Il caso per il matrimonio è un vero peccato

È così incoraggiante vedere qualcuno ammettere che molte persone non vogliono essere sposate e che il matrimonio non è per tutti, e persino indicare i dati per sottolineare tali affermazioni. Quindi grazie, Aaron Ben-Zeev, per averlo fatto. Ma oh, mi hai spezzato il cuore con quel paragrafo iniziale, evidenziato nella casella "Letture essenziali", che ripete la saggezza convenzionale su come il matrimonio conferisce grandi benefici. Quella presunta saggezza è infondata e imprudente.

L'affermazione che mi dà fastidio è questa: "Alcuni studi indicano che le persone sposate vivono più a lungo, godono di una salute migliore, guadagnano più denaro, accumulano più ricchezza, si sentono più felici, godono di relazioni sessuali più soddisfacenti e hanno figli più felici e di successo di quelli che rimanere single, convivere o divorziare (vedi qui). "Il mito che viene propagandato qui è che se ti sposi, godrai anche di tutti questi benefici.

I. Ecco cosa è vero: sposarsi migliora la tua linea di fondo finanziaria – se non diventi divorziato – ma non è perché i coniugi "guadagnano" i loro vantaggi economici

In primo luogo, la parte è vera: se ti sposi, probabilmente finirai meglio economicamente, a meno che non diventi divorziato, nel qual caso finirai peggio di se non ti fossi mai sposato in primo luogo. (Questo è particolarmente vero per le donne). Non è tanto che "guadagni" di più quando ti sposi, in quanto sei pagato più dei tuoi singoli colleghi, anche quando sono allo stesso livello di anzianità e risultati. (Questo è vero per gli uomini). Questo non è "guadagnare": questa è la discriminazione dello stato civile, una delle componenti del singlismo. Inoltre, sia per gli uomini che per le donne, sposarsi sblocca un tesoro di benefici e benefici federali, come l'accesso all'assicurazione sanitaria sotto il piano del coniuge, l'accesso ai sussidi di sicurezza sociale e tutto il resto negato ai non sposati (aggiungendo in tal modo all'intensità degli sforzi per difendere il matrimonio omosessuale).

Ho scritto su questi temi nel capitolo 12 di Singled Out, così come in questi post precedenti a questo blog Living Single:

• L'economia: la vulnerabilità di una singola persona è reale
• La richiesta di promozione del matrimonio che è giusta – per tutte le ragioni sbagliate

II. Ecco cosa è esagerato, errato, travisato o semplicemente sbagliato: se ti sposerai, sarai più felice, più sano, vivrai più a lungo e avrai più figli di successo.

Quel piccolo commento genetico alla fine della dichiarazione che sto interrogando – cioè "(vedi qui)" – dice tutto. Il "qui" a cui fa riferimento Ben-Zeev, così come troppi altri (compresi, più tragicamente, altri accademici che dovrebbero conoscere meglio), è un libro di Waite e Gallagher intitolato The Case for Marriage. (Maggie Gallagher è stata pagata soldi federali sotto l'amministrazione di George W. Bush per contribuire a promuovere l'iniziativa di matrimonio del presidente, mentre scriveva polemiche filo-matrimoniali come giornalista sindacato e non rivelando il conflitto).

Nel fare la ricerca per il mio libro, Singled Out: come i singoli sono stereotipati, stigmatizzati e ignorati, e vivono ancora felici e contenti, ho letto molto attentamente il caso del matrimonio . Non ho solo preso la parola degli autori per quello che gli studi citati presumibilmente hanno detto; Sono andato agli studi originali nelle riviste professionali e li ho letti attentamente.

Ero sbalordito e sconvolto dalle esagerazioni e dai travisamenti nel libro di Waite e Gallagher. Nel capitolo 2 di Singled Out, "La scienza e la singola persona", spiego cosa mostrano realmente gli studi, e richiama Waite e Gallagher sulle loro false dichiarazioni. Ho continuato con le affermazioni sul matrimonio e gli studi pertinenti pubblicati da Singled Out in Single with Attitude e su questo blog Living Single.

Quindi è vero, come Ben-Zeev afferma (citando Waite e Gallagher) che "il matrimonio offre grandi benefici"? Ecco cosa mostra realmente la ricerca:

1.
Gran parte della ricerca citata da Waite e Gallagher deriva da studi basati su confronti di persone attualmente sposate con altre persone in un determinato momento. Quindi, potrebbero sostenere che le persone attualmente sposate sono migliori in un modo o nell'altro (o, secondo loro, in quasi tutti i modi) rispetto alle persone divorziate, vedove o che sono sempre state single. Ma le persone che sono attualmente sposate sono meno del 60% di tutte le persone che si sono mai sposate. Quindi, ciò che questi studi dimostrano è che le persone che si sposano e rimangono sposate (e talvolta, di quelli, solo quelli che sono felici nei loro matrimoni) differiscono dagli altri. Ma questo non significa che se ti sposerai, starai meglio anche tu, perché potresti essere tra gli oltre il 40% che si sposano e poi divorziano. O potresti diventare vedova. Una volta che sei sposato in precedenza, è probabile che la tua salute, la felicità e così via possano scendere al di sotto di qualsiasi livello sperimentato da persone che rimangono single.

