%?

10. Se il tuo capo è così poco professionale da lasciare che i suoi sentimenti personali interferiscano con il lavoro, probabilmente hanno un favorito. Come puoi ottenere quella persona dalla tua parte? Potrebbe essere necessario un aiuto in questo, ma sarà un modo infallibile per il cuore del tuo capo.

Infine ricorda che nulla dura per sempre. Tra cinque anni non lavorerai con questi colleghi in questa particolare squadra in queste circostanze particolari. Quindi immagina che sia il 2015; che cosa pensi di perderti ?, scommetto che ci sono alcune cose che ricorderai con piacere a chiunque lavori per ora.

Solutions Collecting From Web of "Il mio capo mi odia"