Il Congresso è l'ultima goccia: insegniamo ai nostri figli ad essere scortesi

Negli ultimi anni c'è stata una scivolosa inclinazione verso la maleducazione. Ricorda quando una sfida a una figura di autorità è stata fatta educatamente ("Non penso di essere in eccesso, ufficiale") e quando i forum pubblici si aspettavano un decoro? Poi abbiamo iniziato a parlare di genitori che urlavano o addirittura picchiavano arbitri ai giochi della Little League. Ha fatto notizia. Abbiamo avuto riunioni del consiglio comunale con urlando e chiamando il nome, e gli oratori sono stati interrogati nei college. In qualche modo, questi incidenti sembravano meno, e l'idea che il rispetto fosse richiesto continuava a prevalere. Ecco perché di solito c'è un tale clamore, multe ed eiezione di figure sportive che si comportano male nei confronti di allenatori e arbitri. Dovrebbero essere modelli di comportamento sportivo, comportarsi in modo appropriato a prescindere da come si sentono. Serena Williams è stata espulsa dalla finale degli US Open per aver usato un linguaggio minaccioso nei confronti di un giudice di linea.

L'eccezione sta diventando la norma. Chiamare, essere scortesi e aggressivi nei forum pubblici non è più una novità.

Immagino che tu pensi: "Che cosa ha a che fare con me?" La mia risposta: molto. I nostri bambini stanno imparando nuovi limiti accettabili di comportamento. Parla con molti insegnanti e sentirai come i bambini maleducati sono sostenuti, non disciplinati, da genitori ugualmente maleducati. In una città, i genitori hanno protestato nei ristoranti che hanno osato stabilire regole per il comportamento dei bambini. A casa, ci aspettiamo ancora che i nostri figli rispettino le nostre regole, anche se a loro non piacciono. La perdita del rispetto per l'autorità è come il dentifricio fuori da un tubo. Non puoi rimetterlo. I nostri figli fanno ciò che facciamo e ciò che vedono. Conosco un bambino che ha minacciato di chiamare il Dipartimento dei servizi per la gioventù e che ha intentato causa quando i suoi genitori lo hanno disciplinato.

Il congresso è l'ultima goccia. Non riesco a immaginare un'ambientazione con una maggiore richiesta di comportamento che osservi il nostro diritto a non essere d'accordo mantenendo nel contempo il rispetto per quel diritto e l'altro. Quando i nostri leader civici di ogni banda mostrano il loro nome chiamando all'interno della camera, quando il dibattito politico a quel livello non può più essere civile, abbiamo raggiunto un nuovo minimo. Quando il presidente Bush è stato interrogato e oggetto di comportamento minaccioso durante una conferenza stampa in Iraq, siamo stati offesi come nazione, anche quelli che si sono opposti alla sua politica. Eppure oggi stiamo assistendo regolarmente a questo tipo di comportamento tra i nostri funzionari eletti.

Non fare nulla sta facendo qualcosa in questo caso. Se non parliamo apertamente e in modo deciso contro un comportamento così rude, irrispettoso e inappropriato in pubblico, sia in una partita della Little League che al Congresso, stiamo insegnando ai nostri figli che la maleducazione e la recitazione sono modi accettabili di disaccordo. Dobbiamo considerare queste situazioni come esempi di cosa NON fare. Incolpiamo la TV, i videogiochi e tutti gli altri per una diminuzione della civiltà e un aumento dell'aggressività nei confronti del comportamento dei bambini nei confronti dell'autorità. Abbiamo guardato anche noi stessi?

Solutions Collecting From Web of "Il Congresso è l'ultima goccia: insegniamo ai nostri figli ad essere scortesi"