Il caos di Neal Barnard

"C'è un tempo più vicino alla fine;

I colori sono tutti troppo lenti per sbiadire;

Eppure ti terrò forte nel mio cuore;

Nessuno ti porterà mai via;

Da "Louder Than Words" di CarbonWorks

Neal Barnard non è mai stato uno ad accettare lo status quo.

Da bambino cresciuto nel Nord Dakota, Barnard ha imparato a suonare musica classica al pianoforte e al violoncello.

Poi ha sentito i Beatles.

 Tim Barker
Fonte: credito fotografico: Tim Barker

"I Beatles erano ribelli. I nostri genitori li odiavano. E mia madre diceva: "Posso vedere che sono buoni scrittori ma urlano tutto il tempo", ha spiegato Barnard. "Era un momento di un cambiamento sociale così monumentale. E la musica era un modo per una generazione di ribellarsi ai valori di un'altra generazione. Avvolto in esso c'erano molte cose tra cui i diritti civili e il movimento contro la guerra ".

"All'improvviso il mio mondo in bianco e nero si è trasformato in colore."

Ma presto anche i Beatles sembravano un vecchio cappello per Barnard. "Nel giro di un paio d'anni ho visto i Beatles troppo addomesticati. E volevo qualcosa che fosse più vigoroso e più eccitante ", ha ricordato Barnard. "E così ho ascoltato Jack Bruce e Ginger Baker e Eric Clapton in Cream e Hendrix. E ho pensato, ho capito – andiamo oltre. John McLaughlin ha avuto una grande influenza su di me.

"Puoi sempre cercare qualcosa di nuovo, fresco, eccitante e divertente".

Alla fine, Barnard iniziò a suonare nelle sue band, e nei primi anni '80 trovò la sua strada nella scena musicale di Washington DC. Questo era in un momento in cui diverse band di Washington DC come Bad Brains, Minor Threat e Urban Verbs stavano prendendo il punk rock in ogni sorta di nuove ed eccitanti direzioni.

La band di Barnard Pop Maru si integra perfettamente con la scena innovativa, mescolando sensibilità post-punk, no wave e avant garde jazz in un mix eclettico. "La nostra era sulla linea tra New Wave e il punk. L'ho pensato come una nuova ondata industriale. Stavo pensando a Talking Heads, Lori Anderson e Lou Reed ", ha detto.

In effetti, Pop Maru era così innovativo che, secondo Barnard, persino la loro casa discografica, la Wasp Records, non sapeva come descriverli. "Quando è uscito il nostro disco, la casa discografica ha diffuso un comunicato stampa che diceva:" Ci rendiamo conto che Pop Maru è un atto difficile e alquanto inaccessibile per alcune stazioni di programmare in modo estensivo; lo rende una presentazione difficile per noi … '"

"A cui ho pensato, bene, questo è davvero il tuo miglior passo avanti, non è vero?"

Alla fine Barnard suonò nella band Verdun, dove trovò un nuovo modo per rendere la sua musica più creativa – includeva cantanti che parlavano lingue diverse come vietnamita e francese. "La gente diceva: 'Che cosa sei? Sei un gruppo rock? Sei una jazz band? Sei un gruppo musicale mondiale? ' Non siamo entrati in nessun deposito nel negozio di dischi. "

Alla critica non dispiaceva e apprezzarono lo stile sperimentale di Barnard

L'album omonimo di Verdun. Ad esempio, Verdun è stato descritto da Portfolio Weekly come "… uno dei dischi più innovativi e intriganti che abbia mai ascoltato." Concordo con NewAgeReporter.com , dicendo che "Verdun è uno di quei rari dischi indefinibili … un disco coeso e straordinariamente bello “.

Quindi, a parità di condizioni, la carriera musicale di Barnard era in pieno svolgimento.

Tranne una cosa: Barnard non era un aspirante musicista professionista, era un dottore. E non era necessariamente desideroso di integrare i suoi due mondi.

"Se sei un musicista, non aiuterà molto la tua carriera medica. Ma è anche peggio nell'altro senso ", ha descritto Barnard. "C'era un dentista che suonava jazz. E ho pensato, mio ​​Dio, uccidimi. Che modo di comunicare alle persone con cui hai musica non vale la pena ascoltarlo. Mi sono reso conto che avrei avuto molta più credibilità come musicista se fossi appena uscito di prigione, con un tatuaggio sul volto, fosse entrato e uscito dalla riabilitazione e avessi aggredito alcune persone ".

