Il Doc 9-Man mostra l'identità maschile cinese-americana nello sport

Ursula Liang in front of Willie Wong Playground where 9-Man is played in San Francisco; (c) 2015 by Ravi Chandra
Fonte: Ursula Liang di fronte al Willie Wong Playground dove 9-Man è suonato a San Francisco; (c) 2015 di Ravi Chandra

Il documentario 9-MAN di Ursula Liang ha vinto l'ambito premio della giuria al CAAMFest 2015 di San Francisco, ed è programmato per essere trasmesso su America Reframed su PBS il 5 maggio. Dovrai controllare i tuoi elenchi locali ed essere sicuro di non perdere questo fantastico documentario che traccia lo sport poco conosciuto di 9-Man, una variante della pallavolo che è fiorita nella comunità di immigrati cinesi-americani per quasi un secolo. Il film fornisce un importante ritratto della mascolinità asiatico-americana che è in contrasto con gli stereotipi occidentali, e uno sguardo importante su come le comunità di immigrati trovano coesione. Mi sono seduto con il regista Liang durante il CAAMFest, per parlare di tutte queste domande e del suo processo di ripresa di uno sport maschile come donna. (L'intervista è stata modificata per la lunghezza e la chiarezza).

INCEPTION E ISPIRAZIONE

RC: Da quanto tempo ti ci vuole per fare questo film dall'inizio?

Liang: Abbiamo iniziato le riprese nel 2008 in un torneo di New York. 9-Man è giocato come un circuito e ogni sette anni, ritorna in una delle città partecipanti. Così, vivo a New York e quando ho capito che sarebbe tornato a New York, ho pensato che questo potesse essere il modo più semplice per iniziare le riprese. Qui ho degli amici, tutti possono entrare. Da lì, abbiamo preso un po 'di materiale per il gusto e abbiamo continuato a provare i pionieri del gioco davanti alla telecamera. In realtà ci è voluto molto tempo per far registrare i vecchi. Una volta fatto ciò, abbiamo iniziato a girare un'intera stagione. Una sorta di storia di competizione in cui abbiamo seguito le squadre che si stavano preparando per un torneo e seguite per tutta la stagione. Era il 2010.

RC: Quindi, come ti sei interessato per la prima volta a 9-Man? Era dalla partecipazione di tuo fratello?

Liang: In realtà l'ho portato nel torneo maschile. Dopo il college, sono tornato a casa e mi sono ricollegato a degli amici che giocano a pallavolo. Una volta ogni tanto, una lampadina si rovescia sulla testa delle persone e si rendono conto che in realtà sono cinese. Mia madre è tedesca e mio padre è cinese. Penso che a volte ci vuole un po 'di tempo per capire da dove vengo. Mi hanno invitato a giocare in una squadra di pallavolo cinese-americana.

RC: Hai detto di aver visto un cambiamento in tuo fratello?

Liang: Mi ha sorpreso che all'improvviso questi ragazzi fossero i suoi amici più cari e più cari. Sembrava che ci fosse qualcosa di veramente speciale in questo spazio che volevo esplorare.

RC: Questo film ha ovviamente occupato il tuo tempo. Hai lavorato a tempo pieno?

Liang: assolutamente. Ci ho lavorato a tempo pieno per un periodo piuttosto lungo, ma ho anche fatto delle pause per fare soldi per il progetto. Il processo per ottenere le sovvenzioni è davvero difficile e il loro tempo e il tempo necessario per ottenerli è davvero difficile. (Liang ha anche trovato il supporto della comunità attraverso il crowdfunding).

RC: Sembra un vero progetto di passione. Forse potresti dire un po 'di più a riguardo.

Liang: assolutamente. Devi avere la passione di essere in grado di fare qualcosa per sei o sette anni e di farlo per una piccola ricompensa finanziaria. Non lo so. È un posto eccitante per essere. Se tu fossi nei pressi di 9-Man, non puoi fare a meno di essere entusiasta di essere lì. Guardare i giochi è eccitante. Incontrare nuove persone è eccitante. Avere accesso a questo tipo di mondo insulare è eccitante. A livello personale, è stato emozionante anche per me perché mi sento ancora come se avessi una relazione tenue con questa comunità cinese-americana. Sono cresciuto in una famiglia in cui mio padre è cinese. Ha vissuto in Cina quando era un bambino piccolo. La nostra connessione a Chinatown e alla comunità cinese era molto limitata. Questo tipo di sensazione di avere un nuovo punto di accesso, anche come regista, è stata per me una grande esperienza.

