Il libertarismo è anti-religioso?

Questa colonna è una risposta a una lettera di transom che ho ricevuto. (Voi giovani, se non sapete cosa sia, cercate su). Prima appare la mia risposta e poi la lettera che mi ha tanto offeso.

La mia risposta:

Sono un devoto ateo. Uno molto devoto. Fai dei punti molto buoni contro la religione.

Per molti atei, la pretesa per l'esistenza di Dio è all'incirca uguale all'esistenza del Coniglio di Pasqua, o streghe, ghoul, lupi mannari, folletti, Babbo Natale, qualunque cosa.

Ma i teisti possono essere libertari? Certo che possono. Tutto ciò che devono fare è rispettare il principio di non aggressione (NAP). Quali sono le persone religiose colpevoli, precisamente, che ti fanno pensare che non possono essere libertari? Nel peggiore dei casi, secondo la maggior parte degli atei, mormora alcune parole stupide (preghiere). Cantano alcune canzoni sciocche. Leggono alcuni stupidi libri di fiabe (la Bibbia). Come tutto ciò viola il NAP è totalmente al di là di me. Non mi importa se sono adoratori del diavolo; puntine in bambole, ecc. che non violerebbero il NAP. Dici "quando Dio fa molto, molto peggio". Vieni, dammi una pausa. Come voi e io crediamo, non esiste un'entità del genere, quindi come può essere colpevole di questo, per non parlare di qualcosa?

Ci sono molti altri libertari contemporanei, oltre a Tom Woods e Ron Paul, che hai menzionato, che hanno anche dato un magnifico contributo alla nostra causa e sono devoti credenti nella religione: William Anderson, professore di economia, Frostburg State University, Doug Bandow of the Cato Institute, William Barnett II, professore di economia alla Loyola University di New Orleans; Gerard Casey dell'Università universitaria di Dublino, p. Hank Hilton, SJ, professore di economia alla Loyola University nel Maryland; Jeff Herbener, professore di economia al Grove City College, Norman Horn di LibertarianChristians.com, Jacob Hornberger della Future of Freedom Foundation, Guido Hulsmann, professore di economia all'Università di Angers, Jason Jewell dell'università di Faulkner, Peter Klein, professore di economia all'università del Missouri, al rabbino Daniel Lapin, Andrew Napolitano di Fox News, Gary North all'Istituto per l'economia cristiana, professore di economia all'Università di Loyola Shawn Ritenour, professore di economia al Grove City College, p. James Sadowsky, SJ, professore di filosofia emerita alla Fordham University, Joseph Salerno, professore di economia alla Pace University, p. Robert Sirico, direttore dell'Acton Institute, Lew Rockwell, direttore del Mises Institute, Timothy Terrell, professore di economia, Wofford College, David Theroux dell'Independent Institute, Jeff Tucker di Laissez Faire Books, Laurence Vance, direttore di Francis Wayland Istituto … Questi nomi vengono da me con pochissime ricerche. Sono sicuro che ce ne sono molti, molti altri (se sei idoneo, scrivimi a wblock@loyno.edu, e ti aggiungerò a questo elenco quando lo rivedrò). Non sono abbastanza di uno storico per darti una altrettanto impressionante lista di personaggi del passato che si qualificherebbe, ma non ho dubbi che ce ne siano anche molti, molti.

Dire che una persona religiosa non può essere un libertario, penso, ha lo stesso valore di verità dell'affermazione che se ti piacciono gli scacchi, la musica barocca, la pallamano, il nuoto, la corsa, il karate, i film, il cioccolato, l'economia austriaca (per menziono solo alcune delle mie cose preferite), quindi non puoi essere un libertario. Per ripetere, tutto ciò che è richiesto a un libertario è l'aderenza al NAP, e nessuna di queste cose che menziono, o religione, dovrebbe squalificare qualcuno.

Secondo a Ron Paul, Ayn Rand, anche se non si definiva una libertaria, anche se rifiutava esplicitamente il libertarismo e era velenosa nei confronti dei libertari, probabilmente creò più di noi di chiunque altro. Tuttavia, molti di loro – inclusi – fanno parte del nostro movimento con un bagaglio Randian: opinioni molto forti sull'estetica, la metafisica, l'epistemologia e un odio inalterabile e costante per la religione. Individuo quest'ultimo per una condanna particolare, non solo perché non è accurato confonderlo con il libertarismo, ma per ragioni strategiche fornite di seguito. Queste prospettive possono essere tutte parte dell'oggettivismo – ha imposto molti dei suoi gusti personali su questa sua filosofia – ma non hanno nulla a che fare con il libertarismo, un calderone completamente diverso.

Noi, come libertari, dobbiamo accettare il meglio di Ayn Rand – la sua adesione al capitalismo liberista, ai diritti di proprietà privata e alla libertà economica, il più importante dei casi morali che ha fatto al riguardo – ma scarichiamo il resto del pacchetto.

Sì, sì, la religione ha fatto grandi danni in passato, e anche nel presente. C'erano le Crociate e l'Inquisizione. Al giorno d'oggi, le persone si uccidono a vicenda in modo piuttosto entusiasta rispetto alle credenze religiose. Horrid. Ma, rispetto a quel grande male, lo stato, il numero di morti da questo trimestre è relativamente piccolo. Sapevi che la stima migliore per il numero di innocenti uccisi durante l'Inquisizione era solo qualcosa come 3.000-10.000? In netto contrasto, il numero di persone uccise dal governo (principalmente comunisti atei) è stimato in circa 173 milioni, solo nel 20 ° secolo. E questo è solo il numero dei suoi cittadini assassinati dai leader statalisti. Ignora tutte le guerre promulgate dal governo. Inoltre, non tiene conto del numero di persone uccise a causa della medicina socializzata e delle nostre strade governative. Vedi qui su quest'ultimo.

