Il clima più caldo ti rende davvero più felice?

BlueSkyImage/Shutterstock
Fonte: BlueSkyImage / Shutterstock

Ora che aprile è qui, la stagione del baseball è tornata e la primavera inizia a prendere piede. Le persone sono eccitate che un tempo migliore le aiuterà a scuotere la stasi invernale ea "migliorare il loro stato d'animo".

Ma mentre molte persone esprimono questi sentimenti, solleva la questione se i dati supportino tali ipotesi. I nostri stati d'animo e le nostre autovalutazioni migliorano davvero con l'arrivo della primavera e dell'estate?

Questa domanda è complessa e sfugge a una semplice risposta sì o no. Ad esempio, è chiaro che il tempo influenza fortemente le persone che soffrono di disturbi affettivi stagionali (SAD). Spesso in inverno sperimentano un affetto depresso che si attenua con l'arrivo della primavera, principalmente a causa dell'aumento della luce diurna (Oren et al., 1994). Quindi per le persone che soffrono di SAD, sì, un clima migliore è davvero una benedizione.

Tuttavia, quando si parla di altre persone, la letteratura scientifica ha scoperto che il legame tra clima e clima è piccolo e talvolta sorprendente (ad esempio, Keller et al., 2005). Ad esempio, Deniseen et al. (2008) hanno studiato più di 1600 persone, esaminando rapporti giornalieri sul loro benessere insieme alle condizioni locali della stazione meteorologica (ad es. Temperatura, luce solare, condizioni del vento). I risultati sono stati interessanti in quanto nessuna delle misurazioni meteorologiche ha previsto in modo significativo un effetto positivo (ad esempio, sentirsi entusiasti, ispirati, determinati). C'era, tuttavia, la prova che gli affetti negativi (ad esempio, sentirsi nervosi, angosciati, irritabili) aumentavano con temperature più calde e non più fredde, e diminuivano con più luce solare e meno vento. Nel complesso, gli effetti sono stati piccoli e le scoperte osservate hanno indicato che sebbene il tempo non fosse correlato agli effetti positivi delle persone, le temperature più calde hanno effettivamente aumentato i sentimenti negativi delle persone, anche se più luce solare, come ci si aspetterebbe, aveva un effetto più desiderabile, ma ancora una volta, gli effetti erano di dimensioni modeste.

Tuttavia, è probabile che un tempo migliore ci fornisca altri benefici indiretti. Ad esempio, il clima più bello spesso consente alle persone di uscire dall'esercizio e di comunicare più con la natura. Il fatto che i residenti delle aree urbane trascorrano 90 minuti a piedi attraverso un parco fa sì che la gente mostri meno pensieri ruminanti e mostri un'attività cerebrale più sana (Bratman et al., 2015). Allo stesso modo, la ricerca ha dimostrato che gli escursionisti mostrano il 50% di aumento della creatività dopo pochi giorni di escursioni mentre sono disconnessi dalla tecnologia (Atchley et al., 2012). Quindi, anche se il tempo stesso non produce significativi benefici diretti per gli individui, uscire da un clima più bello può migliorare la nostra salute e le prestazioni mentali attraverso una maggiore connessione con la natura e un maggiore esercizio.

Che mi dici dell'amore estivo?

Il tempo migliore porta all'iniziazione di nuove relazioni romantiche? C'è la convinzione che la primavera e l'estate siano le stagioni dell'amore, mentre l'autunno è quando le canzoni di separazione deprimono la loro popolarità. È interessante notare che Facebook può fornire alcune informazioni su questo problema in quanto il sito web tiene traccia dei cambiamenti nello stato delle relazioni in tutto il calendario (anche se una misura imperfetta di avvio e dissoluzione della relazione romantica). Alcune tendenze interessanti sono emerse in uno studio condotto dagli utenti negli Stati Uniti da ricercatori di Facebook nel 2012: più dissoluzioni delle relazioni si sono verificate durante l'estate-giugno è stato il mese peggiore per le relazioni degli utenti di Facebook, indipendentemente dall'età dell'utente, mentre i giorni più " nuove relazioni "si sono verificate a febbraio, subito dopo San Valentino. In breve, se Facebook è un barometro delle relazioni, il tempo estivo porta alla scomparsa delle relazioni, non alla loro prosperità. Forse la dissoluzione di alcune relazioni è motivo di gioia, ma solo un vero cinico potrebbe concludere che le rotture, in media, portano alle persone una maggiore felicità.