SULL'ESSERE CINESE-AMERICANO, BIRACICO E DONNA FILMMAKER

RC: Sembra che abbia davvero approfondito la tua identità di persona cinese-americana.

Liang: Sì. Mi sono sempre identificato come cinese-americano anche se le persone mi guardano e non mi identificano necessariamente in quel modo. All'interno mi sento cinese e mi è permesso di entrare in quello spazio e sentire di essere accettato in quello spazio era anche una parte della gioia di fare quel film per me.

RC: Com'è stato essere una donna a fare questo? Ovviamente hai coperto gli sport (all'ESPN) ed è un campo prevalentemente dominato dagli uomini. Come una donna che copre questo sport maschile, hai incontrato delle sfide specifiche o era un vantaggio in qualche modo?

Liang: direi che era un vantaggio. Sono sicuramente abituato ad essere in giro per ragazzi. Ho segnalato negli spogliatoi. Sono stato in tutti i principali spogliatoi dell'NBA. Sono stato esposto a tutto il sudore e alla spavalderia che hanno gli sport professionistici. Mentre la gente pensa che sia uno svantaggio essere diverso dalle persone che stai coprendo, penso che perché lo sport è dominato dagli uomini e tutti gli altri nello spogliatoio sono un uomo, a volte questi stereotipi ti aiutano. Tu entri lì e loro presumono che tu sia più facile parlare. A volte gli uomini si aprono alle donne in un modo diverso e penso che potrebbe essere stato un vantaggio per me in 9-Man. Penso che sia possibile che li avrei messi in un comportamento molto più sciovinista se fossi stato un uomo a filmare questo spazio. Quando guardi il film, vedrai che c'è un sacco di cose simili. Non mancava per questo nella sala di montaggio. Parte dell'obiettivo è quello di essere lì abbastanza a lungo da far dimenticare alla gente che ci sei anche lì, in modo che la telecamera e te, la telecamera-persona scompaiano. Gli uomini, penso, hanno un'apertura verso le donne in termini di esposizione di intimità e sentimenti e cose del genere che potrebbero non essere accadute con una telecamera-persona. Non lo so.

MASCHILE 9-UOMO E ASIATICO-AMERICANO

RC: Qualcosa è cambiato o si è sviluppato per te nel tuo modo di vedere gli uomini asiatici americani mentre attraversavi questo progetto?

Liang: Penso che nel primo momento in cui ho incontrato 9-Man la mia visione degli uomini asiatici-americani sia cambiata ed è una delle cose che volevo trasmettere al pubblico. Sono cresciuto, come la maggior parte delle persone, con le immagini di uomini asiatici americani nei media che sono molto limitate. Tutti gli stereotipi e gli stereotipi evasivi che vengono mostrati in TV, il nerd, geek, asessuale tipo di uomo è ciò che vedi. Poi entri in questo spazio da 9 uomini e vedi una varietà di ragazzi. Vedi gente alta, gente bassa, gente così americana da avere accenti regionali. Vedi persone che sono sia dottori che operai. C'è una gamma di intelletti, una gamma di fenotipi, una gamma di personalità. Ragazzi divertenti, ragazzi seri. Tutte quelle cose Una sorta di ampiezza della rappresentazione è stata davvero interessante.

RC: Che tipo di takeaway per il pubblico vuoi per gli uomini cinesi-americani e la cultura cinese-americana?

Liang: Michelle Chang, l'editor, e spero che le persone possano venire con alcune cose diverse a seconda di chi sono quando si avvicinano al film. Spero che il pubblico cinese-americano, quando lo vedrà, rifletta un po 'su se stesso e veda i modi in cui identità, esclusione, inclusione stanno accadendo all'interno della propria comunità e si interrogano un po' sul fatto che alcuni queste cose sono giuste o sbagliate e perché esistono. Spero che alcuni spettatori che non hanno familiarità con la cultura cinese-americana abbiano un senso di comprensione di ciò che gli uomini asiatici-americani hanno attraversato in passato e stanno vivendo ancora oggi. Penso solo che, in generale, spero che le persone se ne vadano vedendo un uomo cinese-americano più dinamico di quello che hanno conosciuto in altre forme di media. Penso che sia una delle cose che penso che i ragazzi che fanno parte dello sport vengano a vedere il film uscirne. Dicono, "Questo è qualcosa che è davvero speciale e lo so da sempre, ma vederlo contestualizzato in questo film mi fa capire quanto sia davvero speciale." Penso che sia meraviglioso. Avevamo un bambino di 7 anni che usciva dalla nostra proiezione a Los Angeles, e disse: "Sono orgoglioso di essere cinese." Per tutte le lotte che fanno il film, questo è il tipo di premio che speri quando sei un regista.

