Il legame tra la luce di notte, la depressione e la suicidio

La luce di notte disturba il sonno e peggiora l'umore.

La luce di notte fa deprimere la tua teenager?

Secondo il CDC, circa il 15% degli adolescenti riferisce di aver preso in considerazione di aver fatto del male negli ultimi 12 mesi. I tassi di suicidio negli adolescenti sono triplicati negli ultimi decenni e sono aumentati ulteriormente negli ultimi anni [1]. Gli esperti ipotizzano che il bullismo, e in particolare il cyberbullismo, sia un importante motore dietro l'aumento.

Ma mentre il tema del bullismo ha ricevuto l'attenzione dei media che porta a maggiori ricerche e risorse migliorate, un altro colpevole più insidioso si nasconde inosservato: l'uso onnipresente dei media sullo schermo da parte degli adolescenti durante la notte, alias "luce-di-notte".

Ricerca che collega la notte luce alla depressione adolescenziale e al suicidio :

  • Ricercatori in Giappone hanno scoperto che sentimenti suicidari e comportamento autoaggressivo negli adolescenti erano associati all'uso del telefono cellulare dopo la luce spenta [2]
  • L'indagine sul comportamento ai rischi per i giovani del CDC del 2007 e del 2009 ha collegato tristezza e suicidio dei teenager al videogioco e all'uso eccessivo di Internet
  • La ricerca sugli adolescenti taiwanesi ha rivelato collegamenti tra l'uso problematico del telefono cellulare, il sonno disturbato e comportamenti a rischio incluso il suicidio [3]
  • Uno studio su animali Johns Hopkins ha rilevato che i sintomi depressivi aumentati di notte-luce, come alti livelli di cortisolo (ormone dello stress), riduzione della ricerca del piacere e letargia [4]

La correlazione tra luce-notte, depressione e suicidio non è sorprendente. Considera quanto segue: disturbi del sonno (compresi i modelli di sonno irregolare, incubi [5] e risvegli notturni [6]) predicono il comportamento suicidario [7] e il completamento del suicidio negli adolescenti. [8] L'eccessiva durata dello schermo, in generale, è associata alla depressione e ad altri disturbi psichiatrici, [9] [10] e al sonno disturbato dai disturbi dello schermo, un problema importante per gli adolescenti [11]. Inoltre, un recente bollettino sulla salute di Harvard ha discusso di come la luce di notte dall'elettronica e persino le lampadine a basso consumo [*] sconvolgano i ritmi del sonno e danneggino la salute, mettendo in evidenza l'influenza sempre crescente della tecnologia sulla salute mentale.

Rimozione di sorgenti di luce notturna è un intervento essenziale
La luce alla notte può contribuire alla depressione e ai pensieri e ai gesti suicidi sopprimendo i segnali del sonno, aumentando gli ormoni dello stress, alterando la chimica dell'umore e distruggendo i ritmi interni del corpo (il soggetto di un post futuro). Quando si tratta di affrontare la depressione adolescenziale nel mondo di oggi, i trattamenti convenzionali non sono sufficienti. I dispositivi elettronici light-at-night (smartphone, laptop, iPad, tablet, televisori) sono un fattore onnipresente e trascurato nella depressione e nel suicidio e la loro rimozione dalla camera da letto dovrebbe essere una componente obbligatoria di qualsiasi piano di trattamento. Ciò include l'implementazione di un orario di "check-in elettronico" ogni sera, inclusi telefoni e altri dispositivi portatili. Mantenere tutti i dispositivi mobili per l' intera famiglia in un posto durante la notte aiuterà a conformarsi.

Light at Night from screen-time worsens depression in teens
I dispositivi dello schermo in camera da letto sono un no-no.

"Diritti" dello schermo di tuo figlio contro salute e sicurezza Quando lavoro con genitori di adolescenti e giovani adulti, molti di loro sono riluttanti a rimuovere l'elettronica dalla camera da letto del bambino: "È la sua TV, l'ha comprata con i suoi soldi". O "Suo padre le ha preso quel telefono, quindi non posso davvero portarlo via da lei." O "E 'un adulto adesso. Cosa posso fare? "Ma sappiamo che il lobo frontale del cervello si sta ancora sviluppando attivamente verso la metà degli anni venti, quindi è necessario presumere che il cervello di tuo figlio non sia abbastanza maturo per esercitare un buon controllo degli impulsi. Se un dispositivo di schermo è nella stanza, lui o lei lo userà. Anche con i giovani adulti, le regole di no-screens-at-night e no-screens-in-camera cadono sotto una regola più ampia: "Finché vivi a casa mia, devi seguire le regole della casa. Periodo."

