Il costo del college

Il dibattito lungo, controverso e spesso autointeressato sull'eventualità che l'istruzione universitaria stia diventando troppo costosa è diventato ancora più aspro dalla Grande Recessione. C'è davvero una "crisi" nei costi del college? Le colleges sono la colpa?

Il Delta Cost Project e altri studi economici informano la discussione delle cause dell'aumento dei costi del college e l'effetto degli aiuti finanziari sul "prezzo netto" che gli studenti effettivamente pagano. È un insieme di questioni complesse e controverse, ma gli economisti Robert Archibald e David Feldman (gli autori di Why Does College costano così tanto? ) Lo dicevano meglio in un post del blog "Opinionator" del New York Times :

"Molte famiglie sono davvero quotate fuori dal mercato o costrette a scegliere opzioni educative meno desiderabili … Non abbiamo dubbi che la recente recessione ha reso le spese universitarie e universitarie meno accessibili a prescindere dal modo in cui si misura l'accessibilità economica".

Quindi, smettiamo le partite di spintoni intellettuali e facciamo il giro di affari con quei fattori che possono e devono essere controllati per attenuare il tasso di crescita sia del costo che del prezzo. E smettiamo anche di scusarci per gli investimenti necessari a mantenere l'istruzione superiore uno dei "prodotti" più importanti d'America.

L'istruzione post-secondaria è ricercata in tutto il mondo perché serve gli individui e la società più grande. Possiamo discutere a lungo e duramente del "ritorno sull'investimento", calcolato come reddito personale incrementale, rispetto al prezzo netto di un diploma di maturità o di livello avanzato, ma in una recente indagine dell'American Council on Education, oltre l'89% dei giovani alunni riferito che la loro esperienza universitaria era valsa la pena, e l'85 per cento ha riferito che la loro istruzione li aveva preparati, almeno in modo adeguato, per il loro lavoro. La crescente enfasi sull'istruzione superiore in Cina, India e altre economie emergenti testimonia l'accordo quasi universale secondo cui il successo in questo mondo, per non parlare della competitività nazionale, richiede più, non meno, un'istruzione superiore. Pertanto, noi come Paese abbiamo bisogno di espandere, non contrattare, la disponibilità dell'istruzione superiore e aumentare gli investimenti pubblici nei college e nelle università.

Oltre alle tradizionali missioni di insegnamento, ricerca e impegno pubblico, l'istruzione superiore è un importante datore di lavoro in tutti gli Stati Uniti. Nessun proiettile magico sostituirà la natura intensiva del servizio umano dell'istruzione superiore moderna e i relativi costi associati. La tecnologia dell'informazione, ad esempio, può estendere la portata dell'istruzione superiore e aumentare enormemente l'efficienza nel fornire determinati tipi di materiale, in particolare a livello di rimedio e di introduzione. Ma è improbabile che mai soppiantare i nostri campus universitari e universitari, specialmente quelli in cui viene condotta la ricerca. La tecnologia è solo una parte della risposta a problemi di costi, accessibilità e accessibilità.

Né dovremmo biasimare i fondi spesi per certe attività "non accademiche". Certo, per usare un eufemismo, la comunità dell'istruzione superiore non è un esempio di efficienza e costo-efficacia (di più su quello sotto). Ma la maggior parte delle attività non legate alla facoltà non sono "amministrative". Ci sono molte prove, ad esempio, che i servizi di supporto agli studenti come la consulenza migliorano la persistenza e i tassi di laurea e sono fondamentali per la salute e il benessere degli studenti.

E dobbiamo capire che mentre gli stati continuano a ridurre i loro investimenti relativi nell'istruzione superiore, tra l'anno fiscale 2001 e l'anno fiscale 2009, l'appropriazione statale media aggiustata per l'inflazione per studente FTE è scesa di oltre $ 1.000, o il 13% continuerà a salire. È semplice economia, e nessuna quantità di desiderio o prurito cambierà quella relazione inversa. Ma il tasso di crescita dipenderà dall'equilibrio tra le entrate totali disponibili per ciascun collegio e la sua struttura dei costi.