Eppure, nonostante le sue migliori intenzioni, i suoi mondi si sono scontrati. Barnard descrive un incidente in cui un paziente è arrivato mentre Pop Maru si stava preparando a suonare uno spettacolo al club delle 9:30 di Washington DC.

"All'epoca lavoravo nel reparto psichiatrico del GW Hospital. Un paziente ha avuto un grave disturbo alimentare. Le è stato permesso di andare a casa il fine settimana, ma sarebbe dovuta rientrare lunedì mattina. Quindi, un sabato sera, ero nello spogliatoio del Club delle 9:30, mi preparavo per andare sul palco e ho accompagnato il mio paziente ", ricorda Barnard. "Mi ha guardato e non ci poteva credere. Ecco il suo dottore al 9:30 Club con una chitarra. Ho detto ciao, ma se n'è andata. Lunedì mattina sono arrivato all'ospedale e uno dei medici curanti mi ha afferrato e ha detto: "Neal, abbiamo un problema serio … il tuo paziente sta scoraggiando rapidamente, dobbiamo iniziare a prenderlo subito con i farmaci. Lei ora ha le allucinazioni. Pensa di averti visto esibirti al 9:30 Club in un gruppo punk. '"

Ma Barnard non aveva intenzione di rinunciare alle medicine. Infatti, stava studiando un percorso per se stesso in medicina che era forse anche più aggressivo e innovativo della sua musica. Nel 1985, Barnard fondò il Comitato medico per la medicina responsabile, che propose che la medicina si concentri sulla prevenzione delle malattie piuttosto che sul trattamento.

"La mia carriera è stata non classificabile come la musica. Quando andavo alla facoltà di medicina, tutto quello che mi interessava era il cervello. Inizialmente non ero attratto dal resto. Mi interessava solo il modo in cui il cervello funziona e il modo in cui le cose vanno male ", ha spiegato. "Quindi sono uno psichiatra certificato dal board. Ma col passare del tempo, sono stato coinvolto nella ricerca sul diabete e sui problemi metabolici. Così ora sono nel Dipartimento di Medicina Interna di GW e nel 2015 sono diventato un collega dell'American College of Cardiology. È stato un po 'un viaggio, ma tutto funziona insieme.

"Lungo la strada, mi sono convinto che in medicina non facciamo abbastanza per prevenire la malattia. Aspettiamo un attacco di cuore attraverso la porta del pronto soccorso. Così ho istituito il Comitato per la medicina responsabile del medico perché volevo che i medici mettessero in risalto la medicina preventiva, la nutrizione e la buona salute, piuttosto che aspettare che la gente si ammalasse ".

Barnard si convinse che un percorso critico per la salute è attraverso una dieta a base vegetale. E la sua ricerca – finanziata dal National Institute of Health – ha dimostrato che una dieta vegana a basso contenuto di grassi è efficace nel ridurre il peso e la riduzione dei lipidi plasmatici, oltre a migliorare la glicemia negli individui con diabete di tipo 2. Barnard divenne anche un sostenitore dei diritti degli animali e sollecitò i benefici ambientali del ridotto consumo di carne.

"Quando ero al college, abbiamo sperimentato sugli animali per studiare la funzione cerebrale. Col tempo, mi sono convinto che i nostri esperimenti erano crudeli e inutili e che avremmo potuto proseguire la ricerca in modi più etici. Queste erano tutte controversie, naturalmente, e sentivo che il modo migliore per affrontarlo era quello di portare il potere dell'autorità medica a sopportare ", ha spiegato Barnard. "E, naturalmente, quando la gente toglie gli animali dai piatti e mangia il più sano possibile, fa bene alla loro salute, fa bene agli animali e fa bene all'ambiente.

"E si spera che le persone intraprenderanno altri passi per la loro salute e altri passi per essere amministratori del mondo in cui si trovano."

Convincere il mondo dei benefici di una dieta a base vegetale non è stato affatto facile. Persino l'American Medical Association inizialmente contestò Barnard parlando contro la sperimentazione animale e il consumo di prodotti animali. L'AMA alla fine cedette e oggi Barnard è un membro attivo della AMA, incoraggiando l'organizzazione a prendere una posizione progressista su nutrizione e salute. È stato un processo lento e costante.

Barnard ritiene che, in larga misura, la cultura abbia dettato il comfort delle persone con il consumo di prodotti animali.