La vera differenza di felicità, salute, ecc., Non è tra coloro che sono attualmente sposati e quelli che sono sempre stati single, ma tra quelli attualmente sposati e quelli precedentemente sposati. Ciò che è pericoloso non è restare single, ma essere stati precedentemente sposati. (Anche per i divorziati e vedovi, il loro benessere spesso migliora man mano che la fine del matrimonio sfuma nel passato.) In un certo senso, è straordinario che le persone che sono sempre state single spesso somigliano così tanto al gruppo di persone sposate Concentrarsi sul gruppo attualmente sposato e usare la propria salute o la propria felicità come un modo per argomentare i vantaggi di sposarsi è una strategia da imbroglione. Stai mettendo da parte le persone che si sono sposate, odiato e divorziato. Il gruppo sempre singolo, al contrario, include tutti coloro che sono single, che lo vogliano o no. Eppure, quell'approccio che favorisce in modo così esplicito e non scientifico le persone sposate, non sembra ancora che le persone sposate siano così diverse dalle persone che rimangono single.

2.
Ben-Zeev aveva ragione nel descrivere l'approccio scientifico molto migliore per comprendere le implicazioni del matrimonio – la ricerca longitudinale. Nota correttamente che nello studio che sta descrivendo (da Lucas e colleghi, anch'essi recensiti in dettaglio nel capitolo 2 di Singled Out), "le persone che si sposano e rimangono sposate … ricevono solo una piccola spinta dal matrimonio; la maggior parte delle persone non è più soddisfatta dopo il matrimonio di quanto non fosse prima. "Anche quella piccola spinta iniziale è fugace.

Notate ancora, però, di chi stiamo parlando: le persone che hanno avuto quel piccolo aumento iniziale di felicità (per quanto fugaci) non includevano TUTTE le persone che si sono sposate, ma solo coloro che si sono sposati e si sono sposati durante il corso di lo studio. Le persone che si sono sposate e poi divorziate stavano già diventando un po 'meno felici, non più felici, mentre il giorno del loro matrimonio si avvicinava.

Ben-Zeev sottolinea correttamente che le persone che si sono sposate hanno iniziato un po 'più felici di quelle che non lo hanno fatto – quindi qualsiasi successiva differenza di felicità tra loro e le persone che rimangono single non può essere attribuita completamente all'atto di sposarsi – erano già più felice per cominciare. (I single sono ancora molto chiaramente sul lieto fine della scala – come in ogni studio che abbia mai esaminato.) Ma non segue necessariamente, come suggerisce Ben-Zeev, che il matrimonio è un modo adatto per mantenere la felicità per quelli che sono più felici e non adatti a coloro che sono meno felici. L'unico modo in cui possiamo sapere con certezza se sposarci ha implicazioni diverse per le persone che si differenziano per la felicità è separare le persone in un gruppo più felice e meno felice, e assegnare casualmente metà delle persone in ciascuna per sposarsi e gli altri a rimanere single. Questo studio non può mai essere fatto.

3.
Ho scritto molte volte in passato sulle implicazioni della genitorialità single per i risultati dei bambini. Ancora una volta, la linea di fondo è che le differenze rivendicate (tra figli di genitori single e genitori sposati) sono spesso esagerate, travisate o semplicemente false. Consulta il capitolo 9 di Singled Out, la sezione "Amore, sesso e famiglia" di Single with Attitude e questi post su questo blog Living Single:

• Prende una singola persona per creare un villaggio
• Figli di madri single: come si comportano davvero?
• La storia di copertina ingannevole del tempo sul matrimonio

III. Le persone sposate hanno più e migliori rapporti sessuali rispetto ai single?

Sto postando una sezione di Singled Out, "Sposarsi e fare sesso", su questo blog in modo da poter vedere un esempio di come esattamente Waite e Gallagher travisano alcuni studi che sono stati condotti con attenzione, e che hanno smussato il loro lavoro con le affermazioni di gruppi di difesa del matrimonio. Ad esempio, la dichiarazione secondo cui le persone sposate con una visione più tradizionale del sesso al di fuori del matrimonio hanno maggiori probabilità di essere sessualmente soddisfatte si basa sulla "ricerca" del Family Research Council, auto-descritto come "un'organizzazione dedicata alla promozione del matrimonio. "(Pensa a Tony Perkins. È più vicino a Focus on the Family che al Journal of Marriage and Family.)

IV. Qualcos'altro che mi piace del post di Ben-Zeev

Nel penultimo paragrafo del suo post, Ben-Zeev sottolinea che il matrimonio non è più la porta che un tempo era il sesso, l'educazione dei figli o la sicurezza finanziaria. Con tutte queste grandi cose spesso disponibili al di fuori del matrimonio, è probabile che il destino del matrimonio si verifichi sia che soddisfi le funzioni emotive. Questo, credo, è il motivo per cui attualmente esiste tanta matrimania (l'esagerazione esagerata del matrimonio e dei matrimoni). Non puoi più persuadere le persone che hanno bisogno di sposarsi per avere rapporti sessuali, figli, una casa o soldi. Quindi devi persuaderli che solo se sposano possono mai conoscere la vera felicità, o sperimentare una vita completa e significativa. Questo è uno dei motivi per cui così tante pubblicità propongono spose felici e temi di nozze esuberanti, perché ci sono così tanti manuali di esche artificiali sul mercato, e perché così tanti show televisivi contemporanei si accumulano in un episodio di matrimonio, ma Mary Tyler Moore no . La matrimania non è un sintomo di quanto siamo sicuri riguardo al luogo del matrimonio nelle nostre vite, ma quanto insicuro. Il caso del matrimonio è crollato.

Solutions Collecting From Web of "Il caso per il matrimonio è un vero peccato"