Quindi cosa si può fare per controllare i costi del college? La recessione che stiamo vivendo non è un normale "blip" ciclico su una curva di guadagno sempre in crescita. È diverso da qualsiasi cosa che la maggior parte di noi abbia mai sperimentato e sarà con noi per qualche tempo. Di conseguenza, noi dell'istruzione superiore dobbiamo apportare alcuni cambiamenti fondamentali nel modo in cui facciamo affari. Siamo abituati a bilanciare i nostri bilanci quasi completamente sul lato delle entrate. Come altri stabilimenti, utilizziamo tutte le entrate ragionevolmente a nostra disposizione: tasse scolastiche, stanziamenti statali, stanziamenti federali, sovvenzioni, donazioni e, in una proporzione relativamente piccola di istituzioni, reddito di dotazione. La maggior parte delle istituzioni destinano parte di queste entrate, comprese le tasse scolastiche, per gestire il "prezzo netto" di frequenza per i singoli studenti, il factoring delle risorse finanziarie della famiglia e l'attrattiva dello studente dal punto di vista dell'istituto.

Ma il tasso di tasse scolastiche è insostenibile. Attenuare questo tasso di aumento può essere raggiunto solo attraverso il contenimento dei costi. È così semplice e complesso. Data l'attuale pressione finanziaria, ci vorrà del tempo. Sono necessarie tre serie di attività, e faremmo meglio a conoscerle:

1. Nessun campus può essere tutto per tutte le persone. Ora è il momento di decidere, campus per campus, cosa possiamo fare meglio e aspirare a migliorare la qualità in quei campi. E le altre discipline che sappiamo essere meno sviluppate nel campus A? Lasciali al campus B, attraverso la città o attraverso lo stato. Meglio, favorire la comunicazione tra le facoltà di A e B per realizzare economie di scala nel fornire istruzioni in settori meno popolari, ottimizzare il coordinamento e ridurre la concorrenza. Questa è un'area in cui la tecnologia dell'informazione può essere estremamente utile. Bottom line: messa a fuoco e connettività.

2. Non possiamo più evitare revisioni vere, dure e approfondite della produttività e della qualità della facoltà, anche dopo che il mandato è stato concesso. Le nostre università variano ampiamente sulla presenza e l'efficacia delle revisioni della qualità e della produttività della facoltà e delle valutazioni post-possesso. Nessuna entità esterna eseguirà mai questa funzione e dovremmo essere in grado di farlo all'interno dell'Accademia. È probabile che una più rigorosa responsabilità delle facoltà, condotta da colleghi e colleghi, comporterà una riduzione dei costi dell'istruzione e dell'infrastruttura di ricerca. Bottom line: responsabilità.

3. Le attività "amministrative" sono essenziali per il successo dell'istruzione superiore così come lo sono per qualsiasi impresa di qualsiasi tipo. Ma la disciplina e le competenze necessarie per contenere i costi di tali attività sono spesso carenti nelle nostre università. Possono essere d'aiuto metodi di approvvigionamento più uniformi e gestiti, meno strati di burocrazia e ampi spazi di controllo per coloro che occupano posizioni amministrative, così come un ripensamento dei nostri paradigmi di supporto nei servizi di tecnologia dell'informazione, finanza e strutture. Alcune università hanno scoperto che la riduzione dei costi di supporto consente una maggiore attenzione alle aspirazioni più importanti dell'istituzione. A Cornell, abbiamo riconosciuto all'inizio della recessione che ci mancavano le competenze dettagliate per identificare tutte le potenziali aree per i risparmi sui costi e per progettare i rimedi, quindi abbiamo creato una società di consulenza che ci assista, guidi e ci adori. Non tutte le scuole possono permettersi di ingaggiare una società di consulenza, ma tutte possono trovare modi per spendere meno in funzioni amministrative. Bottom line: razionalizzazione amministrativa.

Data la nostra incerta economia, invito i miei colleghi dell'istruzione superiore a ridurre il tasso di crescita dei nostri costi operativi attraverso l'attenzione, la connettività, la responsabilità e la razionalizzazione amministrativa. Seguiranno miglioramenti ai prezzi e all'accessibilità dell'istruzione superiore.

Copyright David Skorton 2012.

Solutions Collecting From Web of "Il costo del college"