Il mio punto di vista strategico su tutto questo è che il "nemico del mio nemico è mio amico". Quindi chi è il mio principale nemico, in quanto libertario? Il governo in generale, ovviamente, e in particolare, Stalin, uno dei più brutali tra tutti gli statalisti. E che cosa dicono le opinioni di Stalin sulla religione? Era particolarmente feroce. Tentò di minare la religione (insieme alla famiglia, facendo pettegolezzare i figli sui loro genitori per ottenere grandi ricompense). Quindi, sono, in qualche modo paradossalmente, un ateo che è amichevole nei confronti della religione. Dal momento che praticamente ogni umano in virtualmente ogni tempo è stato religioso, e dal momento che il libertarismo è una filosofia politica che non dice nulla su Dio, che i libertari sono offensivi nei confronti della religione è semplicemente stupido. È molto peggio che collegare la nostra filosofia a praticamente ogni altra chiamata avventizia. Stiamo per uscire contro la maternità e la torta di mele?

Viva la religione, dì io, e su basi libertarie! Sì, queste persone credono in cose non dimostrate, ma siamo in una battaglia per i cuori e le menti delle persone. Da un lato c'è il governo; dall'altra, la religione. La scelta tra di loro non dovrebbe essere troppo difficile per quelli di noi intenti a realizzare la libertà. L'uno è diametralmente opposto alla libertà. L'altro è di per sé del tutto ortogonale al nostro movimento. Per "per sé" includo solo la fede in Dio. Il desiderio di imporre questa credenza agli altri è ovviamente antagonista al libertarismo; è di per sé una versione dello statismo.

Quindi, per favore, riconsidera la tua ostilità verso la religione. Non è di per sé incompatibile con la filosofia della libertà. Alcuni dei nostri migliori libertari erano e sono credenti nella religione. Concentriamoci invece sul nostro vero nemico, lo statismo.

La lettera:

Da qualche tempo, ho riflettuto su come i libertari (specialmente gli anarchici) possono essere religiosi senza contraddire la loro filosofia libertaria. Ho anche inviato una nota a Tom Woods. Il motivo per cui lo chiedo è che sembra che molti libertari siano molto religiosi, qualcosa che LRC.com rende molto evidente. E Ron Paul, penso, è religioso fino al punto di dubitare dell'evoluzione. Considerando come il dio cristiano / ebreo è descritto nelle loro scritture, ogni libertario e certamente anarchico dovrebbe essere un violento anti-teista.

Ciò che intendo è che coloro che credono nella versione cristiana o ebraica di Dio e nella Bibbia, credono in una divinità onnipotente e onnipotente. Vedono il paradiso come un paradiso, anche se Christopher Hitchens era perfetto quando ha descritto il paradiso come una celeste Corea del Nord. Perché questo è esattamente come viene descritto; un luogo governato da una persona e lo scopo di ognuno nel loro (sic) è di trascorrere l'eternità lodando questa persona. Non è una buona approssimazione della vita dei nordcoreani? Tranne la fame, naturalmente.

Dovrebbe essere innegabile che se Dio fosse una persona e avesse fatto anche solo una frazione di tutte le cose che i suoi seguaci credono di aver fatto e fatto, e persino di lodarlo per questo, sarebbe stato anni luce peggio di tutti i dittatori umani messi insieme. I libertari si oppongono allo stato e lodano la libertà individuale, il che è logico per le persone che si oppongono all'uso della violenza. Ma allo stesso tempo i libertari religiosi credono e lodano un Dio, che condanna le persone alla morte e alla dannazione per il reato di pensiero di dubitare della sua esistenza. Se è sbagliato per le persone usare la violenza contro le persone, perché è lodevole quando Dio fa molto, molto peggio?

Perché, ad esempio, la storia di Noè non è spaventosa per i libertari? Dio ha commesso un genocidio di massa solo perché le persone non lo adoravano abbastanza. O la storia di Giobbe? Dio ha ucciso la sua famiglia, privato di tutto, lo ha fatto ammalare e sopportato difficoltà inimmaginabili. Perché? Per dimostrare un punto a Satana di tutte le cose. L'intero Antico Testamento è una litania di genocidio e di atrocità e violenze fantastiche, soprattutto perché a Dio non piaceva quello che facevano le persone, le sue stesse creazioni. Come va con il "libero arbitrio"?

E ancora, non importa se queste storie sono vere o no. Ovviamente non penso che lo siano, ma non riesco a capire per la vita di me come la persona possa essere qualsiasi libertaria allo stesso tempo, non solo crede, ma loda, qualcuno (Dio) come quello. Il fatto che Dio non esista rende in realtà peggiore, perché ciò significa che i credenti sperano almeno che queste storie siano vere. Sono piuttosto interessato a capire come la stessa persona possa aborrire la violenza umana e la tirannia mentre elogia la violenza divina e la tirannia.

Solutions Collecting From Web of "Il libertarismo è anti-religioso?"