Il linguaggio del corpo dice tutto: Hillary Hides, Donald Emotes

//www.flickr.com/photos/donkeyhotey/24564574914
Fonte: Creative Commons DonkeyHotey https://www.flickr.com/photos/donkeyhotey/24564574914

Ho scritto delle espressioni facciali repellenti di Ted Cruz per mostrare come parole e gesti spesso dicano cose diverse. Ho anche commentato qui e in The Washingtonian sul linguaggio del corpo degli altri candidati presidenziali.

Durante l'esperienza surreale che è stato il primo dibattito presidenziale, il linguaggio del corpo di ogni concorrente ha inviato un messaggio coerente: Hillary si nasconde e Donald corre sull'emozione.

Prima di assumere una posizione di difesa (stiamo parlando di partigiani dopo tutto), vorrei essere chiaro che il mio obiettivo è il gesto piuttosto che quello che i candidati hanno detto. In effetti, il modo migliore per giudicare qualcuno che sta cercando di persuaderti è guardarli con il suono disattivato.

"Le parole contano", ha detto Hillary mentre il dibattito si avvicinava ai 90 minuti. In effetti, lo fanno. Ma le parole possono anche essere fuorvianti, motivo per cui i politici hanno la reputazione di non dare mai una risposta diretta. Abbiamo ascoltato ripetute evasioni da entrambe le parti durante il dibattito. Hillary non può dare una risposta breve e dichiarativa. Ma neanche a Donald. I due si scambiarono una parola per tutto il tempo.

Trump era rumoroso ma modulato nel tono e nel volume, tratti solitamente associati alla fiducia in se stessi e all'autorità. Ma i suoi grandiosi colpi e le sue battute di karate tradivano un'accresciuta emozione di fondo. Essere guidati dalle emozioni non è automaticamente negativo perché l'emozione colora ogni decisione in una certa misura. Anche il pensiero matematico, largamente considerato il tipo più razionale, viene fatto con una carica emotiva, la sensazione di essere sulla strada giusta o meno. Viceversa, la mancanza di emozioni, come alcuni pazienti colpiti da ictus, lascia una persona paralizzata dall'indecisione.

Hillary proiettò lo stesso tono emotivo per tutta la notte, e la sua voce rimase nel registro acuto – un luogo in cui gli studi mostrano come hectoring e combattivo. I sapientoni hanno criticato a torto la sua consegna vocale alla convention democratica. "Quando Hillary parla", dice l'esperto di branding Marc Rudov, "gli uomini ascoltano 'tirare fuori la spazzatura." Il coach vocale di Washington Chris Jahnke allena le candidate per abbassare la voce e rallentare perché le persone associano voci basse a competenza, intelligenza e leadership .

Rispetto alle precedenti colonne in cui ho notato che la fronte di Hillary era "glacialemente liscia" come se fosse stata sopra-Botox, la sua faccia superiore durante il primo dibattito mostrava più movimento. L'entusiasmo "con gli occhi spalancati" che ho notato prima era attenuato con buoni risultati. Di tanto in tanto gli angoli dei suoi occhi si increspavano in un sorriso sordido ma genuino di Duchenne.

Ma quello che spiccava erano i suoi tentativi di soffocare un sorriso ogni volta che Trump dava una disgiunta non risposta o guadava tra le erbacce. Strinse la mascella cercando di sopprimere qualunque emozione si stesse chiaramente manifestando sul suo viso. Per qualcuno che tiene le sue carte così vicine, è stato qualcosa da vedere che il grande sorriso emergesse poco prima di lei, anche lei, dissimulata da una non risposta.

Guarda il video quando Trump critica il suo temperamento. Prima le sue labbra si stringono, poi le sue guance si gonfiano e lei sembra stringere i denti posteriori così da non scoppiare a ridere. Questo enorme sorriso poi esplode e lei stranamente esclama "Whoo! Ok! "E fa la" spalla shimmy "che è diventata virale.

Hillary doveva essere più simpatico, ma non ci riuscì. È difficile piacere a qualcuno che tiene alta la guardia e rivela così poco. Ci fu un sacco di annuendo e scuotendo la testa come se fosse pieno di rimpianti per i commenti oltraggiosi di Trump. Ma è apparso compiaciuto. Come controllore di lista è stata misurata. Per tutta la serata rimase calma. Ma raramente le emozioni si filtrano. Durante l'argomento più emozionante della serata, della corsa e delle sparatorie nere, è rimasta anodina e tranquilla.

Per quanto riguarda Trump, lo schermo diviso non gli ha fatto alcun favore. Ha fatto delle facce. Roteò gli occhi. Fece una smorfia, stringendo le labbra in una linea orizzontale. Spostare il suo peso lo fece sembrare impaziente. Il suo muscolo mentale si trovava in modo quasi esplicito sul punto del mento contratto ogniqualvolta Hilary virava in un territorio in cui non si sentiva a suo agio. La contrazione di Mentalis segnala l'emozione che si infuria sotto.

In generale, il linguaggio del corpo di Trump rimase in registrazione con il suo discorso ripetitivo. O è impenetrabile ai fatti o crede sinceramente a ciò che dice. Forse attraverso la ripetizione è sembrato reale. Il mio collega Art Markmen ha scritto su come le persone sono inclini a interpretare le prove in modi coerenti con i loro desideri. Non riconoscono che le proprie convinzioni hanno influenzato la loro valutazione, e così finiscono per credere a ciò che vogliono credere.

************

Clicca qui per lasciare un commento o e-mail Dr. Cytowic e ricevere la sua newsletter a bassa frequenza e una copia di Digital Distractions: Your Brain on Screens. Segui @Cytowic, o controlla LinkedIn o il suo sito Web su Cytowic.net.

Solutions Collecting From Web of "Il linguaggio del corpo dice tutto: Hillary Hides, Donald Emotes"