IDENTITÀ ASIATICO-AMERICANA E CULTURA POP

RC: Ho sempre la sensazione che dobbiamo ricordare agli asiatici americani che hanno una cultura asiatico-americana perché sembra che sia così facile perdersi nella cultura pop generale e non tornare a cose come 9-Man o CAAMFest o qualunque cosa. Non è considerato essenziale per la loro identità. Non so perché, ma …

Liang: Siamo stati in particolare una comunità che ha cercato di assimilare anche lei. Il modo in cui gli asiatici-americani sono riusciti ad avere successo in questo paese è come cercare di adottare ciò che è qui e adattarsi semplicemente perché sporgersi in questo paese non è sempre utile. Mio padre è un buon esempio di ciò. I suoi genitori non gli avrebbero parlato in cinese perché volevano che imparasse l'inglese, quindi non conosceva più la lingua. Ma mio padre ha avuto molto successo e può operare molto comodamente nella cultura tradizionale. Ha preso i suoi figli, mio ​​fratello ha studiato cinese all'università e ho raggiunto di nuovo le cose cinesi-americane. Ci sono voluti i suoi figli per riportarlo in quello spazio. Ora ha circa 70 anni e penso che lo ami davvero. Sta vedendo persone che sono come lui che sono cinesi-americani e che possono capire la cultura bianca e possono anche capire un po 'di dove vengono. Questo è davvero liberatorio per lui, ma non ha avuto questo. Non ha avuto quel tipo di relazioni durante la sua vita perché la sua famiglia ha fatto un tale sforzo per lui da assimilare. Così arriva in un posto come il CAAMFest ed è pieno di gioia che ci siano persone come lui attorno a lui. Persone che hanno un po 'di entrambi i mondi e capiscono le cose con cui è cresciuto e che non sono cresciute.

RC: È quello che ho sempre voglia di venire in eventi come CAAMFest. Partecipare a un torneo di 9 uomini ti dà davvero quel senso di presenza fisica e imparzialità. Steven Gong (direttore esecutivo del Center for Asian American Media) e io abbiamo entrambi affermato che nell'ultima settimana quel CAAMFest e cose come 9-Man sono in realtà le app sociali originali … Un pensiero che ho avuto mentre guardavo il tuo film è che gli asiatici-americani sentono spesso come se stessero giocando a un uomo invece che a 9-Man. È come se fossimo da soli, siamo isolati e il tuo film mostrava un modo diverso di giocare. Come ti senti un asiatico-americano della costa orientale con la tua esperienza lì? Risuona?

Liang: Mi stavo sempre chiedendo come sarebbe andata a finire qui perché penso che l'esperienza asiatico-americana sia molto diversa in California, dove cresci come una maggioranza maggiore di te sulla costa orientale. Penso che tu abbia ragione, ed è per questo che gran parte del film si concentra sui team della East Coast. Le squadre sulla costa occidentale in realtà non sono così collegate a Chinatown e non hanno tante comunità quante sono sulla costa orientale. In un posto come Boston, ad esempio, molte delle persone che interpretano 9-Man fanno parte di questa diaspora cinese-americana in cui sono in periferia, in una comunità di uno dove sono cresciuti nei sobborghi bianchi come me. Ritornare a Chinatown ha un'importanza maggiore perché poi fanno parte di una comunità in cui non sono più da soli a scontrarsi con persone che non capiscono da dove vengono. Questo ritorno a Chinatown è molto importante per loro. Ci sono due cose speciali su 9-Man. Uno è che ha quella sensazione di riportare la gente in quello spazio fisico di Chinatown e questa comunità e questo spazio emotivo di Chinatown, ma è anche un gioco più democratico. Quindi, anche quando parli delle differenze tra 9-Man e il volley a sei, 9-Man ha più persone in campo, quindi più persone possono effettivamente giocare. In realtà non c'è rotazione. In sei persone, ruoterai intorno, il che significa che devi essere bravo in ogni posizione, il che significa che devi anche essere bravo nella posizione in cui sei vicino alla rete. Devi essere alto abbastanza per saltare sopra la rete e colpire la persona dall'altra parte della rete.

RC: Quali limiti chi può giocare.

