I tuoi tweet ti stanno facendo a pezzi? Dovrebbero?

Un'associazione benefica per la prevenzione del suicidio nel Regno Unito ha imparato una lezione spiacevole sulla privacy online. Con le migliori intenzioni, hanno rilasciato Samaritans Radar, che permetteva alle persone di monitorare i post su Twitter dei loro amici. Avverrebbe l'osservatore se una frase come "Non posso farcela", "Sono in un posto buio adesso" o "Nessuno si preoccupa per me" si è presentata. I difensori della privacy in tutto il mondo lo hanno denunciato come un'invasione raccapricciante della vita online della persona.

Questo, nonostante il fatto che l'app sia basata sull'esperienza pluriennale dell'organizzazione, insieme ad alcune ricerche scientifiche, inclusa la ricerca della Brigham Young University che ha analizzato 1.659.274 tweet su un periodo di 3 mesi. Hanno contrassegnato 37.717 come possibilmente indicativi di ideazione suicidaria, e hanno continuato a trovare una forte correlazione geografica tra stati con alti tweet legati al suicidio e alti tassi effettivi di morti autoinflitte.

Ci sono stati buoni argomenti da entrambe le parti qui, con sostenitori come Hannah Jane Parkinson, in un articolo del Guardian intitolato "Samaritans Radar è uno strumento grezzo per segnalare i rischi di suicidio – ma salverà delle vite".

Scrive che "Forse se Samaritans Radar fosse stato in giro quando avevo 16 anni, non avrei passato i prossimi due anni in un infernale fug di depressione".

Noose

Il rovescio della medaglia, i critici hanno notato che questa app stava prendendo decisioni automatiche sullo stato mentale di qualcuno basandosi sull'analisi del testo, e che potrebbero sorgere molti falsi positivi. È stato persino suggerito che contravvenisse alle leggi sulla protezione dei dati del Regno Unito. I samaritani, che hanno una lunga storia nel campo della prevenzione del suicidio, hanno ribattuto di avere la consulenza legale sul fatto che stavano solo trasmettendo dati già pubblici, quindi non erano il "responsabile del trattamento dei dati o delle informazioni che passavano attraverso l'app". Tuttavia, lo hanno tolto.

La polemica sui radar dei samaritani evidenzia un fatto su Twitter che molti utenti non apprezzano o capiscono veramente. Twitter è fondamentalmente diverso dai social network come Facebook dove interagisci con i tuoi "amici". Twitter è, come ha detto un commentatore, sulla comunicazione con "amici che non conosci ancora".

Twitter è essenzialmente una piattaforma di trasmissione. Con l'eccezione dei tweet privati, che vengono inviati a una sola persona, e la piccola minoranza di utenti che "proteggono i loro tweet", qualsiasi cosa tu pubblichi su Twitter è là fuori che il mondo possa vedere. Gli account Twitter sono pubblici per impostazione predefinita. Se conosci il mio nome, Tom Keenan o il mio Twitter gestisci @drfuture, puoi vedere tutto ciò che pubblico. Se ti piace quello che vedi, puoi scegliere Seguimi, nel qual caso i miei tweet inizieranno ad apparire nel tuo feed Twitter. Se segui abbastanza persone, questo può girare a velocità vertiginosa. Nel tempo impiegato per scrivere due paragrafi, sono comparsi 94 nuovi tweet! E questo è solo dai circa 500 account Twitter che ho scelto di seguire.

Trovo che le informazioni che ricevo da Twitter siano spesso interessanti, utili o divertenti. Ho appreso dal New York Times che "Gli indossabili hanno un problema di stile, soprattutto per le donne" e, dall'autore Cory Doctorow, che il prezzo del "libro più grande del mondo" (un viaggio fotografico attraverso il Bhutan, 5 piedi per 7 piedi , pesa 133 libbre) ha appena fatto cadere il prezzo su Amazon da $ 10.000 a $ 291.75. Affare Heckuva. Naturalmente, il mio feed è anche ingombrato da "tweet promossi" che reclamizzano cose come un oleodotto proposto. Tuttavia, trovo quasi sempre di imparare qualcosa quando passo il tempo su questo sito.