"Non credo che la logica imponga la maggior parte del comportamento umano. Qualunque cosa abbiano mangiato i tuoi genitori è probabilmente quello che mangi anche perché ti fa sentire bene. I medici possono parlare dei rischi per la salute della carne, per esempio, ma se siamo cresciuti con esso, assumiamo che deve essere a posto. Non ci pensiamo davvero ", ha spiegato.

Indica un esempio più nefando degli effetti della cultura. "Lo psicoanalista Robert J. Lifton ha scritto un brillante libro intitolato The Nazi Doctors, basato sulle sue interviste con medici che avevano commesso orribili crimini di guerra. E la conclusione di Lifton fu devastante. Ha scoperto che questi medici erano semplicemente persone normali in una cultura che rendeva apparentemente appropriato fare cose che oggi non possiamo immaginare ".

"Quindi, in un esempio più banale, se è culturalmente appropriato fumare, mangiare una braciola di maiale o fare altre cose malsane, le persone seguiranno le norme culturali e le passeranno ai loro figli".

Nonostante il respingimento, Barnard è più determinato che mai a perseguire la sua musica e il suo lavoro per riformare il mondo della medicina. "Sono eternamente un ottimista, o almeno determinato. È facile perdere la speranza quando ti guardi intorno e vedi la forma in cui è il mondo ", ha spiegato Barnard. "Ed ora è un momento in cui molte persone si sentono in quel modo. Ma la risposta è lavorare sodo e cercare di essere il più creativo possibile e vedere dove possono andare le cose ".

A tal fine, il nuovo libro di Barnard The Cheese Trap sta assumendo una mucca sacra (non ho potuto resistere) – il formaggio amato della gente, che Barnard ritiene non sia solo insalubre – carico di grassi, colesterolo, sodio e calorie – ma è anche essenzialmente avvincente. Barnard ha descritto come anni di lavoro con le persone in una dieta a base vegetale lo hanno reso consapevole della riluttanza di alcune persone a rinunciare al formaggio.

"Molte persone direbbero che l'unica cosa che mancava davvero era il formaggio. Non gelato, non carne, non latte. Era specificatamente formaggio ", ha spiegato Barnard. "E ne parlerebbero come una droga", ha detto Barnard. Così ho iniziato a esaminarlo. E le prove suggeriscono che è un importante contributo all'aumento di peso e ad una serie di altri problemi, e che effettivamente influisce sul cervello in modi che lo rendono assuefazione. Un americano medio ne mette via 60.000 calorie ogni anno.

Proprio come qualsiasi altra cosa che fa, Barnard sta già scuotendo le gabbie con The Cheese Trap. Il New York Times scrisse: "alla fine del libro ero abbastanza spaventato per andare a comprare qualcosa che si chiamava formaggio stile mozzarella paleo. È vegano e ha il sapore della tapioca aromatizzata al cocco. Non male!"

E Barnard potrebbe essere finalmente pronto a fondere i suoi due mondi. Nella sua nuova band, CarbonWorks e il loro omonimo album del 2016, combina musicisti di diversi generi musicali, tra cui il cantante italiano Naif Hérin e il musicista blues Chris Thomas King. Nella nuova canzone e video della band, "Louder Than Words", Barnard affronta il tema della crudeltà sugli animali con un video viscerale che potrebbe rendere difficile per le persone essere di nuovo scortese con gli animali.

Ma ovunque la sua carriera in musica e medicina lo porti, Barnard continuerà a spingere le cose al limite. Ha ricordato una storia del suo lavoro con Bernie Grundman che ha dominato il nuovo album di CarbonWorks.

"Stavamo lavorando ad una canzone lunga e complessa chiamata 'The End', che è un jazz hard-driving suonato simultaneamente con un quartetto d'archi barocco", ha spiegato Barnard. "Volevo che la musica che colpiva duramente avesse anche uno strato di moderazione dalla musica classica. Per me ha perfettamente senso. Pensavo fosse bello.

"Ma alla fine della canzone dei sei minuti, Bernie ha tolto le sue mani dai quadranti e si è girato verso di me e ha sussurrato in silenzio" Chaos! "

Michael A. Friedman, Ph.D., è uno psicologo clinico con uffici a Manhattan e South Orange, NJ, ed è membro del consiglio consultivo medico di EHE International. Contatta Dr. Mike su michaelfriedmanphd.com . Segui Dr. Mike su Twitter @drmikefriedman

Solutions Collecting From Web of "Il caos di Neal Barnard"