9-MAN COME FORZA DEMOCRATICA E COESIVA

Liang: Sì. 9-Man è sempre stato molto più accogliente per diversi tipi di corpo. Quindi puoi avere ragazzi più corti ma incredibilmente veloci nel back-court perché non devono spostarsi in avanti e non essere in grado di scavalcare un altro ragazzo. Quindi hanno un set di abilità diverso che è davvero prezioso e anche importante per 9-Man. Spesso questi ragazzi veramente alti che riescono a superare la rete non sono molto coordinati e non così veloci, quindi non sarebbero molto bravi nel campo di gioco. Quindi 9-Man è un gioco più democratico e consente a tipi di atleti più diversi di giocare e vari tipi di corpo per giocare.

Penso che l'unica cosa importante da sottolineare sia che gli immigrati tendono a tenere molto strettamente le cose che hanno lasciato e la cultura che conoscono, quasi in modo innaturale. Quindi, quando la pallavolo non poteva essere stata pienamente formata in quel momento, si è sviluppata e trasformata in qualcosa che alla fine è stato cementato. Quando porti qualcosa che conosci dalla tua terra natia o se inizi a suonarlo in una Chinatown in cui sei cresciuto e diventa parte della tua identità culturale in un modo in cui ti colleghi al posto che ami e che hai lasciato. Allora a volte vuoi davvero aggrapparti e non cambiarlo. Sottolineo sempre che quello che suonano in Cina al giorno d'oggi non è esattamente ciò che stanno suonando negli Stati Uniti. Quello che noi chiamiamo 9-Man negli Stati Uniti non è quello che stanno suonando in Cina. In Cina, le regole sono diventate più simili alla pallavolo o, visto che a volte hanno nove persone per parte, stanno giocando le normali regole di pallavolo.

Essendo in Cina, non hai lo stesso sentimento di aver bisogno di mantenere questo sport speciale, si adattano e cambiano con i tempi come qualsiasi altra cultura. Ma gli immigrati negli Stati Uniti e i figli degli immigrati negli Stati Uniti stavano ancora cercando di ricordare le frasi cinesi e di trattenere il cibo cinese. O aggrappandosi strettamente a ciò che i loro padri o fratelli hanno insegnato loro. Non stanno cercando di cambiare nulla. Questo è parte di ciò che è la discussione del film. Quanto ti adatti ai tempi e cambi le cose, con il volto dell'America cinese che cambia, con i matrimoni misti e tutte queste cose. Con le comunità che si espandono. Quanto cambi per adattarti alle realtà di ciò che è il nostro mondo e quanto ti trattieni da ciò che c'era prima? Se non tieni duro, provi un po 'di senso di perdita e meno una connessione all'origine dello sport dal luogo da cui vieni.

RC: Probabilmente per la comunità di immigrati dell'Asia meridionale nella Bay Area comunque, sarebbe il cricket. Non ho mai visto un gioco, ma è molto popolare da quello che ho sentito.

Liang: Nel Queens, ho visto i pachistani giocare a cricket ed è un gruppo di giovani ragazzi. È davvero incredibile. Puoi andare avanti e giocare a baseball ma non risuona nello stesso modo. Non puoi parlare con tuo nonno di giocare a baseball, ma puoi parlare con tuo nonno di giocare a cricket. E puoi tornare a visitare i tuoi parenti in Pakistan e colpire il wicket proprio come fai in un parco giochi del Queens se torni in Pakistan.

RC: Sembra che questo sia stato un progetto davvero affascinante e positivo dall'inizio alla fine. Quindi, ancora congratulazioni, e grazie!

Liang: Grazie mille.

© 2015 Ravi Chandra, MD Tutti i diritti riservati.

Newsletter occasionale per scoprire il mio nuovo libro sulla psicologia dei social network attraverso un obiettivo buddhista, Facebuddha: Trascendence in the Age of Social Networks: www.RaviChandraMD.com
Pratica privata: www.sfpsychiatry.com
Twitter: @ going2peacehttp: //www.twitter.com/going2peace
Facebook: Sangha Francisco-The Pacific Heart http://www.facebook.com/sanghafrancisco
Per informazioni su libri e libri in corso, vedere qui https://www.psychologytoday.com/experts/ravi-chandra-md e www.RaviChandraMD.com

Still from 9-Man, used with permission
Fonte: Still from 9-Man, usato con permesso

Solutions Collecting From Web of "Il Doc 9-Man mostra l'identità maschile cinese-americana nello sport"