I tempi moderni richiedono misure moderne. Se sei il genitore di un adolescente depresso, rivolgendoti alla luce di notte puoi contribuire a sollevare l'umore di tuo figlio e potrebbe persino salvare la vita di tuo figlio.

Per ulteriori informazioni su come affrontare lo schermo in bambini e adolescenti depressi, consulta Reimposta il cervello del tuo bambino: Un piano di quattro settimane per terminare Meltdowns, Alza voti e Aumenta le abilità sociali invertendo gli effetti dello schermo elettronico.

[*] Le lampadine a basso consumo e ad alta efficienza energetica (es. Schermi LED e lampadine CFL e LED) emettono quantità relativamente elevate di luce blu a lunghezza d'onda, che sopprime la melatonina in modo più marcato rispetto allo spettro a luce rossa.

[1] Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Sorveglianza dei comportamenti a rischio giovanile: Rapporto settimanale Stati Uniti, 2011 , Morbilità e mortalità, 8 giugno 2012, http://www.cdc.gov/mmwr/pdf/ss/ss6104.pdf.

[2] Norihito Oshima et al., "The Suicidal Feelings, Self-Injury, and Mobile Phone Use After Lights Out in Adolescents", Journal of Pediatric Psychology 37, no. 9 (1 ° ottobre 2012): 1023-30, doi: 10,1093 / jpepsy / jss072.

[3] Yuan-Sheng Yang et al., "L'associazione tra uso problematico del telefono cellulare e comportamenti rischiosi e scarsa autostima tra gli adolescenti taiwanesi", BMC Public Health 10 (2010): 217, doi: 10.1186 / 1471-2458- 10-217.

[4] Johns Hopkins. "L'esposizione alla luce di notte può causare depressione, problemi di apprendimento, suggerisce studi sui topi." ScienceDaily. ScienceDaily, 14 novembre 2012. <www.sciencedaily.com/releases/2012/11/121114133921.htm>.

[5] Nisse Sjöström, Margda Waern e Jerker Hetta, "Incubi e disturbi del sonno in relazione alla suicidalità nei tentativi di suicidio", Sleep 30, no. 1 (gennaio 2007): 91-95.

[6] Neel Koyawala et al., "Problemi del sonno e tentativi di suicidio tra adolescenti: uno studio caso-controllo", Behavioral Sleep Medicine , 21 marzo 2014, doi: 10.1080 / 15402002.2014.888655.

[7] Xianchen Liu, "Comportamento suicidario del sonno e dell'adolescenza", Sonno 27, n. 7 (1 novembre 2004): 1351-58.

[8] Tina R Goldstein, Jeffrey A Bridge e David A Brent, "Disturbo del sonno che precede il suicidio completo negli adolescenti", Rivista di consulenza e psicologia clinica 76, n. 1 (febbraio 2008): 84-91, doi: 10.1037 / 0022-006X.76.1.84.

[9] Mark W Becker, Reem Alzahabi e Christopher J Hopwood, "Media Multitasking è associato a sintomi di depressione e ansia sociale" , Cyberpsychology, Behaviour e Social Networking 16, n. 2 (febbraio 2013): 132-35, doi: 10.1089 / cyber.2012.0291.

[10] Junghyun Kim, Robert LaRose e Wei Peng, "La solitudine come causa e l'effetto dell'uso di Internet problematico: la relazione tra l'uso di Internet e il benessere psicologico", Cyberpsychology & Behaviour: L'impatto di Internet, Multimedia e Realtà virtuale su comportamento e società 12, no. 4 (agosto 2009): 451-55, doi: 10.1089 / cpb.2008.0327.

[11] Takeshi Munezawa et al., "L'associazione tra l'uso di telefoni cellulari dopo luci spente e disturbi del sonno tra adolescenti giapponesi: un sondaggio trasversale a livello nazionale", Sleep 34, no. 8 (agosto 2011): 1013-20, doi: 10.5665 / SLEEP.1152.

Solutions Collecting From Web of "Il legame tra la luce di notte, la depressione e la suicidio"