Ma chi altro sta estraendo Twitter per i nostri pensieri ed emozioni? Si scopre che i nostri social network sono catnip per gli esperti di marketing che cercano di imparare tutto su di noi. Ci sono interi libri su questo argomento. Matthew Russell suggerisce che le aziende possono utilizzare i post sui social network per "scoprire chi sta facendo collegamenti con chi, di cosa stanno parlando e dove si trovano". L'ultima affermazione potrebbe essere un po 'allungata perché, almeno su Twitter , pochissimi utenti si preoccupano di consentire la geolocalizzazione dei loro tweet. Dopo tutto, è una conversazione globale.

Russell menziona il software sviluppato per la ricerca scientifica e umanistica tra cui Natural Language Toolkit e NetworkX e sottolinea che molti strumenti di data mining sono disponibili pubblicamente su GitHub, un repository gratuito. Intere società come gnip.com sono sorte per aiutare i marketer a succhiare dati rilevanti dal "firehose di Twitter". Affermano di fornire "l'accesso a tutti i tweet disponibili pubblicamente fin dal primo tweet del 21 marzo 2006." Scommetti che non sapevi che i tuoi tweet vivono per sempre! Gnip è stato acquisito da Twitter nell'aprile 2014.

Anche altri grandi giocatori stanno entrando in questo gioco. IBM e Twitter hanno annunciato una partnership nell'ottobre 2014 che unirà il ricco feed di dati di Twitter con la potente fonte di analisi di IBM, Watson. Gli esperti suggeriscono che ci sono anche alcuni punteggi dei consumatori segreti, completamente separati dal vostro rating, che vengono utilizzati dalle aziende per fare previsioni sul vostro comportamento probabile.

Come solo un esempio, le compagnie di assicurazione dovrebbero impostare il premio in base a fattori di rischio che prevedono la probabilità di dover pagare un reclamo. Come svelato in una relazione, alcune aziende statunitensi tengono conto anche della probabilità che cambierete le aziende, ironicamente, addebitandovi di più se siete verosimilmente leali.

Secondo Robert Hunter, direttore assicurativo della Computer Federation of America, questo "ottimizzazione dei prezzi è uno strumento di data mining che consente alle compagnie assicurative di capire quali gruppi di clienti sono più propensi ad accettare un aumento dei prezzi e che sono più propensi a guardarsi intorno per una nuova politica. "È anche apparentemente abbastanza legale e non è richiesto alle aziende di rivelare che lo stanno usando.

Come ho documentato in Technocreep c'è anche un usuraio che basa il tuo tasso di interesse sui tuoi contatti sui social media, se scegli di fornirli. Se i tuoi amici online sono tutti cittadini onesti, che hanno prestato e rimborsato i loro prestiti a Lenndo, avrai un buon prezzo. Ma attenzione, se prendi un prestito Lenndo e non riesci a rimborsarlo in tempo, la compagnia ti farà vergognare di fronte ai tuoi amici online.

Dedurre le emozioni dai post sui social media è un'area attiva di ricerca in ambito accademico e aziendale. Il CSIRO e il Black Dog Institute australiano si sono impegnati a farlo per interi continenti. Puoi vedere il loro lavoro qui.

Pensa a tutte le cose che pubblichi sui social media, dalla tua età al tuo orientamento sessuale, alle credenze religiose e forse anche "Sono stato appena licenziato dal mio lavoro". Ora pensate ad alcuni dei più potenti strumenti di analisi predittiva e computer utilizzati per analizzare ogni vostro tweet, proprio nel 2006.

Se questo non ti preoccupa, forse dovresti comunque seguire il consiglio del guru della privacy Brad Templeton di "Attenti ai robot in viaggio dal futuro". Gli strumenti di analisi predittiva continueranno a migliorare e le persone che li utilizzano potrebbero guardare indietro in modo aspro su alcune delle cose che dici oggi.

Non puoi riprendere i post che hai fatto in passato, ma da questo giorno in poi, pensa un po 'a ciò che stai postando nel pubblico dominio. Samaritans Radar potrebbe non essere alla ricerca di idee suicide, ma si può essere sicuri che molte aziende stanno cercando i punti deboli nel comportamento dei consumatori, che servirà loro su un piatto chiamato Twitter.

Solutions Collecting From Web of "I tuoi tweet ti stanno facendo a pezzi? Dovrebbero?"