Il cibo non è male!

Quando stai cercando di capire la causa di un disturbo alimentare, dovresti guardare oltre il cibo per una spiegazione. Il cibo è una fonte naturale di sostentamento, nutrizione, energia e piacere.

Per tutto il bene per cui è usato, è spesso abusato per controllare le proprie insicurezze. Come con molte cose che vengono abusate, seguono cose cattive. Per il cibo, è un disturbo alimentare.

Quindi, comprendiamolo chiaramente: il cibo non è la "causa" di un disturbo alimentare. Non possiede poteri malvagi. È "l'abuso di cibo" che include, abbuffate, purghe ed evitamento che causano un disturbo alimentare. Le cause alla base di un disturbo alimentare; tuttavia, sono ancora sconosciuti. Il massimo che gli studi scientifici possono sostenere è che può essere radicato da una combinazione di fattori, che di solito include una malattia mentale.

Molti dei pazienti trattati con un disturbo alimentare quasi sempre sopportano una malattia mentale. Dopo diverse sessioni, diventa evidente che la malattia mentale, come la depressione, è la malattia dominante – non il contrario. Nel sopprimere i sintomi della malattia mentale, il cibo, o la mancanza di, diventa il caveat. Serve come una forma di farmaco per ottenere il controllo o evitare la perdita di esso.

Quindi, chi ha il controllo? Bene, non è certamente la persona con il disturbo alimentare! Il cibo non può possedere poteri malvagi, ma l'abuso di esso può avere poteri di dipendenza. Dopo aver abusato del cibo per un periodo di tempo, può seguire un'ossessione per il cibo e l'obbligo di continuare i comportamenti abusivi. Questi comportamenti si trasformano in una dipendenza che, sfortunatamente, esaspera le insicurezze che una volta erano falsamente controllate. E, senza un adeguato intervento, le ramificazioni possono essere abbastanza serie.

Il lato positivo di questo è un disturbo alimentare è una malattia trattabile. Attraverso una terapia / terapia specializzata e una consulenza nutrizionale, è possibile superare i sintomi di una malattia mentale e riabbracciare una relazione sana con il cibo. Inoltre, è possibile affrontare le pressioni sociali e culturali, lo stress professionale, le aspettative della famiglia, il perfezionismo e altre influenze che portano molte persone a un disturbo alimentare. Ancora più importante, riformulare la percezione del cibo dal male al bene potrebbe fare miracoli terapeutici!

Dal Dr. Marlo R. Tait, PhD, LMHC, Clinical Child, Matrimonio e Terapeuta familiare. La dottoressa Tait è specializzata nel trattamento dei disturbi alimentari. È la fondatrice e direttrice di Arising Above Learning & Counseling Services. Può essere contattata via email all'indirizzo Drtait07@bellsouth.net. Visita il sito Web all'indirizzo www.ArisingAbove.com