L'estate è la prima serata per il crimine

Un'ultima nota sull'ora legale: oltre ad essere un tempo potenzialmente negativo per mantenere una relazione romantica, tende anche ad essere un periodo in cui si verifica un comportamento più antisociale . In uno studio classico di Anderson and Anderson (1984) che esaminava i dati sul crimine a Houston, il numero di reati aggressivi (ad esempio, omicidio, stupro) salì mentre la temperatura aumentava. Dati simili sono emersi dall'esame di oltre 5 milioni di segnalazioni di reato pubblicamente disponibili a Chicago dal 2001 (van Zanten, 2016). Questi dati mostrano che per crimini violenti come assalto, rapina, violenza sessuale e batteria, c'è una forte tendenza lineare di più di questi crimini che si verificano quando la temperatura aumenta dal freddo (20 ° F) al caldo (90 ° F).

Chiaramente, tali scoperte di crimini meteorologici hanno spiegazioni alternative (ad esempio, il clima caldo può semplicemente aumentare la quantità di contatto che le persone hanno con gli altri che è necessario per l'attività criminale da persona a persona piuttosto che le temperature più calde che causano direttamente comportamenti antisociali). Tuttavia, ricerche di laboratorio controllate hanno ripetutamente dimostrato che le temperature calde aumentano i pensieri e le sensazioni ostili che innescano azioni aggressive (Anderson et al., 1995).

Allen R. McConnell
Fonte: Allen R. McConnell

Sommario

Nel complesso, è interessante notare che, sebbene le persone credano istintivamente che un clima migliore porti a stati d'animo migliori, l'evidenza di questa ipotesi è debole. In generale, gli effetti del "tempo migliore" sui sentimenti delle persone sono modesti, incoerenti e talvolta in contrasto con le aspettative comuni. Inoltre, il clima caldo sembra associato a rotture e comportamenti antisociali. Tuttavia, ci possono essere benefici, non solo direttamente per le persone che soffrono di SAD, ma attraverso effetti indiretti quando le persone escono in natura ed esercitano di più. Come con molte ipotesi nella vita, le presunte relazioni causa-effetto possono essere sbagliate. Spesso, la chiave per sperimentare i benefici dipende da ciò che le persone fanno con le loro opportunità piuttosto che se li hanno semplicemente in primo luogo.

Riferimenti

Anderson, CA e Anderson, DC (1984). Temperatura ambiente e crimine violento: test di ipotesi lineari e curvilinee. Journal of Personality and Social Psychology, 46, 91-97.

Anderson, CA, Deuser, WE, & DeNeve, KM (1995). Temperature calde, affetto ostile, cognizione ostile ed eccitazione: test di un modello generale di aggressione affettiva. Bollettino di personalità e psicologia sociale, 21, 434-448.

Atchley, RA, Strayer, DL, & Atchley, P. (2012). Creatività in natura: miglioramento del ragionamento creativo attraverso l'immersione in impostazioni naturali. PLoS ONE 7 (12): e51474.

Bratman, GN, Hamilton, JP, Hahn, KS, Quotidiano, GC e Gross, JJ (2015). L'esperienza della natura riduce la ruminazione e l'attivazione della corteccia prefrontale subgenuale. Atti della National Academy of Sciences, 112, 8567-8572.

Denissen, JJA, Butalid, L., Penke, L., e van Aken, MAG (2008). Gli effetti del tempo sull'umore quotidiano: un approccio multilivello. Emozione, 8, 662-667.

Facebook (21 marzo 2012). Il momento giusto per l'amore: tracciare la stagionalità della formazione del rapporto. Estratto da https://www.facebook.com/notes/facebook-data-science/the-right-time-for-….

Keller, MC, et al. (2005). Un cuore caldo e una testa chiara: gli effetti contingenti del tempo su umore e cognizione. Scienze psicologiche, 16, 724-731.

Oren, D., Moul, D., Schawartz, P., Brown, C., Yamada, E., e Rosenthal, N. (1994). Esposizione alla luce ambientale in pazienti con disturbo affettivo stagionale invernale. American Journal of Psychiatry, 151, 591-593.

van Zanten, E. (3 aprile 2016). Crimine di Chicago contro il tempo. Estratto da http://crime.static-eric.com/.

Solutions Collecting From Web of "Il clima più caldo ti rende davvero più felice?"