Il legame tra i diritti delle donne e la sicurezza nazionale

Mentre l'anno volge al termine e la nazione si prepara per l'inevitabile ascesa di Trump come nostro presidente, una preoccupazione di politica estera sarà la misura in cui si concentra sui diritti delle donne in tutto il mondo. Sebbene possano sembrare estranei alla superficie, la ricerca ha identificato numerosi modi significativi in ​​cui i diritti delle donne all'interno delle nazioni sono strettamente collegati ad altre dimensioni culturali critiche, come la stabilità economica, i valori democratici, la suscettibilità all'instabilità e alla violenza e, naturalmente, più in generale un focus sui diritti umani.

Non è una coincidenza che una delle più grandi minacce terroristiche al mondo – ISIS – sia segnata da una brutale campagna contro le donne in tutti i territori che ha preso in consegna in Medio Oriente. In effetti, come identificato in un articolo di politica estera:

Se c'è stato un filo conduttore condiviso dai movimenti estremisti che hanno catturato l'attenzione del mondo nell'ultimo anno [2015], dalla Nigeria settentrionale al nord dell'Iraq, dalla Siria alla Somalia, e dal Myanmar al Pakistan, è questo: in ogni Ad esempio, l'avanzata dei gruppi estremisti è stata associata a violenti attacchi ai diritti delle donne e delle ragazze (Mlambo & Coomaraswamy, 2015, para 1).

Allo stesso modo, in un articolo Op-Ed di questa settimana per il New York Times, i ricercatori Hudson e Kay Cohen (2016) riflettono sul ruolo chiave che i diritti delle donne dovrebbero giocare con una posizione di politica estera incentrata sulla sicurezza nazionale in un articolo intitolato giustamente "Donne Sono un problema di sicurezza nazionale ". Oltre al punto che i diritti delle donne sono direttamente collegati alla sicurezza nazionale, identificano specificamente i modi in cui l'uguaglianza di genere – o nel caso di nazioni in crisi in tutto il mondo, nell'uguaglianza – sono barometri significativi che prevedono anche altre forme di oppressione e violenza all'interno delle società.

Ci sono molte variabili che convergono in questa arena. La povertà è anche fortemente legata al genere: il 70% dei poveri nel mondo sono donne (ad esempio Lefton, 2013) e la povertà o la relativa privazione di per sé può essere una dimensione culturale all'interno delle società che sollevano vulnerabilità all'instabilità e alla violenza. In effetti, "oltre un decennio di ricerche dimostra che il progresso delle donne è fondamentale per la stabilità e per ridurre la violenza politica. I paesi in cui le donne hanno il potere sono notevolmente più sicure, indipendentemente dal fatto che la questione sia la sicurezza alimentare, la lotta all'estremismo violento o la risoluzione pacifica delle controversie con altre nazioni "(Hudson & Kay Cohen, 2016, paragrafo 8).

In effetti, c'è un crescente corpo di ricerca che identifica legami significativi tra disuguaglianza di genere e terrorismo. La maggior parte dei perpetratori di violenza – che si tratti di guerra, terrorismo, genocidio, o da qualche parte tra le linee sfocate – sono maschili. Inoltre, i valori associati all'iper-mascolinità che promuovono la violenza spesso convergono anche con gli stessi valori che minano i diritti delle donne e promuovono l'ineguaglianza tra i sessi.

Prendiamo ad esempio una valutazione internazionale che ha studiato circa 60 paesi in quasi un decennio e ha stabilito che "i risultati effettivi dell'uguaglianza di genere hanno un impatto significativo e consistente negativo sul terrorismo" (Aneela, 2015, Abstract). È interessante notare che la ricerca ha rivelato che la partecipazione delle donne alla politica, l'accesso all'istruzione superiore e all'occupazione sono politiche più efficaci che limitano la violenza e il terrorismo che il semplice sostegno culturale a tali valori.

All'indomani del genocidio del 1994, il Ruanda rappresenta un grande caso di studio su come il progresso e l'empowerment delle donne hanno contribuito a riparare in modo significativo la cultura dopo una delle peggiori atrocità storiche di sempre. Dato che la maggior parte degli autori del genocidio erano di sesso maschile, nel periodo immediatamente successivo, le carceri sovraffollate, il numero di perpetratori in fuga e una miriade di altre questioni hanno portato al progresso delle donne in ruoli significativi all'interno della società, compresa la politica. Non solo è diventato il primo paese ad avere una maggioranza femminile in parlamento nel 2008, ma le donne ruandesi hanno avuto un ruolo fondamentale nell'aiutare la loro nazione a guarire e prosperare economicamente dal genocidio (ad esempio Hunt & Heaton, 2014). In effetti, il Ruanda oggi rimane uno dei paesi più stabili ed economicamente fiorenti in Africa.

Allo stesso modo, Hudson e Kay Cohen (2016) hanno identificato il ruolo chiave svolto dalle donne nella risoluzione dei conflitti e nel consolidamento della pace. Ad esempio, identificano: "Uno studio sulla fondamentale risoluzione delle Nazioni Unite su donne, pace e sicurezza ha rilevato che gli accordi di pace erano significativamente più durevoli quando le donne prendevano parte ai negoziati" (Hudson & Kay Cohen, 2016, para 13).

Il team di transizione Trump ha recentemente chiesto al Dipartimento di Stato informazioni su programmi e lavori incentrati sull'avanzamento dell'uguaglianza di genere. Mentre la richiesta è stata interpretata come infausta da molti, e la speculazione abbondava per quanto riguarda l'intento di una tale richiesta, qui spera che ci sia almeno una persona nell'amministrazione Trump che è al corrente della ricerca e ha una mano sull'avanzamento del ruolo chiave. dell'uguaglianza di genere ha nel combattere il terrorismo e l'estremismo in tutto il mondo. Sfortunatamente – e forse catastroficamente per la nostra futura politica estera – Trump stesso non ha un record stellare riguardo al suo rapporto con le donne e promuove un particolare tipo di iper-mascolinità che generalmente denigra e oggettivizza, suggerendo che licenzierà o marginalizzerà Ruolo fondamentale L'uguaglianza di genere può giocare nella lotta alla violenza e all'estremismo.

Copyright Azadeh Aalai 2016

Solutions Collecting From Web of "Il legame tra i diritti delle donne e la sicurezza nazionale"